Zum Seiteninhalt

Il Cantone passa a un'imposta sulle quote ereditarie

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Con il passaggio da un'imposta sulle successioni a un'imposta sulle quote ereditarie il Cantone mira a uniformare le imposte sull'eredità e sulle donazioni di Cantone e comuni. Oltre ai coniugi e ai figli, anche i genitori e i concubini saranno esentati dall'obbligo fiscale. A livello cantonale per gli eredi della stirpe dei genitori vi sarà un aggravio minore, mentre per gli altri contribuenti l'aggravio sarà superiore.

Secondo il diritto vigente il Cantone riscuote un'imposta sulle successioni e sulle donazioni, mentre i comuni possono riscuotere un'imposta sulle quote ereditare e sulle donazioni. Il Governo ha approvato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge cantonale sulle imposte e della legge sulle imposte comunali e di culto, revisione che permette di uniformare i tipi di imposta, le regolamentazioni di legge e l'esecuzione delle imposte sull'eredità e sulle donazioni.

A livello cantonale la modifica sostanziale apportata dal progetto consiste nel fatto che i genitori vengono esentati dall'imposta e gli eredi della stirpe dei genitori (fratelli e sorelle, nipoti, ecc.) vengono assoggettati a un'imposizione ridotta. Per gli altri beneficiari l'aliquota d'imposta viene aumentata. Ne risultano minori entrate a livello cantonale nell'ordine di grandezza di circa 4,2 milioni di franchi.

Conseguenze per i comuni
I comuni possono continuare a decidere se intendono riscuotere un'imposta sull'eredità e sulle donazioni e stabilire aliquote d'imposta nei limiti degli importi massimi previsti dal diritto cantonale. Per la stirpe dei genitori queste ultime continuano ad ammontare al 5 per cento e per gli altri beneficiari a titolo di novità ammontano al 20 per cento (oggi 25 per cento). L'esenzione fiscale per coniugi, figli, concubini e genitori vale anche per i comuni. I comuni realizzano ricavi leggermente maggiori in quanto viene meno la deduzione dell'imposta cantonale sulle successioni. Per via delle diverse situazioni di partenza non è però possibile formulare una dichiarazione generale riguardo alle conseguenze della revisione a livello comunale.

Se il Cantone e i comuni riscuotono le medesime imposte, risulta necessario uniformare le basi legislative e la riscossione delle imposte. La regolamentazione avviene nella legge cantonale sulle imposte e la tassazione viene effettuata dall'Amministrazione cantonale delle imposte.

È previsto che la revisione parziale venga discussa dal Gran Consiglio nella sessione di febbraio 2019 e che entri in vigore con effetto dal 1° gennaio 2020.


Allegato:
Messaggio


Persona di riferimento:
Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento delle finanze e dei comuni dei Grigioni, tel. 081 257 32 01, e-mail Barbara.Janom@dfg.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel