Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 26 agosto 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo grigionese ha inoltrato alla Confederazione per l'approvazione il programma per il sostegno dei Cantoni plurilingui. Il Governo ha inoltre deciso di adeguare le tariffe per le autorizzazioni d'eccezione per il lavoro domenicale. Infine, esso ha formulato la sua presa di posizione in merito a due progetti della Confederazione.

Inoltrato alla Confederazione il programma per il sostegno dei Cantoni plurilingui
Il Cantone dei Grigioni ha elaborato il proprio programma per il sostegno dei Cantoni plurilingui conformemente alla legge sulle lingue della Confederazione. Il Governo grigionese ha approvato il programma e l'ha inoltrato alla Confederazione quale domanda. Per adempiere a compiti particolari il Cantone chiede alla Confederazione mezzi finanziari per un importo pari a 400'000 franchi all'anno per gli anni 2010 e 2011.
La Confederazione ha posto in vigore la legge sulle lingue con effetto al 1° gennaio 2010. In base a questa legge, la Confederazione mette a disposizione ogni anno mezzi per un ammontare pari a circa 1,5 milioni di franchi per il sostegno dei Cantoni plurilingui Berna, Vallese, Friburgo e Grigioni. Questi mezzi vengono concessi in aggiunta agli attuali contributi a favore delle lingue nazionali minoritarie romancio e italiano. Essi servono tuttavia integralmente per le spese proprie del Cantone e non quali contributi a terzi.
Il Cantone prevede di far confluire i mezzi federali supplementari a favore di una vasta gamma di misure nei settori dell'amministrazione e della formazione. Tra le altre cose sono previsti corsi di lingua per i collaboratori dell'Amministrazione cantonale, nonché lavori di terminologia nel Servizio traduzioni cantonale. Sono anche previsti particolari provvedimenti quali corsi di lingua e produzioni di materiale didattico nei settori scuola popolare, liceo e scuole professionali.

Vengono adeguate le tariffe per le autorizzazioni d'eccezione per il lavoro domenicale
Il Cantone dei Grigioni adegua le tariffe per le autorizzazioni d'eccezione per il lavoro domenicale. È quanto ha deciso il Governo, che ha posto in vigore con effetto al 1° settembre 2010 l'ordinanza relativa legge d'applicazione della legge sul lavoro e della prevenzione degli infortuni secondo la legge sull'assicurazione contro gli infortuni.
In caso di procedure di autorizzazione e decisioni onerose, la relativa tariffa, che risale al 2003, viene aumentata da 500 a 3'000 franchi. Al contempo, in caso di autorizzazioni con onere amministrativo trascurabile il Cantone potrà tuttavia rinunciare in futuro a riscuotere delle tasse. Al Governo appare sensato trattare di fatto in modo uguale le imprese soggette e quelle non soggetto all'obbligo di autorizzazione e rinunciare a tasse di poco conto.

Approvata la prevista modifica dell'ordinanza sull'indicazione dei prezzi
Il Governo grigionese è per lo più favorevole alle modifiche previste dalla Confederazione relative all'ordinanza sull'indicazione dei prezzi. Esse creano maggiore trasparenza per i consumatori, valorizzano il criterio della parità di trattamento e tengono maggiormente conto della prassi. Questo è quanto scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione.
Con le modifiche, la Confederazione mira da un lato ad assoggettare nuove prestazioni di servizio all'obbligo d'indicazione dei prezzi. D'altro lato vanno nuovamente allentate singole norme che nella prassi si sono rivelate troppo rigide. Il Governo vede con favore tra l'altro la prevista eliminazione dell'obbligo di esporre i prezzi nelle camere d'albergo, ciò che considera un adeguamento alla prassi odierna. Il Governo è anche dell'opinione che altre modifiche creino maggiore sicurezza giuridica.

Approvata in parte la revisione della legge sulle epizoozie della Confederazione
Il Governo grigionese vede di principio con favore la prevista revisione della legge sulle epizoozie della Confederazione. Vengono così disciplinate a livello di legge le richieste da tempo giustificate di disporre di misure per la lotta contro le epizoozie moderne e che tengano conto delle condizioni attuali. Come scrive il Governo nella sua presa di posizione, con la presente revisione la Confederazione crea tra le altre cose le basi legali affinché le autorità possano svolgere un'efficace prevenzione delle epizoozie.
Il Governo chiede tuttavia che con la revisione la Confederazione crei al contempo la base legale per una banca dati svizzera sui cani (analogamente alla regolamentazione per la Banca dati sul traffico di animali). Una soluzione uniforme a livello nazionale potrebbe considerevolmente migliorare la qualità dei dati e diminuire l'onere dei Cantoni. Per il resto il Governo può approvare il progetto di un fondo nazionale contro le epizoozie solo a condizione che questo fondo sia inteso quale complemento al sistema federale con gli strumenti cantonali e non quale sua sostituzione. Per questa ragione i compiti vanno dapprima definiti in modo possibilmente chiaro.

Dai comuni e dalle regioni

  • Engadina: il Governo rilascia all'Academia Engiadina l'autorizzazione di gestire una scuola specializzata nei settori sanitario e pedagogico a partire dall'anno scolastico 2011/2012. Questa autorizzazione viene rilasciata a titolo provvisorio e su riserva del riconoscimento dei diplomi scolastici da parte della Conferenza svizzera dei direttori cantonali della pubblica educazione.
  • Cazis: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale decisa dal Comune di Cazis il 15 dicembre 2009.
  • Tomils: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale decisa dal Comune di Tomils il 5 marzo 2010.
  • St. Martin: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale decisa dal Comune di St. Martin il 9 dicembre 2009.
  • Silvaplana: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale decisa dal Comune di Silvaplana il 17 febbraio 2010.
  • Präz: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale decisa dal Comune di Präz (dal 1° gennaio 2010: Comune di Cazis) il 12 novembre 2009.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni

  • ARGO Fondazione grigionese per laboratori e centri abitativi per andicappati: viene approvata la domanda inoltrata dalla ARGO Fondazione grigionese per laboratori e centri abitativi per andicappati per la costruzione di una falegnameria a Surava (laboratorio di Tiefencastel). Alla ARGO viene garantito un contributo di al massimo 945'450 franchi per la costruzione di una falegnameria.
  • Bürgerheim Chur: viene approvato il progetto per la trasformazione e l'ampliamento della casa di cura Bürgerheim di Coira. Fatta salva la garanzia del finanziamento residuo, all'ente responsabile viene garantito un sussidio cantonale di al massimo 9'400'000 franchi per la creazione di 66 posti letto di cura.

 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel