Zum Seiteninhalt

La Commissione del Gran Consiglio per la sanità e la politica sociale sostiene un credito di 25 milioni di franchi per l'adeguamento delle fermate dei bus alle esigenze dei disabili

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione del Gran Consiglio per la sanità e la politica sociale (CSPS) ha discusso in via preliminare il messaggio del Governo relativo ai contributi per il risanamento delle fermate dei bus conformemente alla legge sui disabili (LDis). Essa è entrata nel merito del progetto all'unanimità e ha approvato all'unanimità il fatto che il Cantone sostenga i comuni nell'adeguamento delle fermate dei bus alle esigenze dei disabili con 25 milioni di franchi.

Alla riunione presieduta dalla granconsigliera Erika Cahenzli-Philipp hanno partecipato anche il Consigliere di Stato Mario Cavigelli, direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste, e rappresentanti dell'Amministrazione. I rappresentanti della politica hanno proceduto a un sopralluogo e si sono fatti un'idea visitando una fermata del bus adattata alle esigenze dei disabili. Una rappresentante di un'organizzazione di disabili ha dimostrato come una persona in sedia a rotelle possa salire e scendere dal bus in modo autonomo. Tuttavia dall'insegnamento dimostrativo è emerso che una progettazione senza ostacoli delle fermate dei bus è utile per tutti i gruppi di popolazione, siano essi anziani, famiglie con passeggini o viaggiatori con bagagli.

Direttive del diritto federale

Dal 1° gennaio 2004 a livello federale è in vigore la legge sui disabili. Secondo quest'ultima le strutture dei mezzi di trasporto pubblico, sia su rotaia che su strada, nonché i rispettivi veicoli devono essere adattati alle esigenze dei disabili o resi accessibili a questi ultimi. Il termine di adeguamento è fissato a 20 anni dall'entrata in vigore della legge e scade quindi il 31 dicembre 2023. Nel Cantone dei Grigioni l'adeguamento delle fermate dei bus alle esigenze dei disabili è di competenza dei comuni. A causa della grande importanza che l'assenza di barriere riveste nel settore dei trasporti pubblici e delle sfide e dei costi che ne derivano, i servizi cantonali competenti hanno deciso di offrire sostegno ai comuni. Da un lato è stato sviluppato uno strumento di lavoro e di calcolo, con carattere di raccomandazione, destinato ai comuni per l'adeguamento delle fermate dei bus. D'altro lato con il presente messaggio il cofinanziamento del Cantone per l'adeguamento delle fermate dei bus deve essere aumentato considerevolmente.

Credito di impegno quadro incontestato

In seno alla Commissione l'entrata nel merito dell'affare è stata incontestata. Inoltre non è stata contestata l'entità del cofinanziamento cantonale aumentato, pari a 25 milioni di franchi, sotto forma di un credito di impegno quadro. Se adeguano le fermate dei bus alle esigenze dei disabili, tutti i comuni possono beneficiare di un cofinanziamento cantonale aumentato al 60 per cento, a condizione che anche il Gran Consiglio sostenga il credito di impegno quadro. Il cofinanziamento aumentato è di durata limitata fino al 31 dicembre 2023.

Questo affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di dicembre 2019.


Persona di riferimento:
Presidente della Commissione Erika Cahenzli-Philipp, tel. 079 775 69 39


Organo: Commissione per la sanità e la politica sociale
Fonte: it Commissione per la sanità e la politica sociale
Neuer Artikel