Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo dell'11 febbraio 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

In seguito all'imminente introduzione di dati biometrici nei passaporti svizzeri il Cantone deve adeguare le sue disposizioni legali. Nella sua ultima seduta il Governo grigionese ha approvato la relativa revisione totale dell'ordinanza sul rilascio dei passaporti svizzeri ponendola in vigore con effetto al 1° marzo 2010. Inoltre, in una risposta il Governo si dice contrario al cambiamento di sistema dell'imposizione della proprietà abitativa proposto dalla Confederazione.

I nuovi passaporti biometrici comportano una revisione totale dell'ordinanza sul rilascio dei passaporti svizzeri
In relazione all'introduzione del passaporto biometrico 2010, il Cantone dei Grigioni rivede le sue disposizioni legali relative alla legislazione sui documenti d'identità della Confederazione. Il Governo grigionese ha approvato la relativa revisione totale dell'ordinanza sul rilascio di documenti d'identità dei cittadini svizzeri ponendola in vigore con effetto al 1° marzo 2010, contemporaneamente alle nuove disposizioni federali.
Nel Cantone l'Ufficio per questioni di polizia e di diritto civile rimane l'autorità competente per l'emissione anche dopo l'introduzione dei documenti biometrici. A titolo di novità nell'ordinanza viene disciplinato che non è ammesso l'utilizzo di fotografie digitali effettuate esternamente. L'onere nei nuovi centri documenti d'identità diventerebbe altrimenti maggiore. Inoltre, la lettura e il trasferimento in memoria delle foto provenienti da supporti dati esterni cela un rischio per la sicurezza, e va quindi respinto per motivi di sicurezza informatica.
Il Governo aveva già deciso prima di creare nei Grigioni al massimo cinque centri per la registrazione dei nuovi dati biometrici nei documenti d'identità. Da marzo nei Grigioni saranno in funzione dapprima due centri di registrazione: uno a Coira e uno a Zernez. L'adeguamento dell'ordinanza crea inoltre la base giuridica per stipulare un accordo con le autorità del Cantone Ticino che permetta agli abitanti del Distretto Moesa di chiedere i nuovi passaporti a Bellinzona. Una regolamentazione analoga si è già finora rivelata valida per il passaporto provvisorio.

Il Governo è contrario al cambiamento di sistema dell'imposizione della proprietà abitativa
Di principio il Governo grigionese è contrario al cambiamento di sistema dell'imposizione della proprietà abitativa proposto dalla Confederazione. Il cambiamento propone l'abolizione dell'imposizione del valore locativo della proprietà abitativa ad uso personale. Nella sua risposta in merito al controprogetto del Consiglio federale all'iniziativa popolare "Sicurezza dell'alloggio per i pensionati", il Governo chiede piuttosto che venga mantenuto il sistema attuale.
Qualora il Consiglio federale dovesse ciononostante insistere su un cambiamento del sistema, per il Governo è di centrale importanza che nella legge armonizzata venga integrata una soluzione per l'imposizione delle abitazioni secondarie. Per i Cantoni turistici le entrate dall'imposizione del valore locativo della proprietà abitativa ad uso personale sono infatti di importanza fondamentale, per diversi comuni addirittura d'importanza esistenziale. Le entrate dall'imposizione del valore locativo della proprietà abitativa ad uso personale ammontano per il Cantone dei Grigioni e per i comuni a un totale di 57 milioni di franchi circa. Questo corrisponde a oltre l'otto percento delle entrate dall'imposta sul reddito e in grandi comuni turistici le quote sono sensibilmente superiori. Per questa ragione, per il Governo un'imposta sulle abitazioni secondarie nel diritto federale è una condizione e un presupposto imperativo per un eventuale cambiamento di sistema. Il compito della Confederazione è trovare una soluzione convincente con la quale le regioni di montagna possano mantenere le loro attuali entrate fiscali.
Il Consiglio federale il 17 giugno 2009 si è espresso negativamente riguardo all'iniziativa popolare "Sicurezza dell'alloggio per i pensionati" dell'Associazione svizzera dei proprietari immobiliari. Esso intende presentare un controprogetto indiretto all'iniziativa. Il controprogetto indiretto prevede la soppressione dell'imposizione del valore locativo della proprietà abitativa ad uso personale non solo per i pensionati, bensì per tutti i proprietari e, a titolo di controprestazione, l'abolizione di tutte le possibilità di deduzione, con eccezioni.

Dai comuni e dalle regioni

  • Circolo dell'Engadina Alta: il Governo approva la revisione totale della legge sulla pianificazione regionale decisa il 29 novembre 2009 dagli aventi diritto di voto del Circolo dell'Engadina Alta. Esso ha anche preso atto del programma pluriennale "Sviluppo del territorio regionale del Circolo dell'Engadina Alta". Per l'attuazione entro il 2012 viene deciso un limite di credito di 200'000 franchi.
  • Medel/Lucmagn: al Comune di Medel/Lucmagn viene garantito un sussidio di al massimo 254'400 franchi per l'ampliamento e il rinnovo dello smaltimento delle acque nelle frazioni Pardè, Platta e Baselgia.
  • Davos: nella propria presa di posizione a destinazione dell'Ufficio federale dei trasporti concernente la domanda di concessione e di approvazione dei piani della Davos Klosters Bergbahnen AG del 23 ottobre 2009 per l'autorizzazione alla costruzione e all'esercizio di una seggiovia a 4 posti Ischalp – Brämabüel (impianto sostitutivo), sul territorio del Comune di Davos, il Governo propone di rilasciare la concessione.

 
Progetti stradali
Il Governo ha stanziato complessivamente 150'000 franchi per la costruzione e il risanamento del seguente tratto stradale:
- Strada della Lumnezia: opere da capomastro Val Mulina – Val Miedra

Personale

  • Roger Danuser, residente a Coira, è stato nominato sostituto del capo dell'Ufficio del personale con effetto al 1° luglio 2010.

 
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel