Zum Seiteninhalt

Avviato ufficialmente con la sottoscrizione del contratto il progetto di rete radio di sicurezza POLYCOM Grigioni

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, e il capo del Corpo delle guardie di confine, Jürg Noth, hanno sottoscritto oggi a Coira un accordo per la realizzazione nel Cantone della rete radio di sicurezza POLYCOM. Viene così avviato ufficialmente il progetto per la realizzazione della parte della rete radio di sicurezza per il territorio cantonale. Con l'accordo il Cantone delega la direzione del progetto al Corpo delle guardie di confine.

La valida collaborazione tra il Cantone e il Corpo delle guardie di confine viene così estesa a un ulteriore settore. Attualmente la Polizia cantonale e il Corpo delle guardie di confine gestiscono ad esempio una centrale per chiamate d'emergenza e di pronto intervento comune. La Polizia cantonale e il Corpo delle guardie di confine collaborano inoltre nell'adempimento di compiti di polizia sia nella fascia di confine, sia lungo le strade dello Julier, dell'Albula e del Flüela, allo scopo di garantire la sicurezza interna.

Per il Cantone, la delega al Corpo delle guardie di confine della direzione del progetto per la realizzazione della sua parte della rete radio di sicurezza POLYCOM Grigioni, risulta interessante per diversi motivi. Il Corpo delle guardie di confine, che realizza proprie stazioni base nella fascia di confine svizzera, e dunque anche in quella del Cantone dei Grigioni, dispone ad esempio delle competenze necessarie per svolgere il progetto. Per il Cantone il rischio d'investimento diventa così calcolabile.

Inoltre, grazie alla realizzazione di tutte le stazioni base nel Cantone da parte del Corpo delle guardie di confine, si possono creare delle sinergie nello svolgimento del progetto, risparmiando quindi sui costi. Per una copertura radio sufficiente del Cantone sono necessarie in totale 91 stazioni base in tutto il territorio cantonale. 57 stazioni base vengono realizzate e finanziate dal Corpo delle guardie di confine, mentre 34 vanno finanziate dal Cantone. Le stazioni base realizzate dal Corpo delle guardie di confine servono principalmente a coprire le necessità proprie. Attraverso l'ampliamento dei canali finanziato dal Cantone, queste stazioni di base possono essere utilizzate anche per le necessità di tutte le organizzazioni di sicurezza e d'intervento d'urgenza del Cantone.

La rete radio di sicurezza POLYCOM Grigioni è parte della rete radio di sicurezza POLYCOM nazionale in fase di realizzazione. Grazie a questa rete radio unitaria in tutta la Svizzera, le organizzazioni di sicurezza e d'intervento d'urgenza, ossia la polizia, il Corpo delle guardie di confine, l'esercito, i pompieri, la protezione civile e i servizi ambulanza, possono comunicare tra loro in tutta discrezione.

L'investimento lordo da parte del Cantone ammonta a circa 44 milioni di franchi. Il Gran Consiglio ha garantito il credito necessario nella sessione di aprile 2009. Il Corpo delle guardie di confine nell'accordo viene incaricato di considerare nel limite del possibile le imprese locali, nell'ambito della procedura d'aggiudicazione dei mandati del Cantone per le opere da capomastro e l'infrastruttura radio. L'aggiudicazione dei mandati stessa avviene da parte del Cantone, d'intesa con la direzione del progetto. Lo scadenzario prevede che la nuova rete radio possa entrare in funzione al più tardi a fine 2012.


Persona di riferimento:
- Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01


Organo: Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità
Fonte: it Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità
Neuer Artikel