Navigazione principale

Contenuto della pagina

Corona: misure restrittive ben accolte nei Grigioni – Confermati altri quattro casi

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nel quadro delle competenze attribuitegli dalla legge sulle epidemie, venerdì il Consiglio federale ha emanato un'ordinanza sui provvedimenti per combattere il coronavirus. Tutti gli eventi con oltre 1000 partecipanti sono vietati. Il Cantone dei Grigioni ha precisato la ponderazione dei rischi di sua competenza per quanto riguarda gli eventi con meno di 1000 persone, coordinandola con la Città di Coira. I comuni e gli organizzatori di eventi hanno grande bisogno di informazioni. I provvedimenti necessari disposti dal Cantone sono restrittivi, trovano però comprensione. Attualmente nei Grigioni sono risultate positive al test altre quattro persone. Sono in corso gli accertamenti relativi ad altri casi sospetti.

Le autorità cantonali hanno precisato le direttive relative allo svolgimento o all'annullamento di eventi. Gli eventi cui prendono parte meno di 1000 persone, ma che hanno carattere sovraregionale o una partecipazione internazionale sono in linea di principio vietati. Per eventi regionali più piccoli gli organi cantonali procederanno a una ponderazione dei rischi caso per caso. In linea di principio si raccomanda di rinunciare a manifestazioni cui partecipano oltre 50 persone, in analogia alla regolamentazione stabilita dalla Città di Coira.
Da venerdì sera le linee telefoniche dello Stato maggiore cantonale di condotta sono incandescenti. I comuni e gli organizzatori di eventi hanno un elevato bisogno di informazioni. Il modulo di contatto attivato sul sito web del Cantone si è dimostrato valido ed è molto utilizzato.

Interessata un'intera famiglia – In corso accertamenti su altri casi sospetti
Altre quattro persone, tutte già precedentemente isolate, facenti parte dell'ambiente familiare dei due bambini italiani risultati positivi la scorsa settimana e attualmente oggetto di cure mediche sono risultate positive. Le loro condizioni sono comunque buone.
Complessivamente, delle 76 persone che sono state sottoposte al test nei Grigioni, 43 sono risultate negative e 6 come detto positive. I risultati degli altri 27 test effettuati non sono ancora giunti.

Confronto tra coronavirus e influenza: possibile solo con riserve
In media pluriennale, in Svizzera circa 1500 persone muoiono ogni anno a seguito dell'influenza. La pericolosità del coronavirus è simile. Secondo lo stato attuale delle conoscenze, dopo 1-2 settimane di malattia la maggior parte delle persone colpite guarisce o presenta sintomi soltanto lievi. A differenza di quanto vale per l'influenza, le persone particolarmente a rischio, dunque le persone con malattie pregresse o le persone anziane nonché il personale sanitario, non possono proteggersi con un vaccino. Siccome finora nessuno ha attraversato questa nuova malattia delle vie respiratorie, non esiste nemmeno una cosiddetta "immunità di gregge". Di conseguenza il virus può diffondersi in modo esponenziale.

La necessità dei provvedimenti è dimostrata
Un ospedale regionale come ad esempio quello di Schiers, che dispone di 40 camere singole, sarebbe equipaggiato in modo ideale per far fronte a un'epidemia. Tuttavia, qualora delle circa 15 000 persone che vivono in Prettigovia l'1 per cento della popolazione dovesse essere ricoverato poiché affetto da coronavirus, significherebbe avere 150 casi. Per via dell'inverno e dell'influenza stagionale, attualmente le strutture sanitarie nei Grigioni sono al completo; gli ospedali e gli altri operatori attivi nell'assistenza sanitaria di base lavorano a pieno regime. Al fine di avere a disposizione un numero sufficiente di posti in ospedale per le persone più deboli della nostra società, le autorità sanitarie intraprendono perciò tutto quanto necessario per contenere o perlomeno rallentare la diffusione del coronavirus. Questo approccio risulta maggiormente efficace all'inizio di un'epidemia. Applicando le norme igieniche generali, la popolazione può inoltre contribuire a lottare sia contro il coronavirus, sia contro l'influenza stagionale.

Sito web aggiornato su base continua
Oltre alle informazioni aggiornate, sul sito web www.gr.ch/coronavirus i comuni, gli organizzatori di eventi e i media hanno a disposizione anche un modulo di contatto. Le autorità competenti fanno il possibile per rispondere in tempi rapidi a tutte le domande. Al momento attuale il bisogno di informazioni è molto elevato. Domenica il servizio informazioni sarà ulteriormente potenziato, tra l'altro grazie all'aiuto di militi della protezione civile.


Persona di riferimento:
- Peter Peyer, consigliere di Stato, tel. 079 629 00 85, e-Mail Peter.Peyer@djsg.gr.ch 


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato
Neuer Artikel