Zum Seiteninhalt

Votazione popolare del 7 marzo 2010 sulla NPC grigionese

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha preso atto con rammarico del rifiuto del progetto relativo alla NPC grigionese. La popolazione grigionese ha preso questa decisione dopo una lunga fase di discussioni pubbliche e di confronti. Purtroppo, gli argomenti dei sostenitori non hanno convinto in modo sufficiente. La decisione popolare va ovviamente accettata senza riserve.

Questa decisione non comporta però una situazione di stasi negli sforzi di riforma di Governo e Parlamento. Il Governo valuterà se esistono alternative al progetto bocciato e il modo in cui esse potranno eventualmente venire poste di nuovo in discussione. La valutazione comprenderà soprattutto gli argomenti avanzati dagli oppositori durante la campagna di votazione. La NPC non è però l'unico settore di riforme. Bisogna occuparsi seriamente di ulteriori importanti progetti di riforma, come la legislazione scolastica e in particolare il riesame e la reimpostazione delle strutture territoriali.

L'opinione pubblica comprenderà sicuramente che non è possibile presentare piani di riforma definitivi già oggi pomeriggio. Il fatto di non procedere ad annunci e promesse precipitosi rientra nel rispetto delle decisioni popolari. Rimangono tuttavia invariati la volontà del Governo di disegnare il futuro e l'impegno per proporre le giuste soluzioni. Il Governo informerà il più presto possibile Parlamento e opinione pubblica sull'ulteriore procedura.

Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Martin Schmid, Direttore del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01 (raggiungibile dalle 16.00)


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel