Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 2 settembre 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo grigionese garantisce per i prossimi quattro anni una partecipazione di 4 milioni di franchi all'ulteriore offensiva di marketing "Enavant Grischun". Inoltre, ha deciso di continuare il progetto per la trasformazione dell'ex aerodromo militare di San Vittore in una zona industriale. Infine il Governo ha formulato le proprie prese di posizione in merito a diverse procedure di consultazione della Confederazione, tra cui quella per la continuazione di Innotour.

Il Cantone continua a sostenere il progetto "Enavant Grischun"
Il Cantone dei Grigioni sostiene per ulteriori quattro anni la continuazione dell'offensiva di marketing "Enavant Grischun". Questo è quanto ha deciso il Governo grigionese, che garantisce all'ente Grigioni Vacanze un sussidio cantonale al progetto di 1 milione di franchi all'anno per il periodo 2011-2014.
Con la realizzazione di "Enavant Grischun II" si mira ad aumentare ulteriormente la notorietà del marchio grigioni. Al contempo il profilo del marchio va caratterizzato in modo duraturo. Inoltre, i partner turistici e non turistici ottengono una possibilità allettante per collocare e valorizzare i propri prodotti, attraverso l'utilizzo del marchio.
Le valutazioni dell'offensiva pubblicitaria avviata nel 2007 mostrano che finora gli obiettivi hanno potuto essere raggiunti e che per il Cantone dei Grigioni nell'insieme gli effetti sono molto positivi. Secondo il Governo, la continuazione di Enavant Grischun è quindi indicata, tanto più che ogni creazione di un marchio comporta un lavoro di perfezionamento a lungo termine.

L'aerodromo di San Vittore deve diventare una zona industriale
Il Cantone dei Grigioni intende convertire l'ex aerodromo militare di San Vittore e i terreni circostanti in una zona industriale concorrenziale. Le parcelle di terreno dovranno essere in seguito offerte a imprese desiderose di insediarvisi e capaci di presentare buone prospettive per il futuro. Il Governo grigionese ha preso atto dei risultati delle prime verifiche svolte da un gruppo di lavoro. Esso ha incaricato l'Ufficio dell'economia e del turismo di continuare il progetto e di elaborare un piano globale per la realizzazione di uno sfruttamento economico dei terreni.
Il sedime di armasuisse, completato da ulteriori terreni nelle immediate vicinanze, costituisce la più vasta riserva di terreno nel Cantone dei Grigioni da destinare a uno sviluppo economico e offre presupposti adatti all'insediamento strategico di imprese e alla creazione di posti di lavoro.
In una prossima fase vanno create tutte le premesse necessarie all'inizio dei lavori di urbanizzazione. Ciò deve avvenire in collaborazione con la proprietaria del terreno, armasuisse, e in accordo con il Comune di San Vittore e con la Regione Mesolcina. Una condizione necessaria consiste nell'approvazione da parte del Comune di San Vittore del corrispondente piano delle utilizzazioni comunale.

Il Governo è favorevole alla prevista continuazione di Innotour
Il Governo grigionese è favorevole alla prevista revisione della legge federale che promuove l'innovazione, la collaborazione e lo sviluppo delle conoscenze nel turismo (Innotour) e al conseguente nuovo orientamento contenutistico. Esso sostiene la proposta di abrogare la limitazione della durata di Innotour. Questo è quanto scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione.
La legge Innotour, entrata in vigore nel 1998, persegue l'obiettivo di migliorare l'attrattiva dell'offerta turistica e la competitività della Svizzera quale destinazione turistica. Il Consiglio federale e il Parlamento in passato hanno già prorogato due volte la durata limitata della legge, la cui validità scadrà nuovamente a fine gennaio 2012. Considerate le esperienze positive in sede di esecuzione si prevede ora di convertire l'atto legislativo in una legge di durata indeterminata.
Al Governo il nuovo concetto di promozione di Innotour suddiviso a livello organizzativo nei tre settori "innovazione", "collaborazione" e "sviluppo delle conoscenze" sembra completo ed efficace. Viene accolto con esplicito favore il rafforzamento della competitività delle destinazioni quale obiettivo sovraordinato di Innotour.
Secondo il Governo, per poter continuare a ottenere gli effetti desiderati Innotour va dotato dei relativi mezzi, ossia di almeno 5 milioni di franchi all'anno. Il finanziamento non deve essere compensato a scapito dei contributi a Svizzera Turismo. Il Governo ritiene che vada nell'insieme rafforzata la promozione del turismo a livello nazionale. Inoltre, esso richiede che prima di garantire contributi Innotour a progetti modello vengano interpellati i relativi uffici cantonali competenti. Solo così può essere garantito il coordinamento con le promozioni cantonali della nuova politica regionale (NPR). Infine, il Governo chiede alla Confederazione di chiarire il suo impegno nel settore della statistica sul turismo. La legge Innotour riveduta non deve quindi portare a un ulteriore ritiro da parte della Confederazione dalla statistica microterritoriale sul turismo.

Respinta l'iniziativa parlamentare "Maggiore protezione dei consumatori"
Il Governo grigionese è contrario all'iniziativa parlamentare "Maggiore protezione dei consumatori". La revisione prevede di prorogare a due o cinque anni il termine di prescrizione delle azioni per difetti della cosa nella vendita di cose mobili.
Dato che a quanto pare rimane possibile escludere l'obbligo di garanzia, secondo il Governo la maggiore protezione dei consumatori è impercettibile. Come scrive nella sua presa di posizione, la modifica prevista del Codice delle obbligazioni non ha quindi praticamente nessuna rilevanza e nel punto principale non si assiste a un adeguamento al diritto europeo e alle legislazioni degli Stati limitrofi. Non si giustifica perciò alcuna modifica del diritto vigente.

Sostegno all'aggiornamento dell'elenco di organizzazioni di protezione dell'ambiente legittimate a ricorrere
Il Governo grigionese accoglie con favore l'aggiornamento dell'elenco di organizzazioni di protezione dell'ambiente legittimate a ricorrere proposto dalla Confederazione. È quanto scrive nella propria presa di posizione a destinazione della Confederazione in merito alla modifica dell'ordinanza che designa le organizzazioni di protezione dell'ambiente nonché di protezione della natura e del paesaggio legittimate a ricorrere.
Un adeguamento del 20 dicembre 2006 della legge federale sulla protezione dell'ambiente precisa in che misura le organizzazioni di protezione dell'ambiente legittimate a ricorrere possano svolgere un'attività economica. La Confederazione ha quindi verificato l'elenco delle organizzazioni legittimate a ricorrere per quanto riguarda la compatibilità della loro attività economica con le nuove normative. Inoltre, la Confederazione ha verificato che le organizzazioni di protezione dell'ambiente legittimate a ricorrere adempiano ancora gli ulteriori presupposti del diritto di ricorso.

Dai comuni e dalle regioni

  • Davos: viene approvato il progetto del Comune di Davos per il distacco artificiale di valanghe "Frauentobel". Per le spese viene garantito un sussidio di al massimo 591'200 franchi.
  • Engadina Bassa: viene approvata la revisione parziale dello statuto della corporazione regionale Pro Engiadina Bassa.
  • Bivio: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale "Hotel Solaria" del 17 giugno 2010, decisa dal Comune di Bivio.
  • Pontresina: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Pontresina, decisa l'8 giugno 2010.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel