Navigazione principale

Contenuto della pagina

Coronavirus: pianificazione eventuale per una possibile seconda ondata

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo ha preso atto della strategia di pianificazione eventuale in caso di una seconda ondata nei Grigioni. La guida serve all'Ufficio dell'igiene pubblica quale base decisionale per l'esecuzione di misure future in relazione alla pandemia di COVID-19. È inoltre stato presentato il rapporto dell'incaricato cantonale per la protezione dei dati concernente la comunicazione di dati da parte dell'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica ai comuni.

Nel quadro del trasferimento della condotta dallo Stato maggiore di condotta cantonale all'Ufficio dell'igiene pubblica, a inizio giugno lo Stato maggiore parziale SMCC è stato incaricato di prendere in esame possibili scenari in relazione a una seconda ondata pandemica e di elaborare corrispondenti proposte di misure a destinazione del Governo. La strategia presentata "Pandemia di COVID-19: pianificazione eventuale nel caso di una seconda ondata nel Cantone dei Grigioni" si basa sulle esperienze raccolte finora nella lotta alla pandemia e funge da base per prepararsi a una possibile seconda ondata nei Grigioni. La strategia di cui il Governo ha preso atto illustra le possibili sfide sulla base di tre possibili scenari. Una selezione di criteri verificati sulla base di circostanze concrete offre all'Ufficio dell'igiene pubblica una base decisionale per l'adozione di ulteriori misure finalizzate a contenere il più possibile gli effetti del coronavirus sulla popolazione, l'economia e la società nel suo insieme.

Sono possibili differenze locali o regionali nell'attuazione
Per gli scenari descritti nella strategia sono stati definiti i valori soglia e le misure corrispondenti da adottare. In caso di una seconda ondata, prima di procedere all'attuazione i responsabili nel Cantone dovranno esaminare la proporzionalità delle possibili misure da adottare nel caso specifico in modo dipendente dal contesto, dagli effetti auspicati e su base geografica. Pertanto, a seconda della forma di diffusione del virus, nel quadro dell'attuazione all'interno del Cantone potranno verificarsi differenze locali o regionali.

Nessuna base legale per la comunicazione di dati ai comuni
In relazione al trattamento dei dati personali di persone interessate dalla COVID-19, l'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica si è rivolto all'incaricato per la protezione dei dati del Cantone. Questi accertamenti sono tra l'altro intesi a fornire informazioni in merito al fatto se l'Ufficio dell'igiene pubblica sia tenuto a trasmettere a terzi i dati relativi a persone che si trovano in isolamento, in quarantena o a persone che rientrano da Paesi a rischio.

Conformemente all'art. 3 lett. c LPD i dati concernenti la salute sono considerati come dati personali degni di particolare protezione. La comunicazione di questi dati è disciplinata negli art. 17 e 19 LPD. Secondo tali articoli i dati personali possono in linea di principio essere comunicati soltanto se esistono i fondamenti giuridici. Dalla legge sulle epidemie (LEp) non è possibile derivare una base legale per la comunicazione di dati concernenti la salute da parte dell'Ufficio dell'igiene pubblica ai comuni. Nel rapporto l'incaricato per la protezione dei dati osserva che la comunicazione di dati a un comune ai sensi di un'assistenza amministrativa non entra in considerazione poiché i comuni non dispongono di un mandato legale per l'esecuzione della LEp. In base alla legge sanitaria cantonale (art. 5 cpv. 1 lett. h LSan) l'esecuzione della LEp compete esclusivamente al Cantone.

Al momento attuale nei Grigioni 32 persone si trovano in isolamento, circa 147 in quarantena e 0 persona è oggetto di cure ospedaliere. Grazie al rapido intervento dei contact tracer, nei nuovi casi di contagio è stato possibile controllare e contenere in tempi brevi le catene di contagio.

Persone di riferimento: 
- Peter Peyer, Consigliere di Stato, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. +41 81 257 25 01, e‑mail Peter.Peyer@djsg.gr.ch
- Rudolf Leuthold, capo dell'Ufficio dell'igiene pubblica, tel. +41 81 257 26 41, e‑mail Rudolf.Leuthold@san.gr.ch


Organo: Ufficio dell'igiene pubblica
Fonte: it Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità

Neuer Artikel