Zum Seiteninhalt

Il Governo presenta il rapporto sull'attuazione dei principi di public corporate governance

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha approvato il rapporto sull'attuazione dei principi di public corporate governance per il Cantone dei Grigioni a destinazione del Gran Consiglio. Il rapporto mostra che per quanto riguarda la gestione delle partecipazioni cantonali i Grigioni si trovano in una buona situazione. Tuttavia, per conservare gli interessi cantonali e per aumentare la trasparenza, il Governo vuole procedere a ottimizzazioni in determinati settori. Il Parlamento discuterà il rapporto nella sessione di dicembre 2010.

Per "public corporate governance" si intendono i principi dell'organizzazione e della gestione di enti esterni incaricati dell'amministrazione, che mirano a fare in modo che questi enti forniscano prestazioni efficienti. Il rapporto approvato dal Governo fornisce da un lato una panoramica sullo sviluppo e sullo stato nel settore della corporate governance e descrive lo stato attuale delle partecipazioni del Cantone. D'altro lato nel rapporto viene anche formulata una strategia per la gestione e il controllo delle partecipazioni e vengono fissati i relativi principi.

Ampio portafoglio di partecipazioni
Il Cantone dispone di un ampio ed eterogeneo portafoglio di partecipazioni. Hanno una grande importanza gli istituti autonomi di diritto pubblico, ovvero la Banca Cantonale Grigione, l'Assicurazione fabbricati dei Grigioni, la Cassa per i danni della natura, l'Istituto delle assicurazioni sociali, la Cassa cantonale pensioni dei Grigioni o ancora i Servizi psichiatrici dei Grigioni, il Centro di formazione in campo sanitario e sociale, la Scuola universitaria per la tecnica e l'economia, nonché l'Alta scuola pedagogica dei Grigioni. Un'altra parte importante è costituita dalle partecipazioni sotto forma di azioni nella Ferrovia Retica, nonché in diverse società idroelettriche. Infine, vi sono inoltre numerosi investimenti e partecipazioni del Cantone in diverse organizzazioni di diritto privato, tra le quali rientrano anche i consorzi agricoli.

Complessivamente, oltre ai nove istituti autonomi di diritto pubblico il Cantone conta oggi altre 45 partecipazioni che servono ad adempiere un compito pubblico. Non sono comprese le organizzazioni e le istituzioni che ricevono unicamente sostegno finanziario sotto forma di sovvenzioni, così come non rientrano tra le partecipazioni gli impegni del Cantone in fondazioni e associazioni.

Nessuna urgente necessità di agire, ma potenziale di miglioramento
In base alla situazione odierna e alle esperienze del passato, il Governo osserva nel rapporto che nel settore della gestione delle partecipazioni non vi è una necessità di agire urgente e immediata. Ciononostante, il Governo individua un potenziale di miglioramento in singoli settori. Ad essere interessata è in primo luogo la gestione strutturale e non quella contenutistica delle partecipazioni, nonché la creazione di trasparenza.

Il Governo prevede di disciplinare in un'ordinanza che entrerà in vigore con effetto al 1° gennaio 2011 l'attuazione delle misure di miglioramento, dopo la discussione del rapporto in Gran Consiglio. La nuova ordinanza mira a garantire un rapporto equilibrato tra gestione e controllo delle partecipazioni del Cantone dei Grigioni. Allo stesso modo il Governo vuole così mantenere gli interessi cantonali e creare trasparenza. Ciò avverrà in futuro con la presentazione di rapporti standardizzati, nonché con la valutazione a scadenze regolari della necessità e della configurazione dell'impegno cantonale.

All'interno dell'Amministrazione i diversi ruoli del Cantone verranno separati e attribuiti in modo chiaro dal punto di vista organizzativo. Inoltre, in futuro il Governo fisserà per ogni partecipazione obiettivi del proprietario individuali, per quanto essi non siano già prescritti in modo sufficiente da una legge. Concretamente si tratta ad esempio dei principi seguenti:
- Gli obiettivi perseguiti con la partecipazione vanno esaminati periodicamente.
- Il Governo è organo di nomina per le rappresentanze cantonali oppure le propone.
- Nella selezione delle rappresentanze cantonali viene applicato un profilo di requisiti; in casi eccezionali il Governo deve poter destituire le rappresentanze cantonali.
- Per le rappresentanze cantonali deve valere il limite d'età di 70 anni.
- Le indennità degli organi di condotta strategici per gli istituti autonomi di diritto pubblico devono essere fissate dal Governo su proposta dell'organo di condotta strategico.
- Le indennità devono essere dichiarate secondo regole prestabilite.
- Il Governo stabilisce regolamentazioni uniformi per il processo di approvazione dei conti e dei rapporti annuali.
- La necessità delle partecipazioni viene verificata ogni 4 anni.

Soluzioni semplici e snelle
In futuro i principi di public corporate governance andranno considerati ai sensi di prescrizioni generali in caso di adeguamenti di atti normativi e accordi di prestazioni cantonali. Questi principi hanno effetto all'interno dell'Amministrazione e devono essere applicati per analogia da Governo e Amministrazione a tutte le partecipazioni del Cantone in modo perlopiù indipendente dalla loro forma sociale.

Questa supervisione sistematica delle partecipazioni del Cantone è una parte importante della public corporate governance. Per il Governo è comunque necessario tenere conto delle diverse situazioni. L'attuazione dei principi di public corporate governance deve avvenire con le risorse di personale esistenti nell'Amministrazione. Ciò è possibile solo se l'attuazione si limita all'essenziale e prevede soluzioni semplici e snelle. Il Governo vuole limitare allo stretto necessario l'ulteriore onere amministrativo.


Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Dr. Martin Schmid, Direttore del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel