Zum Seiteninhalt

Maggiori diritti di partecipazione per la regione Engadina Alta nell'ambito dell'aerodromo di Samedan

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
In futuro l'aerodromo regionale di Samedan dovrà essere proprietà dell'ente pubblico. Con questa struttura organizzativa è possibile rafforzare la partecipazione regionale e garantire lo sviluppo sostenibile dell'aerodromo. In occasione di un incontro informativo con rappresentanti di turismo, economia, politica e ambiente, il Consigliere di Stato Mario Cavigelli ha sottolineato l'importanza dell'aerodromo quale infrastruttura di trasporto, nonché quale fondamentale motore economico per la regione e il Cantone.

Dall'estate 2010, un gruppo direttivo composto da rappresentanti del Circolo dell'Engadina Alta, dei Comuni dell'Engadina Alta, dell'organizzazione turistica Engadin St. Moritz, di Engadin Airport AG, del Cantone dei Grigioni e da esperti di aviazione si sta occupando del futuro dell'aerodromo regionale di Samedan. Nella primavera del 2011 questo gruppo si è accordato in merito a un modello organizzativo. L'infrastruttura e l'esercizio dell'aerodromo vanno separati. In futuro, l'infrastruttura dovrà diventare proprietà dell'ente pubblico (Circolo dell'Engadina Alta). Questo modello garantisce alla regione diritti di partecipazione migliori per quanto riguarda l'esercizio e maggiori possibilità di influire sullo sviluppo desiderato dell'aerodromo.

Le nuove basi legali e contrattuali vengono sottoposte alla popolazione
In vista dell'imminente trattazione nel consiglio di circolo e della votazione popolare in Engadina Alta, negli ultimi mesi sono state elaborate le basi legali e contrattuali necessarie a una nuova organizzazione dell'aerodromo. Inoltre, si sono svolti accertamenti approfonditi in merito all'importanza per l'economia regionale e a uno sviluppo sostenibile dell'aerodromo. Oltre alla costituzione di una società d'infrastrutture di diritto pubblico, con il progetto sono anche urgentemente necessari investimenti per un'attività di volo sicura, sostenibile, stabile a lungo termine e adeguata alle esigenze. Con le strutture organizzative previste, il gestore dell'aerodromo e le imprese insediate al suo interno disporranno al contempo di maggiore sicurezza di utilizzazione e di pianificazione.

Aerodromo regionale quale motore economico centrale per l'Engadina Alta
Durante un forum, recentemente le basi elaborate sono state presentate ai rappresentanti di turismo, economia, politica e ambiente. Su invito del gruppo direttivo dell'aerodromo di Samedan, circa 60 partecipanti hanno potuto porre delle domande inerenti il progetto e fornire suggerimenti preziosi. Il riscontro alle proposte del gruppo direttivo relative al futuro dell'aerodromo regionale è stato sostanzialmente positivo. L'obiettivo consiste nell'ottenere una netta approvazione da parte degli aventi diritto di voto in autunno. In vista della necessaria approvazione da parte del Gran Consiglio, anche il Consigliere di Stato Cavigelli auspica un chiaro segnale da parte degli aventi diritto di voto dell'Engadina Alta. Egli ha sottolineato l'importanza dell'aerodromo di Samedan per la regione e per l'intero Cantone. L'aerodromo regionale sarebbe un motore economico centrale e un importante datore di lavoro per la regione Engadina Alta. Quale via di accesso agli alberghi, l'aerodromo offrirebbe un contributo importante al funzionamento delle prestazioni principali del turismo. Al contempo, l'aerodromo servirebbe a diverse imprese di elitrasporto quale base per voli di salvataggio e di trasporto e aumenterebbe quindi in modo determinante la sicurezza di approvvigionamento della regione.

Il gruppo direttivo si occuperà dei punti scaturiti dal forum prima di completare, all'inizio di maggio, la documentazione che verrà poi sottoposta al Circolo dell'Engadina Alta e al Governo. Lo scadenzario per la trattazione nel consiglio di circolo e per una votazione popolare verrà stabilito dal Circolo dell'Engadina Alta. Per quanto possibile, una prima informazione pubblica dovrebbe avvenire in giugno.


Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Mario Cavigelli, Direttore del Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste, tel. 081 257 36 01
- Thomas Nievergelt, sindaco di Samedan, 081 851 07 10


Organo: Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste
Fonte: it Dipartimento costruzioni, trasporti e foreste
Neuer Artikel