Zum Seiteninhalt

I Grigioni lavorano a nuove linee direttive sugli anziani

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Cantone dei Grigioni vuole rielaborare e concretizzare le sue linee direttive sugli anziani. Per questa ragione specialisti di Amministrazione, associazioni e organizzazioni si sono incontrati giovedì 15 aprile 2010 a Coira per un convegno. I risultati dei workshop dovranno ora confluire nell'elaborazione delle nuove linee direttive sugli anziani, che verranno poste in consultazione il prossimo anno. L'obiettivo è fissare assieme principi direttivi per sviluppare una politica degli anziani d'avanguardia per i prossimi 10–15 anni.

Le attuali linee direttive sugli anziani risalgono al 1996. Si rende dunque necessaria una rielaborazione e una concretizzazione. A questo scopo il Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità il 15 aprile 2010 ha organizzato un workshop con la partecipazione di esperti. Circa 30 persone di diverse organizzazioni statali e private hanno dato seguito all'invito e hanno dato il loro contributo ai lavori con conoscenze specialistiche e con la loro esperienza pratica.

Perseguire un orientamento comune
La mattina erano in programma tre relazioni introduttive. La Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner ha descritto le premesse politiche e gli obiettivi. Nella rielaborazione delle linee direttive sugli anziani vanno integrati nuovi sviluppi demografici e sociali senza ridurre la politica degli anziani alla mera discussione sulle strutture di assistenza e sui contenuti nel settore della cura e dell'assistenza. Essa deve essere completa e superare i confini politici. Vanno sfruttati il considerevole potenziale relativo a provvedimenti di promozione della salute e preventivi così come le enormi conoscenze e l'ampio sapere degli anziani nel Cantone dei Grigioni. Per una politica degli anziani di successo è di fondamentale importanza che tutti gli attori della politica degli anziani e del lavoro con gli anziani seguano il medesimo orientamento.
Nella sua relazione Daniel Zindel, teologo e direttore generale della fondazione Gott hilft, ha affrontato il tema "mutamento di valori sociali ed età". La giornalista e scrittrice Dr. Klara Obermüller ha tenuto una relazione sul tema "piacere e frustrazione dell'invecchiamento".

Nei workshop che sono seguiti alla parte introduttiva gli esperti hanno discusso a fondo le bozze per i nuovi principi direttivi e i campi d'azione strategici nella politica degli anziani dei Grigioni. Per via della provenienza diversa degli esperti è nata una discussione vivace e avvincente durante la quale è stato possibile giungere a conclusioni importanti l'ulteriore lavoro. Molti dei partecipanti si sono detti disposti a collaborare anche in futuro in gruppi di lavoro nel quadro della concretizzazione dei principi direttivi e a sostenere l'Ufficio dell'igiene pubblica nell'ulteriore lavoro.

Le nuove linee direttive sugli anziani intendono fissare i principi direttivi per i prossimi 10 – 15 anni, a cui dovranno orientarsi tutti gli attori statali e privati nel Cantone dei Grigioni nel rispettivo settore di competenza. Vanno definiti anche provvedimenti concreti che andranno realizzati nei prossimi anni.

Ulteriore procedura
L'Ufficio dell'igiene pubblica, incaricato della rielaborazione e della concretizzazione delle linee direttive sugli anziani, integrerà ora nell'elaborazione della bozza le conclusioni dei workshop. Inoltre, l'Ufficio dell'igiene pubblica istituirà gruppi di lavoro interdisciplinari che concretizzeranno possibili provvedimenti in base ai risultati dei workshop. In una fase successiva, il prossimo anno le nuove linee direttive sugli anziani verranno poste in consultazione e dopo la rettifica il Governo le approverà.


Persone di riferimento:
- Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, Direttrice del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01
- Rudolf Leuthold, capo dell'Ufficio dell'igiene pubblica, tel. 081 257 26 41


Organo: Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità
Fonte: it Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità
Neuer Artikel