Navigazione principale

Contenuto della pagina

Interpellanza Schneider concernente la gestione di una farmacia pubblica da parte dell'Ospedale cantonale dei Grigioni

Sessione: 14.06.2019

Nell'area d'ingresso del nuovo edificio dell'Ospedale cantonale dei Grigioni, oltre all'insediamento di una caffetteria è prevista tra l'altro l'apertura di una farmacia pubblica. È previsto che essa divenga operativa nel corso del 2020. La farmacia sarà gestita quale filiale indipendente dell'Ospedale cantonale dei Grigioni. In questo contesto si pone la questione del perché l'Ospedale cantonale, finanziato con i soldi dei contribuenti, debba gestire una farmacia propria, benché nella Valle grigione del Reno l'assistenza medica di base sia garantita in misura più che sufficiente.

Le e gli interpellanti chiedono perciò al Governo di rispondere alle seguenti domande:

1.       Dal punto di vista legale la gestione di una farmacia pubblica da parte dell'Ospedale cantonale è ammissibile?

2.       Il Governo ritiene opportuno che l'Ospedale cantonale, finanziato con i soldi dei contribuenti, gestendo una farmacia pubblica faccia concorrenza alle farmacie della Valle grigione del Reno?

3.       Perché per la gestione della farmacia non è stato indetto un concorso pubblico?

4.       Presso l'ospedale cantonale di Aarau la farmacia pubblica dell'ospedale viene gestita insieme dalle farmacie della regione. Questa opzione è stata presa in esame? Se sì, perché si è infine deciso di non adottarla?

5.       Attraverso la gestione di una propria farmacia pubblica, l'Ospedale cantonale dei Grigioni non aggira il diritto limitato di dispensazione diretta da parte dei medici vigente a Coira?

6.       È garantito che la farmacia pubblica venga gestita in modo separato dalla farmacia ospedaliera e che quindi la farmacia pubblica non benefici di vantaggi competitivi rispetto alle altre farmacie della regione (ad es. a seguito di sconti quantità)?

Pontresina, 14 giugno 2019

Schneider, Rutishauser, Rettich, Berther, Bettinaglio, Bigliel, Brunold, Buchli-Mannhart, Caluori, Cantieni, Casutt-Derungs, Cavegn, Caviezel (Coira), Crameri, Deplazes (Rabius), Derungs, Epp, Föhn, Gasser, Hefti, Hohl, Kasper, Kohler, Kunfermann, Maissen, Märchy-Caduff, Niggli (Samedan), Niggli-Mathis (Grüsch), Papa, Pfäffli, Ruckstuhl, Schmid, Stiffler, Tanner, Tomaschett (Breil), Tomaschett-Berther (Trun), Ulber, Widmer (Felsberg)

Risposta del Governo

In merito alla domanda 1: sì, né a livello cantonale, né a livello nazionale esistono atti normativi contrari a tale pratica. La farmacia pubblica dell'Ospedale cantonale deve soddisfare i medesimi presupposti per il rilascio dell'autorizzazione di qualsiasi altra farmacia pubblica nel Cantone dei Grigioni.

In merito alla domanda 2: l'Ospedale cantonale dei Grigioni è una fondazione autonoma di diritto privato. In quanto tale è libero per quanto riguarda lo svolgimento della propria attività imprenditoriale. La "Loë Apotheke" viene gestita quale società anonima indipendente, le cui azioni sono integralmente di proprietà della fondazione dell'Ospedale cantonale. Essa è indipendente dal finanziamento dell'ospedale e quindi non viene finanziata tramite le casse malati oppure tramite sussidi comunali e cantonali. L'indipendenza dell'attività della farmacia dall'attività ospedaliera viene verificata nel quadro del lavoro di controlling annuale da parte dell'Ufficio dell'igiene pubblica.

Come qualsiasi altra farmacia pubblica, anche la farmacia pubblica gestita dall'Ospedale cantonale opera sul libero mercato. I pazienti dimessi sono naturalmente liberi di scegliere presso quale farmacia (farmacia pubblica o farmacia per corrispondenza) ritirare i farmaci prescritti con la ricetta di dimissione.

In merito alla domanda 3: la questione se gestire in proprio una farmacia pubblica quale società affiliata oppure se aggiudicare questo incarico esternamente è una decisione operativa che rientra nella competenza dell'Ospedale cantonale. Di conseguenza tale domanda va rivolta all'Ospedale cantonale. 

In merito alla domanda 4: anche questa domanda riguarda una decisione operativa dell'Ospedale cantonale, ragione per cui la risposta va fornita da quest'ultimo.

In merito alla domanda 5: no. Se le prescrizioni fatte da medici (ricette) vengono eseguite da una farmacia pubblica, non vi è alcuna infrazione al diritto limitato di dispensazione diretta.

In merito alla domanda 6: sì. Sia la legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (RS 812.21) sia la legge d'applicazione della legge federale sui medicamenti e i dispositivi medici (CSC 500.500) procedono a una distinzione tra farmacie pubbliche e farmacie ospedaliere tanto dal punto di vista terminologico, quanto da quello dei presupposti per il rilascio dell'autorizzazione. Di conseguenza sia dal punto di vista del personale sia dal punto di vista degli spazi una separazione tra la "Loë Apotheke" e la farmacia ospedaliera dell'Ospedale cantonale costituisce un presupposto necessario per il rilascio dell'autorizzazione d'esercizio. Se un richiedente soddisfa i presupposti per l'esercizio di una farmacia pubblica, l'autorizzazione deve essere rilasciata. I presupposti per il rilascio dell'autorizzazione sono i seguenti:

-     il gerente deve disporre dell'autorizzazione all'esercizio della professione di farmacista;

-     se il gerente non è proprietario dell'esercizio, la sua indipendenza nell'esercizio della professione viene esaminata dall'Ufficio dell'igiene pubblica;

-     i locali e le infrastrutture devono essere idonei all'attività commerciale e le attrezzature necessarie devono essere presenti e funzionanti;

-     deve essere presente un laboratorio separato che consenta la fabbricazione di medicamenti secondo formula magistralis.

La documentazione presentata dall'Ospedale cantonale soddisfa i presupposti per l'esercizio di una farmacia pubblica. Di conseguenza l'Ufficio dell'igiene pubblica ha rilasciato l'autorizzazione d'esercizio.

La fondazione Ospedale cantonale dei Grigioni dispone da diversi anni di una licenza per il commercio all'ingrosso rilasciata da Swissmedic. Tale licenza autorizza l'Ospedale cantonale a svolgere l'attività di commercio di medicamenti all'ingrosso. Essa consente all'Ospedale cantonale di rifornire di medicamenti farmacie pubbliche o farmacie ospedaliere in Svizzera e nel Liechtenstein. Le farmacie pubbliche locali sono libere di scegliere l'Ospedale cantonale quale grossista e di beneficiare dei suoi sconti quantità attraverso comunità di acquisto.

15 agosto 2019