Contenuto della pagina

Interpellanza Alig concernente il rafforzamento delle offerte in lingua romancia nelle scuole medie superiori e nelle scuole specializzate

Sessione: 11.02.2020

In esecuzione dell'art. 10 LSMS, nei prossimi anni il Governo elaborerà per la prima volta mandati di prestazioni per le scuole medie superiori private del Cantone (vale a dire, secondo l'art. 2 LSMS, anche con i licei e le scuole specializzate). Conformemente all'art. 3 LSMS l'offerta di scuole medie superiori deve essere decentralizzata e occorre tenere conto di considerazioni di politica linguistica, regionale ed economica. In particolare, conformemente all'art. 3 LSMS vanno garantite pari opportunità di accesso a una formazione di scuola media superiore ad allievi di lingua madre tedesca, romancia e italiana. Al fine di consolidare le offerte nella materia romancio delle scuole medie superiori private che si trovano nell'area linguistica romancia, conformemente all'art. 11 cpv. 2 LSMS il Governo ha ora la possibilità di stabilire l'obbligo per le scuole medie superiori di promuovere in maniera particolare la lingua romancia.

In considerazione della lampante carenza di insegnanti di lingua romancia, il conferimento dei mandati di prestazioni rappresenta anche una possibilità per eliminare la contraddizione tra la garanzia di un'offerta decentralizzata di scuole medie superiori (dunque anche di un'offerta decentralizzata di scuole specializzate) che tenga conto di considerazioni di politica linguistica prevista dall'art. 3 LSMS e quanto invece previsto dall'art. 19 OSS, secondo cui l'unica sede di formazione per il conseguimento della maturità specializzata pedagogica è la Scuola media superiore evangelica di Schiers. Ai sensi dell'art. 3 LSMS sarebbe necessario favorire la possibilità di conseguire la maturità specializzata pedagogica anche nell'area linguistica romancia o perlomeno ampliare le offerte in lingua romancia nel quadro della maturità specializzata pedagogica (e del corso preparatorio ASP). Le offerte decentralizzate di scuola specializzata (certificato di scuola specializzata pedagogica) nelle regioni linguistiche romance devono essere mantenute e rafforzate in quanto scuole di provenienza degli allievi di lingua romancia che si preparano al conseguimento della maturità specializzata pedagogica.

In relazione al conferimento dei mandati di prestazioni a scuole medie private, le firmatarie e i firmatari pregano il Governo di rispondere alle domande seguenti:

1.     Nel quadro del conferimento di mandati di prestazioni a scuole medie private nell'area linguistica romancia, in che modo il Governo farà uso della possibilità prevista dall'art. 11 cpv. 2 LSMS di stabilire l'obbligo per le scuole medie superiori di promuovere in maniera particolare la lingua romancia?

2.     Il Governo intende mettere a disposizione mezzi supplementari per le offerte delle scuole medie superiori private che promuovono in maniera particolare la lingua romancia?

3.     In considerazione della lampante carenza di insegnanti di lingua romancia, in che modo il Governo affronterà la contraddizione tra la garanzia di un'offerta decentralizzata che tenga conto di considerazioni di politica linguistica prevista dall'art. 3 LSMS e quanto invece previsto dall'art. 19 OSS, secondo cui l'unica sede di formazione per il conseguimento della maturità specializzata pedagogica è la Scuola media superiore evangelica di Schiers?

4.     In che misura il Governo prevede di garantire e sostenere anche in futuro offerte decentralizzate di scuole specializzate nelle regioni linguistiche romance e italiane?

Coira, 11 febbraio 2020

Alig, Zanetti (Sent), Deplazes (Rabius), Atanes, Baselgia-Brunner, Brandenburger, Brunold, Buchli-Mannhart, Cahenzli-Philipp, Cantieni, Casty, Casutt-Derungs, Cavegn, Caviezel (Coira), Caviezel (Davos Clavadel), Clalüna, Danuser, Degiacomi, Della Cà, Derungs, Ellemunter, Felix, Gartmann-Albin, Hitz-Rusch, Hofmann, Jenny, Kienz, Kohler, Lamprecht, Maissen, Müller (Susch), Natter, Niggli (Samedan), Noi-Togni, Preisig, Rettich, Ruckstuhl, Rutishauser, Salis, Schmid, Thomann-Frank, Valär, Wellig, Widmer (Felsberg), Widmer-Spreiter (Coira), Costa, Spadarotto, Stieger, Ulber Daniel

Risposta del Governo

Il mandato costituzionale secondo cui occorre badare a un'offerta decentralizzata di scuole medie superiori (art. 89 cpv. 3 della Costituzione del Cantone dei Grigioni; CSC 110.100) si riferisce all'offerta nel settore della maturità liceale. Ciò è stato spiegato e discusso esaustivamente durante la sessione di ottobre 2018 del Gran Consiglio (cfr. PGC 2 | 2018/2019, p. 322 segg.). La qualifica per le professioni alle quali si mira con la formazione presso una scuola specializzata (SS) e una scuola media di commercio (SMC) può essere conseguita anche tramite la formazione professionale oppure, come ad esempio nel caso della professione di insegnante, tramite il liceo. I giovani non vedono perciò limitata la loro scelta professionale e di studi se nella loro regione non vi è una SMC o una SS.

A seguito dell'offerta di maturità bilingue secondo le direttive della Commissione svizzera di maturità (CSM), presso il liceo della Scuola cantonale grigione (SCG) la catena di formazione per la formazione nelle lingue cantonali è pressoché ininterrotta. Presso la SS della SCG il romancio e l'italiano vengono proposti come prima lingua. Presso la SS della Academia Engiadina (AES) e del Bildungszentrum Surselva (BZS) il romancio viene insegnato quale prima lingua insieme al tedesco. Entrambe le SS propongono anche il settore professionale della pedagogia. Qualora a seguito della scarsità di domanda non fosse più possibile mantenere un'offerta del genere, la formazione corrispondente rimane garantita presso la SCG.

In considerazione di interessi di politica regionale e a seguito dello scarso numero di allievi, al fine di soddisfare i requisiti qualitativi posti alla formazione le formazioni di maturità professionale nei settori professionali sanità, pedagogia e lavoro sociale sono state ripartite tra le ubicazioni esistenti. In questo modo, per quanto sostenibile si tiene conto anche qui del principio della decentralizzazione.

In merito alla domanda 1: in collaborazione con i direttori delle scuole medie superiori grigionesi, il Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente ha elaborato un censimento e ha constatato che la catena di formazione ininterrotta in romancio e italiano fino alla maturità non può essere garantita in tutto il territorio. Le conoscenze acquisite devono ora essere analizzate e, laddove la catena di formazione presenta delle lacune, occorrerà prendere in esame l'adozione di misure per migliorare la situazione. Tali misure potranno all'occorrenza essere inserite nei mandati di prestazioni delle scuole medie superiori private. In virtù dell'art. 11 cpv. 2 della legge concernente le scuole medie superiori del Cantone dei Grigioni (legge sulle scuole medie superiori, LSMS; CSC 425.000), il Governo può stabilire l'obbligo per le scuole medie superiori di promuovere in maniera particolare la lingua romancia o italiana.

In merito alla domanda 2: in base all'art. 27 LSMS il Cantone sostiene la promozione delle lingue cantonali presso le scuole medie superiori private con contributi particolari. Manca la base legale per un sostegno finanziario più ampio.

In merito alla domanda 3: la formazione triennale che conduce al diploma SS nel settore professionale della pedagogia tiene conto attualmente della lingua romancia presso tre sedi scolastiche. Al momento della sua introduzione, la successiva formazione di un anno che conduce alla maturità professionale è stata attribuita alla sede decentralizzata della Scuola media superiore evangelica di Schiers per considerazioni di politica regionale. Nel quadro dei lavori menzionati nella risposta alla domanda 1 si sta esaminando se, in relazione alle lingue cantonali, siano necessari adeguamenti al piano di studio della maturità specializzata in pedagogia.

In merito alla domanda 4: basandosi sulle disposizioni della legge sulle scuole medie superiori, nei limiti di quanto esposto sopra il Governo darà seguito al mandato costituzionale che impone di badare a un'offerta decentralizzata di scuole medie superiori. Occorre richiamare l'attenzione sul fatto che attualmente nelle regioni di lingua italiana del Cantone dei Grigioni non esiste alcuna offerta di scuole medie superiori.

9 aprile 2020