Comunicato del Governo del 5 giugno 2014

Il Governo grigionese non considera più possibile un'attuazione della riforma territoriale e una suddivisione del Cantone in regioni per il 2015. Nella sua ultima seduta il Governo ha inoltre preso atto di un rapporto relativo all'esecuzione delle prestazioni complementari nello scorso anno. 

Attuazione della riforma territoriale posticipata di un anno
La riforma territoriale nel Cantone dei Grigioni non può essere attuata, come previsto all'inizio, per il 1° gennaio 2015. Indipendentemente dalla riuscita del referendum contro la legge mantello sulla riforma territoriale, il tempo a disposizione dopo la scadenza del termine di referendum, fissato al 6 agosto 2014, è troppo breve per procedere a un'attuazione entro il 2015. L'attuazione della riforma territoriale dovrebbe slittare di un anno, ovvero al 2016. I circoli e le corporazioni regionali potranno quindi essere sciolti al più presto per questa data. Le rispettive autorità e i rispettivi organi devono continuare a garantire un adempimento regolare dei compiti loro attribuiti. Le undici nuove regioni potranno assumere le proprie funzioni solo una volta entrate in vigore le corrispondenti basi giuridiche (entrata in vigore contemporanea della revisione parziale della Costituzione cantonale con le disposizioni esecutive della riforma territoriale). 

Numero di beneficiari di prestazioni complementari ancora in aumento
Nel Cantone, l'anno scorso il numero dei beneficiari di prestazioni complementari (PC) è nuovamente aumentato (più 3,4 per cento). Il Governo ha preso atto di un rapporto relativo all'attuazione delle prestazioni complementari nel 2013. Negli ultimi cinque anni, nel Cantone dei Grigioni il numero di beneficiari di PC è aumentato complessivamente del 15 per cento. L'aumento in questo periodo è riconducibile per tre quarti a nuove prestazioni complementari all'AVS.
Nel 2013 il conto d'esercizio PC presenta una spesa netta di circa 92,7 milioni di franchi. La spesa netta per le PC è dunque aumentata solo dello 0,3 per cento, nonostante il citato aumento dei beneficiari. Il contributo della Confederazione alle PC è stato di circa 23,8 milioni di franchi.
Le prestazioni complementari all'AVS e all'AI aiutano nei casi in cui le rendite dell'assicurato, insieme al reddito e alla sostanza rimanenti, non sono sufficienti a coprire il minimo vitale. Esiste un diritto legale a percepire prestazioni complementari, che non sono prestazioni assistenziali o aiuto sociale. 

Studio sulla geotermia nella Valle grigione del Reno e nella Bassa Prettigovia
Il Cantone dei Grigioni farà accertare il potenziale per la produzione di energia elettrica da fonti geotermiche nella Valle grigione del Reno e nella Bassa Prettigovia. Il Governo ha acconsentito a uno studio che dovrà fornire informazioni in merito alla fattibilità di centrali elettriche e/o termoelettriche in questa regione. Per ottenere informazioni in merito anche per l'area tra Sargans e Walenstadt, partecipa allo studio anche il Cantone di San Gallo. Il progetto, che servirà esclusivamente per scopi di studio e di sviluppo dello sfruttamento del calore geotermico, durerà fino a maggio 2015. La direzione del progetto viene assunta dall'Ufficio dell'energia e dei trasporti. 

Partecipazione al programma Interreg "Alpenrhein-Bodensee-Hochrhein" 2014 - 2020
Il Cantone dei Grigioni partecipa al programma Interreg "Alpenrhein-Bodensee-Hochrhein" anche nel periodo 2014 - 2020. Il Governo ha preso atto del programma operativo del nuovo periodo di promozione e ha approvato un accordo relativo alla collaborazione amministrativa tra i partner del programma. Con il programma Interreg, l'Unione europea promuove la collaborazione transfrontaliera. In Svizzera, i programmi vengono attuati nel quadro della Nuova politica regionale. Il programma Interreg "Alpenrhein-Bodensee-Hochrhein" 2014-2020 comprende misure volte a promuovere la formazione, la ricerca e lo sviluppo, nonché la competitività a livello regionale. I temi centrali dal punto di vista ecologico sono la promozione dell'uso efficiente delle risorse e la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Il Cantone dei Grigioni partecipa ai progetti con un contributo annuo di 60 000 franchi. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Safiental: al Comune di Safiental viene garantito un sussidio di al massimo 105 900 franchi per il nuovo impianto di depurazione delle acque (IDA) Carrera e dei rispettivi canali collettori.
 
Progetti stradali 
  • Strada dell'Oberalp, Schluein: viene approvato il progetto d'esposizione per la correzione della strada dell'Oberalp, all'interno dell'abitato di Schluein, dal chilometro 18,50 al chilometro 18,70. La correzione stradale comprende un tracciato leggermente adattato, un ampliamento della strada, nonché un marciapiede a valle. Il ponte sul Schleuisertobel e il sottopassaggio "Haus Camenisch" vengono sostituiti, viene inoltre rifatto il raccordo per Sagogn.
  • Strada della Surselva lungo la sponda destra del Reno, Salez – Castrisch: viene approvato il progetto d'esposizione per la correzione della strada della Surselva lungo il versante destro del Reno, Salez – Castrisch. Il progetto prevede l'allargamento della strada e un tracciato migliore. La correzione stradale si trova nell'area di un'importante traiettoria di volo del rinolofo maggiore, una specie di pipistrelli molto minacciata. Durante l'elaborazione del progetto, con l'incaricato cantonale alla protezione dei pipistrelli è perciò stata stabilita una distanza dal bosco che va osservata poiché importante per la colonia di pipistrelli.
Il Governo ha inoltre stanziato 3,44 milioni di franchi per lavori di costruzione lungo i seguenti tratti stradali:
- Strada per Ftan: opere da capomastro correzione stradale Pra da Punt – Saduas
- Strada per Samnaun: opere da capomastro nuovo centro di manutenzione dell'Ufficio tecnico a Samnaun 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni