Zum Seiteninhalt

I Grigioni e San Gallo chiedono l'autorizzazione per l'abbattimento di lupi

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il comportamento del branco di lupi sul Calanda si fa sempre più problematico. Affinché i lupi tornino a temere l'uomo, è previsto il prelievo di due capi dal branco. I Cantoni dei Grigioni e di San Gallo chiedono perciò all'Ufficio federale dell'ambiente UFAM un'autorizzazione per l'abbattimento.

Dal 2012, il primo branco di lupi della Svizzera vive sul massiccio del Calanda-Ringelspitz. Gli avvistamenti e il comportamento dei lupi nella loro zona sono stati costantemente monitorati e valutati da collaboratori dei competenti uffici dei Cantoni dei Grigioni e di San Gallo.

Comportamento problematico
Finora non si sono ancora verificate situazioni di pericolo immediato per l'uomo. Tuttavia, negli scorsi mesi si sono verificati ripetutamente incontri ravvicinati tra uomini e lupi all'interno o nei dintorni di insediamenti. I lupi, da soli o in gruppo, si sono avvicinati fino a raggiungere le stalle, aree d'uscita per gli animali o edifici e hanno potuto essere allontanati solo con difficoltà. A seguito di diversi episodi, il comportamento del branco è stato classificato come problematico.

Per contrastare questa evoluzione, questo inverno si intende abbattere due capi facenti parte del branco del Calanda. I Cantoni dei Grigioni e di San Gallo hanno presentato una domanda in tal senso al competente Ufficio federale dell'ambiente UFAM. Con tali abbattimenti si mira a generare un cambiamento del comportamento. Solo se i lupi tornano a temere l'uomo, sarà possibile garantire anche in futuro una convivenza con questi grandi predatori nel paesaggio rurale svizzero.

Basi giuridiche esistenti
Nell'estate 2015, la Confederazione ha creato le necessarie basi giuridiche con la revisione dell'ordinanza federale sulla caccia. Affinché siano dati i presupposti giuridici per un intervento, i lupi devono essersi riprodotti durante l'anno, devono essere stati avvistati ripetutamente all'interno o nelle immediate vicinanze di insediamenti e devono aver manifestato poco timore nei confronti dell'uomo.


Persone di riferimento:

- Consigliere di Stato Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni, tel. 081 257 36 01, e-mail: Mario.Cavigelli@bvfd.gr.ch  
- Georg Brosi, capo dell'Ufficio per la caccia e la pesca dei Grigioni, tel. 081 257 38 92, e-mail Georg.Brosi@ajf.gr.ch


Organo: Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni
Fonte: it Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste dei Grigioni
Neuer Artikel