Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 21 gennaio 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo grigionese si è occupato nella sua ultima seduta della presa di posizione a destinazione della Confederazione in merito alla legge sulle attività giovanili. Esso sostiene di principio i contenuti della revisione totale, esprime però importanti riserve politico-finanziarie.

Sostenuta la revisione totale della legge sulle attività giovanili
Il Governo grigionese accoglie di principio la revisione totale proposta dalla Confederazione per una legge sulla promozione delle attività extrascolastiche. Quest'ultima crea una base idonea per adeguare la legge sulle attività giovanili, risalente al 1989, alle odierne condizioni quadro sociali. Il Governo è sostanzialmente d'accordo con i contenuti del progetto, esprime però importanti riserve politico-finanziarie. Respinge ad esempio un onere supplementare per i Cantoni e i comuni.
Come osserva il Governo nella propria presa di posizione, la formazione extrascolastica è un elemento fondamentale della promozione dell'infanzia e della gioventù, in particolare per i suoi effetti preventivi e integrativi. Per quanto riguarda il contenuto è perciò importante che le offerte costituiscano un complemento all'istruzione scolastica. In considerazione delle condizioni quadro mutate, nonché del potenziale di promozione della prima infanzia, il Governo accoglie con favore l'estensione delle proposte di promozione dell'infanzia e della gioventù ai bambini in età di scuola dell'infanzia (4-6 anni).
Per rendere utilizzabile l'ampio concetto di formazione in vista della proclamata "società del sapere" e per poterlo coordinare meglio con le rimanenti offerte di formazione, il Governo suggerisce inoltre di insediare l'organizzazione della promozione della gioventù in seno a un ente più prossimo al settore della formazione e della ricerca, anziché in seno all'Ufficio federale delle assicurazioni sociali. Infine, considerando la carenza di specialisti e studenti con orientamento tecnico o scientifico, il Governo propone di esaminare, nella scelta dei progetti, possibilità per coinvolgere maggiormente i giovani in progetti legati ai settori della tecnica o delle scienze.

Dai comuni e dalle regioni

  • Disentis/Mustér: viene approvato il progetto di ripari valangari Val Mala. Alle spese viene garantito un sussidio di al massimo 160'600 franchi.
  • Waltensburg/Vuorz: viene approvato il progetto di risanamento del ponte sul Reno a Waltensburg Station. Alle spese viene garantito un sussidio di al massimo 1'240'200 franchi.
  • Bivio: viene approvata la revisione parziale dello statuto comunale del 14 dicembre 2009.
  • Sagogn: il Governo approva la revisione parziale dello statuto comunale decisa l'11 dicembre 2009.
  • Schiers: viene approvata la revisione parziale dello statuto comunale del 27 novembre 2009.
  • Zernez: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Zernez, decisa il 30 ottobre 2009.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni

  • GEVAG: alla corporazione di comuni per lo smaltimento dei rifiuti nei Grigioni (GEVAG) viene garantito un contributo di al massimo 530'253 franchi per la costruzione della centrale di teleriscaldamento. La costruzione della centrale di teleriscaldamento a distanza serve all'approvvigionamento della prevista rete di teleriscaldamento in direzione di Coira.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel