Navigation

Inhaltsbereich

Comunicato del Governo del 22 agosto 2013

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese è contrario a una riduzione dei mezzi federali destinati all'incentivazione del traffico merci ferroviario. La revisione totale della legge sul trasporto di merci così come presentata comporta conseguenze incisive per i Cantoni di montagna e per le ferrovie regionali. 

La legge sul trasporto di merci necessita di correttivi
Il Governo grigionese esprime riserve in merito alla prevista revisione totale della legge federale sul trasporto di merci. In sintonia con la presa di posizione della Conferenza dei direttori cantonali dei trasporti pubblici, si oppone a un coinvolgimento dei Cantoni nel cofinanziamento del traffico merci ferroviario, previsto dal nuovo diritto federale.
Come osserva il Governo grigionese nella sua presa di posizione, esso respinge la prevista forte riduzione, da 30 a 12 milioni di franchi negli anni dal 2015 al 2018, dei contributi d'esercizio della Confederazione per l'incentivazione del traffico merci ferroviario. Ne sarebbero negativamente interessati in particolare i contributi d'esercizio, già oggi insufficienti, a ferrovie a scartamento metrico nelle regioni di montagna. Viene anche respinta una partecipazione minima del 50 per cento dei Cantoni nell'ordinazione di prestazioni del traffico merci. Ciò provocherebbe un considerevole onere supplementare per i Cantoni, in particolare per quanto riguarda le ferrovie regionali. Il Cantone dei Grigioni non può nemmeno condividere la cancellazione degli aiuti finanziari della Confederazione al rinnovamento di impianti di raccordo esistenti. Una copertura dei costi totali non è possibile nemmeno in caso di infrastrutture private; le attuali possibilità di incentivazione vanno perciò mantenute. In conclusione, il Governo propone alla Confederazione un monitoraggio annuale. Qualora il rapporto tra traffico merci ferroviario e traffico merci generale in Svizzera dovesse scendere sotto una certa quota, andrebbero adottate misure di incentivazione limitate nel tempo.
Con la revisione totale della legge sul trasporto di merci, la Confederazione presenta una strategia globale volta a incentivare il traffico merci ferroviario sull'intero territorio nazionale. Nel concetto di "intero territorio nazionale" è incluso qualsiasi trasporto di merci su ferrovia in Svizzera, fatta eccezione per il traffico di transito attraverso le Alpi. 

Limitare all'essenziale la revisione della legge forestale
La legge federale sulle foreste va adeguata secondo priorità: il Governo grigionese sostiene, insieme alla Conferenza dei direttori cantonali delle foreste, una revisione della legge forestale limitata in una prima fase ai punti essenziali. Di questi fa parte la creazione di una base giuridica per il cofinanziamento da parte della Confederazione della lotta ai danni biotici, dovuti ad esempio a parassiti importati, al di fuori della foresta di protezione. Finora la Confederazione sosteneva soltanto la lotta e la prevenzione nella foresta di protezione. Viene anche accolta favorevolmente la prevista incentivazione della vendita di legname.
Come scrive il Governo nella propria presa di posizione, esso respinge espressamente un aumento del carico per i Cantoni a seguito degli adeguamenti della legge forestale. Piuttosto, i mezzi già a disposizione dovrebbero poter essere impiegati in modo più flessibile.
Il Cantone dei Grigioni sarebbe inoltre favorevole a riprendere l'idea di un fondo per il clima e il bosco. Un tale fondo indennizzerebbe i proprietari di boschi per le prestazioni forestali finora fornite gratuitamente nel settore del CO2. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Fürstenau: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale, decisa dalla Città di Fürstenau il 7 dicembre 2012. Con la revisione totale sono stati rielaborati tutti gli strumenti di pianificazione in vigore. La revisione della pianificazione locale comprende in particolare un adeguato ampliamento della zona residenziale pari a 5381 metri quadrati complessivi, nonché la creazione di una zona di svago per un totale di 2683 metri quadrati per la costruzione di un impianto wellness nell'albergo/ristorante Schauenstein.
  • Tiefencastel: viene approvata la revisione totale della pianificazione locale, decisa dal Comune di Tiefencastel il 29 ottobre 2012. La revisione comprende la rielaborazione di tutti i piani delle utilizzazioni e una nuova legge edilizia. In merito agli strumenti di pianificazione viene formulata tra l'altro la riserva seguente: la procedura di approvazione per l'ampliamento di circa 3200 metri quadrati della zona industriale-artigianale in località "Dalmeras" viene sospesa fino a quando non saranno soddisfatti i necessari presupposti (comprova di necessità e disponibilità, piano d'edificabilità).
  • Lumnezia: fatta salva la garanzia del finanziamento globale, al Comune di Lumnezia viene concesso un mutuo della Confederazione di 267 000 franchi nel quadro della nuova politica regionale (NPR) per la costruzione di un'infrastruttura turistica sulla riva del lago artificiale Val Lumnezia. Quale prestazione equivalente al mutuo NPR viene garantito un sussidio cantonale di 61 990 franchi. Il progetto prevede la creazione di un nuovo chiosco con ristorante bistro, uno spazio giochi per i bambini, spogliatoi e un semplice alloggio con 14 posti letto. Viene inoltre sostituita una stalla esistente.
  • Filisur, Bergün: viene approvato lo statuto della corporazione scolastica Filisur - Bergün. Con la corporazione scolastica i Comuni consolidano la loro collaborazione intercomunale.

Progetti stradali
Il Governo ha approvato un progetto d'esposizione per una correzione della Strada italiana tra Rhäzüns e Cazis. Nel tratto interessato dal progetto, la strada cantonale corre lungo la base di due pareti rocciose e presenta una protezione insufficiente contro la caduta di massi. La H13 Strada italiana collega Rhäzüns con la Domigliasca. Su questo tratto, la strada principale funge inoltre da percorso alternativo in caso di interruzione della strada nazionale A13. 


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel