Zum Seiteninhalt

Fine della clausola di salvaguardia per i lavoratori dell’UE-2 (Bulgaria/Romania)

la clausola di salvaguardia, che ha consentito alla Svizzera di ripristinare nel 2017 e mantenere anche nel 2018 contingenti massimi di permessi di dimora (permessi B) nei riguardi dei lavoratori della Bulgaria e della Romania (UE-2), prenderà fine il 31 maggio 2019. Alla seduta del 15 maggio 2019 il Consiglio federale ha adottato una revisione dell’ordinanza sull’introduzione della libera circolazione delle persone (OLCP) in vista dell’abrogazione di questi contingenti. Dal 1° giugno 2019 i cittadini di questi due Stati che assumono un impiego in Svizzera o che vi si stabiliscono in veste di autonomi non soggiaceranno più a questi contingenti. Beneficeranno della libera circolazione completa delle persone come i cittadini degli altri Stati membri dell’Unione europea (eccettuata la Croazia).