Zum Seiteninhalt

Il Governo vuole rafforzare ulteriormente il turismo

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La legge sulle tasse turistiche (LTT) è l'ultimo importante tassello nella riforma del turismo grigionese e permette di garantire il finanziamento delle attività turistiche delle organizzazioni turistiche e dei comuni. Con la LTT, il Governo vuole dare un contributo al miglioramento della competitività del turismo grigionese. Con la LTT viene creata una solida base per il finanziamento di marketing, infrastrutture e manifestazioni.

Per garantire l'insediamento decentralizzato nei Grigioni e posti di lavoro in tutto il Cantone, il turismo è necessario. Il turismo viene considerato il motore principale dell'economia grigionese. La percentuale del turismo nell'intera quota di esportazioni dell'economia grigionese ammonta a circa il 55 per cento ed è di conseguenza nettamente superiore a quella dell'industria o di altri fornitori di servizi. La riforma del turismo grigionese lanciata all'inizio del 2006 è incontestata, riconosciuta da tutte le parti e pone le basi affinché i Grigioni arrestino la tendenza al ribasso in ambito turistico e possano beneficiare del potenziale di crescita del turismo internazionale. Da oltre 90 enti turistici perlopiù locali sono nate 15 organizzazioni di gestione delle destinazioni (OGD) sovracomunali e organizzazioni turistiche regionali (O-TReg). 

Finanziamento disciplinato a livello cantonale e sostituzione delle leggi comunali
La tassa di soggiorno e la tassa di promozione turistica oggi riscosse nella maggior parte dei comuni andranno sostituite da un'unica tassa. Questo finanziamento disciplinato a livello cantonale sostituisce circa 120 diverse leggi comunali. La tassa turistica andrà riscossa in tutti i comuni del Cantone, graduata per regioni secondo l'intensità turistica. La cerchia degli assoggettati (esercizi ricettivi, imprese, proprietari di abitazioni di vacanza) è definita allo stesso modo in tutti i comuni. Anche la base di calcolo della tassa è uguale per tutti a livello cantonale. Il finanziamento disciplinato a livello cantonale sgrava dal punto di vista amministrativo i comuni che applicano già una tassa e aumenta l'efficienza delle nuove OGD e O-TReg. 

Dalla frequenza alla capacità
Per tutti gli esercizi ricettivi, a titolo di novità per stabilire la tassa non ci si basa più sulla frequenza (pernottamenti), bensì sulla capacità (numero di camere per gli alberghi o superficie abitabile per le abitazioni di vacanza). Si tratta di un grande vantaggio. Finora venivano infatti tassati solo i "letti caldi" (tassa di soggiorno). Con il calcolo della capacità, i "letti freddi" vengono ora trattati come i "letti caldi". In questo modo viene premiato l'imprenditore attivo: quanto maggiore è l'occupazione, tanto più vantaggiosa è la tassa (calcolata per ospite). I proprietari di abitazioni di vacanza vengono motivati a offrire la loro proprietà in locazione. È anche possibile ridurre in modo determinante gli abusi nella riscossione (mancata indicazione di pernottamenti). Con una tassa secondo la capacità, le entrate per comuni e organizzazioni turistiche possono inoltre essere meglio pianificate. Ciò è molto importante soprattutto in periodi difficili come quelli attuali (che vedono un calo dei pernottamenti), poiché proprio in questi periodi non si devono ridurre gli sforzi di marketing. 

Finanziamento da parte dei beneficiari del turismo
La tassa viene versata da tutti gli esercizi ricettivi, i proprietari di abitazioni di vacanza e le aziende che, direttamente o indirettamente, beneficiano del turismo. In tal modo tutti gli attori che beneficiano del turismo possono venire coinvolti nel finanziamento. L'ammontare della tassa è determinato dal beneficio turistico. Le imprese di settori a maggiore intensità turistica vengono maggiormente gravate. Per aziende in regioni fortemente dipendenti dal turismo vengono inoltre applicate aliquote contributive più alte. Non sono soggetti alla tassa gli abitanti del Cantone (fatta eccezione per i proprietari di abitazioni di vacanza). Non sono inoltre soggette alla tassa le capanne sui monti e le capanne di caccia, a condizione che non vengano affittate a vacanzieri. 

L'autonomia comunale viene mantenuta
I comuni stabiliscono i mezzi da impiegare per il turismo nella loro regione e l'entità della tassa. La LTT attribuisce ampie competenze ai comuni. Con ciò si garantisce che anche le differenti esigenze regionali possano essere attuate nel modo migliore. La condizione è costituita dalla collaborazione con una OGD od OTReg. Si tiene così ad esempio completamente conto delle esigenze di regioni che dispongono già di soluzioni di finanziamento (Davos, Engadina Alta). Gli utili della tassa turistica rimangono nella regione e con essi vengono finanziati lo sviluppo turistico generale (infrastrutture, manifestazioni, uffici informazioni, ecc.) e le attività delle OGD e delle OTReg locali che si occupano del marketing turistico professionale (allestimento dei prodotti, vendita e distribuzione, promozione e controllo dei risultati). 

Nuovi impulsi per contrastare la crisi
Il turismo è importante in ogni valle del Cantone. Se si intende affrontare in modo efficace le sfide attuali quali la forza del franco, il calo della domanda, la lotta per il miglior rapporto prezzo-prestazioni, ecc., nei Grigioni sono indispensabili strutture competitive e mezzi sicuri da destinare alle infrastrutture turistiche e al marketing turistico. Pur non essendo l'unico strumento con il quale il turismo può essere rimesso sulla buona strada, la LTT è uno di questi. La LTT è la base legale per una tassa turistica estesa a tutto il territorio, efficace ed equa, finanziata da tutti coloro che traggono beneficio e guadagno dal turismo. Essa sostituisce 120 leggi comunali ed è molto flessibile. Quale ultima importante pietra miliare della riforma del turismo, la LTT rafforza il turismo nei Grigioni, in quanto garantisce i posti di lavoro nelle regioni, come pure l'insediamento decentralizzato. 

La LTT gode di un ampio sostegno
Il Governo è convinto che nella sessione di aprile il Gran Consiglio abbia approvato un progetto equilibrato, molto importante per affrontare le imminenti sfide del turismo grigionese. La LTT è oggi sostenuta anche da Hotelleriesuisse Grigioni, da Bergbahnen Graubünden, da Gastro Grigioni, dall'Unione grigionese delle arti e mestieri, dalla Camera di commercio e Associazione padronale dei Grigioni, dalla Società grigionese degli impresari-costruttori, dall'Unione dei contadini grigionesi e da altre organizzazioni. Il Popolo grigionese deciderà in merito al progetto il 25 novembre 2012. Se la legge verrà accolta, l'entrata in vigore è prevista per il 1° gennaio 2014, con un periodo transitorio di al massimo 5 anni. 
 

La tassa turistica in breve
La legge sulle tasse turistiche (LTT) sostituisce tutte le leggi sulle tasse di soggiorno e le leggi sulle tasse di promozione turistica comunali. Essa vale in tutti i comuni del Cantone, ma l'ammontare della tassa può essere stabilito dai comuni insieme all'organizzazione turistica. La tassa viene versata da tutte le aziende che, direttamente o indirettamente, beneficiano del turismo. Vengono considerate la capacità di valore aggiunto turistico di un'azienda, la dipendenza dal turismo della regione e del settore, nonché le dimensioni dell'azienda. Invece di una tassa di soggiorno o di una forfetaria, gli alloggiatori e i proprietari di abitazioni di vacanza versano una tassa per ogni camera, rispettivamente una tassa calcolata in base ai metri quadrati di superficie abitabile netta. 
 

Indicazione:
Su www.gr.ch è possibile trovare un video su questo tema.
 

Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Hansjörg Trachsel, Direttore del Dipartimento dell'economia pubblica e socialità, tel. 081 257 23 01 


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel