Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 16 settembre 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo grigionese ha deciso di far allestire una bozza per una nuova legge cantonale sulla promozione delle scuole universitarie e della ricerca. Con ciò si mira a rafforzare la piazza di ricerca grigionese. Inoltre, il Governo ha fissato i contributi per le offerte di custodia ai bambini complementare alla famiglia per l'anno prossimo. Infine, ha formulato la sua presa di posizione a destinazione della Confederazione relativa all'indagine conoscitiva inerente le modifiche di ordinanze sulla protezione e l'utilizzo dei corsi d'acqua.

Via libera del Governo alla preparazione di una legge sulla promozione delle scuole universitarie e della ricerca
Il Cantone vuole elaborare una nuova legge sulla promozione delle scuole universitarie e della ricerca per rafforzare la piazza di ricerca grigionese. È quanto ha deciso il Governo grigionese, ponendo le basi per i lavori preparativi.
Nella sessione di febbraio 2008 il Gran Consiglio ha approvato un intervento a favore della realizzazione di una legge sulla promozione delle scuole universitarie e della ricerca. Per disporre di basi adeguate, è stato commissionato un rapporto che deve presentare proposte realizzabili a livello politico per dare un indirizzo alla politica universitaria grigionese e per strutturarla. Il Governo ha ora preso atto del rapporto del Dr. Stephan Bieri "Piazza formativa e di ricerca dei Grigioni". Contemporaneamente il Governo ha istituito un gruppo di progetto incaricato di preparare un progetto di legge. La relativa procedura di consultazione dovrà iniziare nella primavera del 2011.
Mentre le forme giuridiche esistenti delle scuole universitarie grigionesi vanno mantenute, bisogna invece creare strutture adeguate per la promozione statale del settore della ricerca. Secondo il Governo, per poter partecipare in modo adeguato agli sviluppi a livello svizzero, per le scuole universitarie e gli istituti di ricerca nei Grigioni è di vitale importanza la connessione intercantonale. Per questo motivo nell'ambito dell'ulteriore elaborazione del progetto va prestata particolare attenzione alla cooperazione intercantonale.

Fissati i contributi per il 2011 per le offerte della custodia ai bambini complementare alla famiglia
Il Governo grigionese ha fissato i nuovi costi standard per i fornitori di servizi per la custodia ai bambini complementare alla famiglia aventi diritto a sussidi. Per il 2011 questi costi ammontano a 9,20 franchi per ora di custodia e bambino. La percentuale contributiva del Cantone viene fissata come finora al 25 percento dei costi standard per i primi tre anni dei nuovi servizi e al 20 percento dei costi standard per tutti gli altri servizi. Nel 2011, l'aliquota superiore del 25 percento vale per 9 nuove strutture di custodia collettiva diurna, asili nido o posti di accoglienza per il pranzo.
La tariffa dei costi standard di 9,20 franchi per il 2011 risulta di 0,15 franchi superiore rispetto al 2010. Complessivamente, per il 2011 il Cantone ha preventivato un sussidio di 2'205'500 franchi all'offerta di custodia ai bambini complementare alla famiglia. Nei Grigioni sono riconosciuti come aventi diritto a sussidi in totale 502 posti di custodia annuali.

La Confederazione deve rielaborare le modifiche alle ordinanze relative alla protezione e all'utilizzo dei corsi d'acqua
Il Governo grigionese non è d'accordo con le modifiche di diverse ordinanze relative alla protezione e all'utilizzo dei corsi d'acqua proposte dalla Confederazione. Complessivamente le proposte di revisione si rivelano poco riuscite e necessitano di una rielaborazione sostanziale. È quanto scrive il Governo nella presa di posizione a destinazione della Confederazione.
Nel dicembre 2009, le Camere federali hanno deciso di proporre delle modifiche a diverse leggi federali quale controprogetto indiretto all'iniziativa popolare "Acqua viva". Le ordinanze necessarie vanno adeguate di conseguenza. Questo concerne in particolare le modifiche dell'ordinanza sulla protezione delle acque, dell'ordinanza sulla sistemazione dei corsi d'acqua, deII'ordinanza sulI'energia e dell'ordinanza concernente la legge federale sulla pesca.
Come spiega ulteriormente il Governo nella presa di posizione, diversi settori delle revisioni proposte rientrano nella competenza dei Cantoni. Al riguardo, l'atteggiamento della Confederazione nei confronti dei Cantoni è caratterizzato in gran parte da un sentimento di sfiducia. I Cantoni andrebbero ad esempio regolarmente richiamati dalla Confederazione per quanto riguarda la pianificazione di misure per la rivitalizzazione e il risanamento del flusso discontinuo, ma anche per il miglioramento delle condizioni per i pesci. I Cantoni non hanno bisogno di un simile controllo dettato dall'alto, poiché sono in grado loro stessi di realizzare correttamente eventuali provvedimenti. Allo stesso modo il Governo respinge gli ambiziosi termini di realizzazione che si rivelano irrealistici per i Cantoni con numerose centrali ad accumulazione e molti tratti fluviali arginati.

Dai comuni e dalle regioni 

  • Grigioni settentrionale: viene approvato il piano direttore regionale "Langsamverkehr Subregion Rheintal", deciso il 30 marzo 2010 dalla corporazione regionale Grigioni settentrionale.
  • Bregaglia: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del 27 novembre 2009 decisa dall'allora Comune di Soglio (dal 1° gennaio 2010 Comune di Bregaglia).
  • Breil/Brigels: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale decisa il 3 maggio 2010 dal Comune di Breil/Brigels.
  • Schiers: al Comune di Schiers viene garantito un sussidio forfetario di 67'500 franchi per l'unione dell'approvvigionamento idrico di Schiers con quello di Vorder-/Mittellunden.

 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel