Navigazione principale

Contenuto della pagina

Scambio di informazioni in merito all'incremento della sicurezza invernale sulla strada del Maloja

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Recentemente a Silvaplana ha avuto luogo uno scambio di informazioni in merito a diversi progetti lungo la strada del Maloja tra Silvaplana e Castasegna. All'incontro non pubblico hanno preso parte circa 35 parti interessate nonché il Presidente del Governo Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste, e rappresentanti dell'Ufficio tecnico dei Grigioni.

La discussione è stata incentrata sul tratto lungo circa 3,5 chilometri della strada del Maloja H3b, tra Sils Föglias e Plaun da Lej. Esso cela pericoli naturali come valanghe in inverno e caduta di massi in estate. In seguito a tali eventi, negli scorsi tre decenni il tratto stradale è stato regolarmente oggetto di chiusure. Nel mese di maggio 2016 il Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste (DCTF) ha posto in consultazione un progetto generale riguardante misure concernenti l'edilizia stradale atte a incrementare la sicurezza invernale. Dalla consultazione svoltasi nel 2016 è emerso che questo progetto non può essere approvato, in particolare dal punto di vista della protezione della natura e del paesaggio.

Progetti focalizzati
Secondo la prassi del Cantone, i diversi compiti dell'Ufficio tecnico legati alle strade vengono categorizzati al fine di creare una scala di priorità. La massima priorità spetta alla manutenzione d'esercizio come il servizio invernale, seguita dalla conservazione della sostanza stradale esistente. Al terzo posto nella scala di priorità vi è l'ampliamento dei tratti stradali non ancora potenziati secondo i requisiti odierni e infine, al quarto posto, seguono la pianificazione e la realizzazione di grandi progetti come ad esempio le circonvallazioni. Sulla base di questa prassi, i presenti si sono accordati in merito alla seguente scala di priorità:

1. Esercizio della strada del Maloja: l'esercizio viene garantito. Ciò concerne segnatamente il servizio invernale. Viene inoltre chiarito se impiegando nuove tecnologie, ad esempio antenne di brillamento, sia possibile ridurre i tempi di chiusura.

2. Ampliamento del tratto stradale esistente tra Silvaplana e Sils (incluse due corsie ciclabili) nonché dei tornanti esistenti del Maloja (da Kulm a Val da Pila): l'ampliamento viene attuato.

3. Progetto per la protezione da pericoli naturali sul tratto tra Sils Föglias e Plaun da Lej: il progetto viene ulteriormente elaborato. A tale scopo viene istituito un gruppo di lavoro paritetico composto da rappresentanti provenienti dalla regione interessata, da organizzazioni ambientaliste e servizi specializzati cantonali. Alla guida del gruppo di lavoro vi sarà l'Ufficio tecnico dei Grigioni. L'obiettivo è quello di stabilire i punti principali per trovare una soluzione per questo tratto stradale che sia soddisfacente e sostenibile per tutti i gruppi interessati. L'allestimento di un progetto in grado di trovare consenso richiederà un po' di tempo.

Indipendentemente da ciò verrà elaborato il progetto per la strada cantonale nel quadro della ricostruzione e per la protezione di Bondo.


Persone di riferimento:
- Presidente del Governo Dr. Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste, tel. 081 257 36 01, e-mail Mario.Cavigelli@bvfd.gr.ch
- Linard Weidmann, granconsigliere dell'Engadina Alta, tel. 079 438 81 45, e-mail Linardweidmann@bluewin.ch


Organo: Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste
Fonte: it Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste
Neuer Artikel