Navigazione principale

Contenuto della pagina

Incarico Ellemunter concernente l'abolizione della tassa supplementare pari a 30 franchi per esami di veicoli svolti a Scuol, Li Curt e Müstair

Sessione: 05.12.2018

La decisione di introdurre una tassa supplementare per i centri di collaudo di Scuol, Li Curt e Müstair trova origine in una decisione del Gran Consiglio in relazione all'esame della strutture e delle prestazioni per il risanamento delle finanze cantonali presa nella sessione di giugno 2003, quando era stato deciso di abrogare i centri di collaudo menzionati (PGC 2003/2004, pag. 148 seg.). Tali misure (19, 20 e 21) avevano tra l'altro lo scopo di risparmiare circa 67'000 franchi (messaggio n. 2/2003-2004, pag. 41 segg.).

Da ormai 15 anni l'Ufficio della circolazione offre questi servizi per l'esame dei veicoli riscuotendo questa tassa supplemen­tare facoltativa pari a 30 franchi al fine di coprire i costi supplementari risultanti in relazione alle attività di collaudo svolte presso tali centri.

Come già menzionato nell'incarico del collega granconsigliere Tino Schneider concernente "la riduzione delle tasse dell'Ufficio della circolazione", negli anni 2010, 2014 e ora nuovamente nel 2018, il sorvegliante dei prezzi ha analizzato in dettaglio le tasse riscosse dagli uffici cantonali della circolazione, sottoponendole a una verifica approfondita. Nella sua risposta del 24 ottobre 2018 (protocollo n. 798), il Governo ha relativizzato la notevole eccedenza di copertura dei costi pari a 3,2 mio. di franchi nel Cantone dei Grigioni, spiegando il motivo per cui, in considerazione delle "varie prestazioni facoltative e delle attività d'incasso a favore della Confederazione", l'Ufficio della circolazione rispetterebbe il principio della copertura dei costi e il principio di equivalenza. I proventi netti conseguiti presso l'Ufficio della circolazione confluiscono integralmente nel conto stradale (art. 56 lett. b LStra).

Considerata questa elevata eccedenza di copertura dei costi pari a oltre 3 mio. di franchi all'anno ora è certamente opportuno annullare la decisione di risparmio del 2003 e l'introduzione da essa risultante della tassa supplementare di 30 franchi.

Le firmatarie e i firmatari incaricano perciò il Governo di adottare le misure necessarie affinché la decisione di risparmio presa dal Gran Consiglio in occasione della sessione di giugno 2003 possa essere annullata. Le menzionate tasse supplemen­tari in questione pari a 30 franchi riscosse in occasione dei collaudi a Scuol, Li Curt e Müstair devono essere abolite e all'Ufficio della circolazione dovrà essere conferito l'incarico politico di continuare a esaminare i veicoli nelle ubicazioni in questione senza riscuotere queste tasse supplementari.

Coira, 5 dicembre 2018

Ellemunter, Della Cà, Jochum, Aebli, Atanes, Berweger, Bettinaglio, Bondolfi, Buchli-Mannhart, Casty, Clalüna, Claus, Danuser, Favre Accola, Felix, Gasser, Giacomelli, Gort, Grass, Gugelmann, Hardegger, Hartmann-Conrad, Hofmann, Kienz, Koch, Lamprecht, Loepfe, Loi, Michael (Donat), Müller (Susch), Natter, Niggli (Samedan), Niggli-Mathis (Grüsch), Noi-Togni, Papa, Paterlini, Rettich, Salis, Schneider, Schwärzel, Tanner, Weidmann, Widmer (Felsberg), Widmer-Spreiter (Coira), Wieland, Zanetti (Sent), Zanetti (Landquart), Gujan-Dönier

Risposta del Governo

Già nel quadro delle ore delle domande delle sessioni del Gran Consiglio del di­cembre 2015 e dell'aprile 2017 il Governo ha avuto la possibilità di prendere posi­zione in merito al tema (domanda del granconsigliere Toutsch: PGC n. 3 2015/2016, pag. 564 seg. e domanda del granconsigliere Monigatti: PGC n. 5 2016/2017, pag. 903). In tali occasioni il Governo ha spiegato in sostanza che l'Ufficio della cir­colazione sarebbe stato in grado di continuare a offrire i propri servizi nei centri di collaudo di Müstair, Scuol e San Carlo senza aggirare la decisione di risparmio del Gran Consiglio solo riscuotendo la tassa supplementare in oggetto. Di conseguenza non spetterebbe né all'Ufficio della circolazione, né al Governo rinunciare di propria competenza alla riscossione di questa tassa supplementare. Soltanto il Gran Con­siglio potrebbe cambiare questa situazione, conferendo al Governo un rispettivo in­carico e ritornando così sulla sua decisione presa nel 2003. In tal modo è stato se­gnalato che il Governo non si opporrebbe. In caso di approvazione del presente in­carico il Governo darebbe disposizione all'Ufficio della circolazione di rinunciare alla riscossione della tassa supplementare per i centri di collaudo Müstair, Scuol e San Carlo al più tardi a partire dal 1° ottobre 2019. A seguito di tale rinuncia verrebbero meno entrate annue per ca. 80'000-90'000 franchi.

In base a quanto esposto, il Governo chiede al Gran Consiglio di accogliere il pre­sente incarico.

21 febbraio 2019