Navigazione principale

Contenuto della pagina

Nuova nomina di un commissario governativo per il Comune di Roveredo

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo ha deciso di nominare nuovamente un commissario governativo per il Comune di Roveredo. Dopo che già per il periodo tra luglio e settembre 2020 era stata decisa una corrispondente misura di vigilanza, la crisi istituzionale in seno all'esecutivo di Roveredo prosegue, ciò che rende necessario un nuovo intervento del Governo. Quale commissario governativo viene nominato l'ex Consigliere di Stato Claudio Lardi.

Da anni il Comune di Roveredo si trova ripetutamente confrontato a difficoltà istituzionali. Il Governo ha nominato un commissario governativo già nel gennaio 2013. Anche se successivamente e fino allo scorso anno non si sono verificate fattispecie che rendessero necessario un formale intervento di vigilanza del Governo, l'attività in seno alle autorità è stata caratterizzata da confronti politici e personali. La situazione tesa venutasi a creare dopo le elezioni del municipio per la legislatura 2019-2022 ha indotto il Governo a nominare una commissaria governativa per il periodo da luglio a fine settembre 2020.

Una nuova escalation in seno al municipio costringe ad agire
I più recenti sviluppi mostrano che il Comune di Roveredo purtroppo non è ancora tornato a una situazione ordinata e stabile. Le diverse istanze giunte al Cantone rendono evidente che una collaborazione in seno al municipio nella sua composizione attuale non è possibile o quantomeno è estremamente difficoltosa.

Il 10 dicembre 2020 rappresentanti dell'Ufficio per i comuni (UC) hanno incontrato per dei colloqui a Roveredo i singoli municipali nonché, dopo i colloqui individuali, l'intero municipio. È risultato che il rapporto tra i municipali e il sindaco è gravemente compromesso. Evidentemente manca quel minimo di fiducia e rispetto reciproci e non si può parlare di un'autorità collegiale funzionante.

Il Governo ha preso in esame diverse varianti
Quali misure di vigilanza, in primo piano vi sono la destituzione, la nomina di un commissario governativo o l'istituzione di una curatela. Il Governo ha esaminato a fondo tutte le varianti. Benché né la destituzione né la curatela siano state definitivamente escluse, esso è giunto alla conclusione che per il momento sia opportuna la nomina di un nuovo commissario governativo.

Quale commissario governativo è stato nominato il lic. iur. Claudio Lardi, avvocato, Coira, già Consigliere di Stato del Cantone dei Grigioni. L'incarico vale con effetto immediato ed è limitato fino al termine della legislatura 2019-2022. Sulla base di rapporti regolari, il Governo deciderà in merito a eventuali adeguamenti delle misure.

Il potere decisionale rimane ai municipali eletti
Il commissario governativo rileverà i compiti e le funzioni formali del sindaco e dirigerà l'amministrazione comunale. I municipali eletti rimangono tuttavia in carica e conservano il loro diritto di voto. Il commissario governativo potrà partecipare alle decisioni soltanto nei casi in cui il municipio non dovesse essere al completo o qualora qualcuno debba ricusarsi. In questo caso egli disporrà del numero di voti mancanti. Inoltre il commissario governativo disporrà della facoltà di impartire istruzioni qualora i membri del municipio non dovessero attenersi alle regole di un comportamento interpersonale ordinato e corretto.
Nel caso in cui a seguito di dimissioni il municipio dovesse perdere la propria capacità di agire, la funzione del commissario governativo si trasformerà automaticamente in una carica di curatore a tempo determinato.

Tutte le misure riguardano unicamente l'esecutivo.

Rammarico e speranza
Il Governo si rammarica di dover nuovamente intervenire con misure di vigilanza nelle questioni e nell'autonomia del Comune di Roveredo. Al contempo vi associa la speranza che questo passo funga anche da scossa che permetta di acquisire maggiore consapevolezza circa la responsabilità istituzionale nei confronti del Comune nel suo insieme. Il Governo parte dal presupposto che i municipali eletti siano consapevoli della propria responsabilità politico-istituzionale, sociale e personale nei confronti del loro mandato e quindi nei confronti della popolazione di Roveredo. La soluzione di vigilanza creata su misura tiene conto di tutte le questioni da considerare.


Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Dr. Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel +41 81 257 32 01, e-mail Christian.Rathgeb@dfg.gr.ch
- Thomas Kollegger, capo dell'Ufficio per i comuni, tel. +41 81 257 23 81, e-mail Thomas.Kollegger@afg.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Ufficio per i comuni

Neuer Artikel