Zum Seiteninhalt

Il nuovo punto d'appoggio agevola il lavoro quotidiano sulle strade della Valposchiavo

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
A Poschiavo sono stati inaugurati ufficialmente il nuovo punto d'appoggio dell'Ufficio tecnico del Circondario 3 e il capannone di revisione dell'Ufficio della circolazione.

Il Circondario 3 dell'Ufficio tecnico dei Grigioni è competente per la gestione della rete stradale cantonale in Valposchiavo. Il punto d'appoggio di Poschiavo funge da base per la manutenzione d'esercizio e per quella edilizia lungo i circa 20 chilometri della strada del Bernina e lungo i circa 20 km complessivi delle strade di collegamento tra San Carlo e Campocologno, che collegano numerose frazioni con l'asse principale. Tale servizio viene garantito da un team di otto collaboratori. Viene inoltre sostenuto il servizio di manutenzione sulla strada di collegamento fino al confine di Stato (Forcola di Livigno).

Soddisfare le esigenze odierne
Il punto d'appoggio esistente nella zona residenziale Prada non corrisponde più alle esigenze odierne in termini di dimensioni, esecuzione edilizia e dotazione tecnica. Inoltre, l'utilizzazione è già oggi sensibilmente condizionata dalla limitata accessibilità (peso totale massimo 18 tonnellate). Non è possibile un ampliamento nella zona residenziale. L'Ufficio della circolazione dal canto suo controlla ogni anno fino a 1500 veicoli a Poschiavo. A tale scopo sono stati locati gli spazi di un garage a S. Carlo. Tuttavia, il piccolo capannone soddisfa in misura solo limitata le esigenze odierne e non consente praticamente dei processi lavorativi efficienti.

Tutto sotto un unico tetto

In località Li Curt lungo la strada cantonale è stato acquistato un terreno idoneo per la costruzione di un nuovo punto d'appoggio. Conformemente al piano d'esercizio e al programma degli spazi dell'Ufficio tecnico e dell'Ufficio della circolazione, si è scelto di progettare una costruzione in legno semplice e funzionale. La costruzione è stata realizzata nel corso di un anno e mezzo. Sono stati riuniti in un unico edificio un capannone di revisione, una rimessa, magazzini, come pure locali pausa e spogliatoi per i collaboratori. Completano l'offerta un deposito esterno, un silo per 250 metri cubi di sale e uno per 125 metri cubi di pietrisco, nonché un impianto di salamoia con una capacità di 20 000 litri di salamoia.

Un nuovo edificio che risponde alle esigenze odierne
L'edificio è caratterizzato da un'architettura funzionale e sostenibile a livello ambientale e da una forma semplice. L'edificio, realizzato interamente in legno, soddisfa elevate esigenze energetiche secondo lo standard Minergie e viene riscaldato mediante una pompa di calore aria/acqua. Per la costruzione sono stati utilizzati 180 metri cubi di legno proveniente dalla regione. Il nuovo edificio a Li Curt corrisponde alle esigenze odierne poste a un moderno punto d'appoggio e agevola il lavoro quotidiano sulle strade dei collaboratori dell'Ufficio tecnico. Al contempo consente anche all'Ufficio della circolazione di rendere più efficienti i propri processi lavorativi. Grazie all'impegno e all'eccellente collaborazione tra committente, progettisti, imprenditori e il Comune è stato possibile rispettare tutti gli obiettivi di qualità, i costi e le scadenze del progetto.

Fotografia:
-


Persone di riferimento:
- Markus Dünner, capo servizio cantonale delle costruzioni, Ufficio edile, tel. 081 257 36 31, e-mail Markus.Duenner@hba.gr.ch
- Reto Knuchel, ingegnere cantonale, Ufficio tecnico, tel. 081 257 37 01, e-mail: Reto.Knuchel@tba.gr.ch


Organo: Ufficio edile
Fonte: it Ufficio edile
Neuer Artikel