Contenuto della pagina

Interpellanza Cantieni concernente la produzione di energia solare su infrastrutture ed edifici del Cantone

Sessione: 11.02.2020

Non vi sono dubbi sul fatto che nei prossimi anni le energie rinnovabili in Svizzera dovranno essere potenziate in misura massiccia affinché l'abbandono dell'energia nucleare possa essere in una certa misura compensato senza che si sviluppi un'importante dipendenza dall'estero. In particolare occorre estendere fortemente la produzione di elettricità invernale. L'incarico Gasser concernente più elettricità da fotovoltaico invernale per i Grigioni, accolto dal Gran Consiglio, chiede perciò anche che la lacuna di elettricità invernale venga colmata tramite la promozione di impianti fotovoltaici.

A questo riguardo le infrastrutture del Cantone, in particolare gli impianti dell'Ufficio tecnico, sembrano disporre di un grande potenziale. Vanno ad esempio menzionati: spazi liberi su strutture di sostegno di strade, muri lungo le strade cantonali, ripari fonici (se si trovano in prossimità di un allacciamento elettrico sufficiente e se sono rivolti a sud), facciate di edifici del Cantone rivolte a sud, eccetera. A questo riguardo il Cantone dovrebbe assumere una funzione di modello e sfruttare le proprie infrastrutture per la produzione di energia ogni volta che ciò è possibile.

Le firmatarie e i firmatari chiedono al Governo se sia intenzionato:

a)     a prendere in esame e a concretizzare in futuro l'installazione di un impianto fotovoltaico nel caso di tutti i progetti infrastrutturali e di tutti gli edifici, anche laddove ciò, di stretta misura, dovesse risultare non redditizio;

b)    a commissionare un'analisi del potenziale concernente gli impianti fotovoltaici nel quadro delle infrastrutture esistenti e, se sì;

c)     a commissionare in seguito studi di fattibilità, da attuare infine sulla base di un elenco di priorità.

Coira, 11 febbraio 2020

Cantieni, Bigliel, Rettich, Alig, Atanes, Berweger, Bettinaglio, Bondolfi, Brunold, Buchli-Mannhart, Cahenzli-Philipp, Caluori, Casutt-Derungs, Cavegn, Caviezel (Coira), Degiacomi, Della Cà, Deplazes (Coira), Deplazes (Rabius), Ellemunter, Epp, Fasani, Felix, Florin-Caluori, Gartmann-Albin, Gasser, Geisseler, Hartmann-Conrad, Hefti, Hofmann, Horrer, Kappeler, Kienz, Kohler, Kunfermann, Loepfe, Maissen, Märchy-Caduff, Marti, Müller (Felsberg), Natter, Niggli-Mathis (Grüsch), Perl, Pfäffli, Preisig, Rüegg, Rutishauser, Sax, Schmid, Stiffler, Thür-Suter, Tomaschett (Breil), Tomaschett-Berther (Trun), von Ballmoos, Widmer (Felsberg), Widmer-Spreiter (Coira), Wilhelm, Zanetti (Sent), Costa, Flütsch (St. Antönien), Gaupp, Spadarotto, Stieger

Risposta del Governo

Il Governo condivide l'opinione secondo cui con la produzione di energia solare su edifici e infrastrutture cantonali è possibile dare un contributo al raggiungimento degli obiettivi di politica energetica di Confederazione e Cantone. Con l'attuazione dell'incarico Joos, risalente al 2012, concernente l'elaborazione di un catasto solare dei Grigioni (PGC 2012 648), per gli edifici di proprietà del Cantone è stato determinato un potenziale di produzione pari a 1,3 gigawattora (GWh) all'anno. Inoltre nel 2015 l'Ufficio edile ha allestito un'analisi del potenziale solare per i tetti degli edifici di proprietà del Cantone. Sugli edifici di proprietà del Cantone sono attualmente in funzione undici impianti fotovoltaici con una produzione annua pari a 1,2 GWh. L'obiettivo consiste nel fare in modo che l'elettricità prodotta venga destinata in primo luogo all'uso proprio. La situazione di partenza è diversa per quanto riguarda le infrastrutture nel settore stradale. Da un lato occorre tenere conto del fatto che gli impianti fotovoltaici non devono pregiudicare l'esercizio e la manutenzione stradale, d'altro lato manca in ampia misura la possibilità di utilizzare l'elettricità prodotta in proprio. Inoltre non sempre è disponibile un allacciamento alla rete elettrica. Mentre presso i punti d'appoggio e i centri di manutenzione dell'UT (anche in collaborazione con l'Ufficio federale delle strade USTRA) sono stati realizzati o si stanno pianificando dei progetti, finora non sono stati installati o pianificati impianti fotovoltaici su infrastrutture stradali quali strutture di sostegno, ecc.

In merito alla domanda 1: il Cantone assume un ruolo attivo nel quadro del potenziamento della produzione di energie rinnovabili. Già oggi e da molti anni l'Ufficio edile prende in esame la possibilità di installare impianti fotovoltaici in relazione alle nuove costruzioni e alle sistemazioni. Le condizioni quadro odierne permettono di gestire in modo economico impianti che si trovano in ubicazioni idonee. Il Governo ha inoltre intenzione di esaminare più in dettaglio la possibilità di installare impianti fotovoltaici anche in relazione a progetti di costruzione stradale, se questi interessano tratti che hanno bisogno di energia elettrica per l'esercizio (segnatamente gallerie e gallerie artificiali). In presenza del potenziale e della fattibilità, è previsto che in futuro vengano realizzati impianti fotovoltaici. Il Governo ritiene però che l'economicità degli impianti debba essere data.

In merito alla domanda 2: per edifici di proprietà del Cantone si è proceduto a corrispondenti accertamenti del potenziale. Per via della situazione di partenza descritta, non si ritiene opportuno procedere a un'analisi completa del potenziale in relazione a impianti fotovoltaici per le infrastrutture esistenti. Il potenziale per la realizzazione di impianti fotovoltaici nel perimetro stradale dovrà però essere accertato in modo sistematico per i tratti che hanno bisogno di energia elettrica per l'esercizio o per utilizzazioni affini. Il Cantone predisporrà accertamenti corrispondenti.

In merito alla domanda 3: per quanto riguarda gli edifici cantonali si è già proceduto a una corrispondente attribuzione delle priorità, la quale tiene conto della strategia specifica per il singolo edificio prevista dalla strategia immobiliare. Sulla base di questa attribuzione delle priorità è prevista l'installazione di ulteriori impianti fotovoltaici su edifici esistenti. Qualora nel quadro degli accertamenti menzionati (vedi domanda 2) dovessero risultare luoghi idonei alla produzione di elettricità presso infrastrutture nel settore stradale, il Governo ritiene opportuno che il Cantone proceda all'allestimento di studi di fattibilità e alla realizzazione di impianti. Se degli investitori privati dovessero manifestare interesse per la realizzazione di impianti fotovoltaici su tratti stradali diversi da quelli menzionati, l'Ufficio tecnico prenderà in esame le corrispondenti richieste e, se la fattibilità sarà dimostrata, metterà a disposizione le infrastrutture stradali per la produzione di elettricità.

29 aprile 2020