Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 28 ottobre 2010

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen

Il Governo grigionese ha deciso di integrare il Centro per la prevenzione e la promozione della salute ZEPRA nell'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica, con l'obiettivo di ottimizzare ulteriormente l'adempimento dei compiti in questo settore e di impiegare i mezzi esistenti in modo più economico. Per il resto il Governo ha posto in vigore diverse leggi cantonali, tra le quali la nuova legge sui registri degli abitanti, e ha formulato le sue prese di posizione in merito alle procedure di consultazione della Confederazione.

Il Centro per la prevenzione e la promozione della salute ZEPRA sarà integrato nell'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica
A partire dal 2012, il Centro per la prevenzione e la promozione della salute (ZEPRA) nel Cantone dei Grigioni sarà integrato nell'Ufficio dell'igiene pubblica. È quanto ha deciso il Governo grigionese, che ha disdetto per la fine del 2011 il relativo mandato di prestazioni con il Cantone di San Gallo per la gestione del Centro. Ciò con l'obiettivo di ottimizzare ulteriormente l'adempimento dei compiti nel settore sempre più importante della prevenzione e di impiegare i mezzi esistenti in modo più economico.
Dal 2001 il Cantone di San Gallo gestisce il Centro per la prevenzione e la promozione della salute (ZEPRA) nel Cantone dei Grigioni in base a un mandato di prestazioni. L'offerta del Centro con sede a Coira comprende la promozione della salute e la prevenzione psicosociale non medica per la popolazione del Cantone dei Grigioni. L'importo forfetario del Cantone ammonta a circa 770'000 franchi all'anno.
Sia l'Ufficio cantonale dell'igiene pubblica, sia ZEPRA svolgono compiti nel settore della promozione della salute e della prevenzione. La direzione del vasto programma cantonale "grigioni in movimento" è ad esempio integrata nell'Ufficio dell'igiene pubblica. Con il trasferimento del Centro nell'Ufficio dell'igiene pubblica, in futuro le misure sanitarie e di previdenza sanitaria, nonché la prevenzione medica e non medica potranno essere meglio coordinate. Anche i mezzi per la promozione della salute e per la prevenzione potranno venire impiegati in modo più economico. Dal 1° gennaio 2012 il Centro sarà trasferito nella sezione Promozione della salute e prevenzione dell'Ufficio dell'igiene pubblica. L'obiettivo è conservare il know-how del Centro accumulato negli ultimi dieci anni assumendo se possibile i collaboratori di ZEPRA Grigioni.

Posta in vigore la nuova legge sui registri degli abitanti
Il Governo grigionese ha posto in vigore la nuova legge sui registri degli abitanti e la relativa ordinanza con effetto al 1° dicembre 2010. Il Gran Consiglio ha approvato la legge nella sessione di giugno 2010, mentre il termine di referendum è scaduto inutilizzato il 22 settembre 2010.
La legge serve all'esecuzione della legge federale sull'armonizzazione dei registri degli abitanti e di altri registri ufficiali di persone. I registri sono stati uniformati per quanto concerne contenuto, nomenclatura e aggiornamento. Contemporaneamente la legge crea le basi per consentire in futuro una trasmissione elettronica standardizzata dei dati. Ciò porta benefici alla Confederazione, ai Cantoni e ai comuni e permette un lavoro più efficiente grazie a procedure semplificate nell'amministrazione. In questo modo, a partire dal 2010, il censimento della popolazione non avverrà più come un tempo ogni dieci anni a mezzo di un questionario cartaceo. Quattro volte all'anno, l'Ufficio federale di statistica dovrà invece avere accesso elettronico diretto ai dati presenti nei registri per analisi statistiche.

Posti in vigore gli adeguamenti legislativi relativi all'Assicurazione fabbricati, alla protezione antincendio e alla Cassa per i danni della natura
Il Governo grigionese ha posto in vigore con effetto al 1° gennaio 2011 la revisione della legge sull'Assicurazione fabbricati, la nuova legge sulla protezione antincendio preventiva e sui pompieri, nonché la revisione parziale della legge sull'indennizzo dei danni causati dalla natura non assicurabili con le relative ordinanze. Il Gran Consiglio ha approvato i tre progetti nella sessione di giugno 2010, mentre il termine di referendum è scaduto inutilizzato il 22 settembre 2010.
In sostanza, in tutti e tre i progetti di legge viene attuata la direttiva della Costituzione cantonale che prevede di disciplinare in una legge tutte le disposizioni importanti. Nell'ambito della revisione della legge sull'Assicurazione fabbricati, le disposizioni sul rapporto di assicurazione vengono al contempo adeguate alle condizioni attuali. Inoltre, nella nuova legge sulla protezione antincendio vengono riprese le disposizioni sulla prevenzione e la lotta contro i danni del fuoco. La terza legge aumenta infine l'aliquota d'indennizzo massima della Cassa per i danni della natura dall'attuale 50 percento all'80 percento.

Il Governo favorevole alla reintroduzione delle pene detentive di breve durata
Il Governo grigionese si dice favorevole alla modifica del Codice penale prevista dalla Confederazione. Esso considera corretto reintrodurre le pene detentive di breve durata e abrogare le pene pecuniarie con la condizionale.
Come scrive il Governo nella sua presa di posizione, esso appoggia l'intento del progetto che vuole tenere conto delle critiche mosse al nuovo sistema di sanzioni con una modifica del diritto delle sanzioni. L'obiettivo principale è ottenere un calo delle pene pecuniarie e di abrogare la loro precedenza nei confronti delle pene detentive, nonché la possibilità di un'esecuzione con la condizionale delle pene pecuniarie. Secondo il Governo in questo ambito è stata a ragione riconosciuta una necessità d'agire, visto che non si sono manifestati gli effetti preventivi di una pena pecuniaria con la condizionale. Inoltre, il Governo vede con favore il fatto che con la revisione si intendano limitare le ampie possibilità di combinare diverse sanzioni e un'esecuzione con condizionale, con condizionale parziale e senza condizionale. Ciò è oggi infatti fonte di confusione. Il Governo si dice anche d'accordo con il progetto di reintroduzione dell'espulsione giudiziaria, sebbene non sia del tutto convinto che in questo modo si possano effettivamente raggiungere gli obiettivi auspicati.
Si dice per contro contrario all'introduzione della sorveglianza elettronica quale ulteriore forma di esecuzione nel settore delle pene di breve durata. Da un lato proprio in questo settore sono già a disposizione numerose possibilità di sanzioni che permettono di evitare che l'autore di un reato venga sradicato dall'ambiente sociale in cui è ben integrato. D'altro lato secondo il parere del Governo a questa forma di esecuzione manca un vero carattere di sanzione, ragione per cui il considerevole onere per l'installazione e la gestione del sistema di sorveglianza elettronica non appare giustificato.

Riserve nei confronti della revisione totale della legge federale sull'alcool
Il Governo grigionese chiede di apportare dei correttivi alla revisione totale della legge sull'alcool e all'avamprogetto della legge sull'imposizione delle bevande spiritose proposti dalla Confederazione. Come scrive il Governo nella sua presa di posizione a destinazione della Confederazione, esso non si oppone alla prevista suddivisione in due atti normativi dei settori "imposte" e "prevenzione". Vede espressamente con favore anche l'introduzione di una base legale per i test d'acquisto. Secondo il Governo una simile base deve essere introdotta indipendentemente dall'esito della consultazione.
Il Governo non è però d'accordo con il fatto che negli avamprogetti manchi una disposizione che permetta ai Cantoni di riscuotere una tassa per il commercio al dettaglio di bevande distillate e liquori. Inoltre, il Governo chiede che l'obbligo cantonale della licenza per il commercio al dettaglio rimanga limitato come finora a liquori e distillati e non venga esteso al commercio di tutte le bevande alcoliche come anche birra o vino. In caso contrario aumenterebbe l'onere amministrativo per esercenti e amministrazione, sebbene il vantaggio sarebbe limitato. In generale si critica la nuova densità normativa nel commercio al dettaglio, praticamente impossibile da attuare. Il Governo è piuttosto favorevole a una politica dell'alcol responsabile, con misure finalizzate a impedire l'abuso di alcol.
Con gli adeguamenti, la Confederazione intende creare i presupposti per una politica dell'alcol coerente. La legge sull'alcool vigente, che nonostante diverse revisioni parziali non corrisponde più all'odierna realtà economica e sociale, va sostituita da una legge sull'imposizione delle bevande spiritose e da una nuova legge sull'alcol. Con la legge sull'imposizione delle bevande spiritose il Consiglio federale vuole porre le basi per una liberalizzazione del mercato dell'etanolo e per una semplificazione del sistema fiscale e del controllo. L'avamprogetto della legge sull'alcol assoggetta il commercio di tutte le bevande alcoliche a disposizioni uniformi che mirano alla tutela della gioventù.

Dai comuni e dalle regioni 

  • Tenna: al Comune di Tenna viene garantito un sussidio di 38'518 franchi alle spese supplementari per il risanamento e il potenziamento dell'impianto di approvvigionamento idrico.
  • Falera: il progetto "Lawinen- und Steinschlagverbauung Alp Dadens Sura" del Comune di Falera viene approvato e sostenuto con un sussidio di al massimo 112'000 franchi.
  • Cauco: al Comune di Cauco viene garantito un sussidio di 120'000 franchi alle spese supplementari della rivitalizzazione della golena "Pian de Alne".
  • Davos: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale, decisa dal Comune di Davos il 1° luglio 2010.
  • Küblis: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di Küblis dell'11 giugno 2010.
  • Scuol: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale, decisa dal Comune di Scuol il 25 aprile 2010.
  • St. Antönien: viene approvata la revisione parziale della pianificazione locale del Comune di St. Antönien del 20 maggio 2010.

 
Personale

  • Brigitte Brun, residente a Malans, è stata nominata segretaria di concetto del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente con effetto al 1° febbraio 2011.
  • Robert Ambühl-Losa, residente a Davos Dorf, è stato nominato presidente del Consiglio di scuola universitaria dell'Alta scuola pedagogica con effetto al 1° gennaio 2011 per il rimanente periodo di carica, ovvero fino al 30 giugno 2012. Egli succede a Martin Jäger.

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni

Neuer Artikel