Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 10 ottobre 2013

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha preso atto di un rapporto intermedio sulla pianificazione di misure relative a centrali elettriche che possono provocare deflussi discontinui. È stato anche approvato un rapporto intermedio relativo agli ostacoli alla migrazione dei pesci dovuti a centrali idroelettriche. 
 
Protezione delle acque: 23 centrali idroelettriche sottoposte a esami approfonditi
In relazione ai cambiamenti della legge federale sulla protezione delle acque, il Cantone dei Grigioni deve esaminare se le centrali idroelettriche arrechino sensibile pregiudizio alle acque a seguito di deflussi discontinui. Entro metà 2013 l'Ufficio per la natura e l'ambiente ha presentato all'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) un rapporto intermedio al riguardo. Nel Cantone dei Grigioni sono 30 le centrali idroelettriche che si ritiene possano provocare deflussi discontinui. 23 centrali idroelettriche in Domigliasca, lungo il Reno anteriore e lungo la Moesa sono già state in ampia misura esaminate e per tre di esse (Laderal, Pintrun e Russein) è già chiaro che non provocano deflussi discontinui, oppure un risanamento è già avvenuto (Russein). Altre sette centrali lungo i fiumi Landquart, Landwasser, Plessur, Poschiavino e Maira andranno ancora esaminate entro fine 2014. Gli esami comprendono approfonditi accertamenti di ecologia delle acque e, per quanto riguarda le centrali che arrecano pregiudizi sensibili, la pianificazione di misure di risanamento. Sulla base della pianificazione che i Cantoni devono inoltrare all'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) entro fine 2014, i detentori delle centrali idroelettriche dovranno in seguito esaminare misure idonee ed elaborare un progetto di risanamento. Prima di realizzare le misure, i detentori delle centrali idroelettriche potranno presentare all'autorità competente una domanda di rimborso dei costi.

Il Governo ha inoltre preso atto anche di un rapporto intermedio concernente gli ostacoli alla migrazione dei pesci dovuti a centrali idroelettriche. L'Ufficio per la caccia e la pesca ha inoltrato all'UFAM, prima del termine previsto del 31 dicembre 2013, il rapporto intermedio relativo agli ostacoli alla migrazione dei pesci. Questo rapporto contiene tutti gli impianti idroelettrici lungo acque pescose. Si dovrà valutare se questi impianti richiedano misure di risanamento. In particolare, si dovranno definire quegli impianti per i quali non entrano in considerazione misure di risanamento. In alcuni casi la spesa è troppo grande, in altri casi lo spazio vitale creato troppo insignificante. Gli ostacoli alla migrazione dovuti a centrali idroelettriche sono complessivamente 140, di cui 85 necessiteranno probabilmente di un risanamento. Entro la fine del 2014 andrà inoltrata la pianificazione definitiva delle misure, che contiene indicazioni in merito agli impianti che vanno definitivamente risanati, nonché informazioni sul tipo di misure. 
 
Il Governo grigionese si adopera a favore della conservazione del valore della forza idrica svizzera
Il Cantone dei Grigioni presenta alla Confederazione un'iniziativa cantonale concernente la conservazione del valore della forza idrica svizzera. In questo modo, il Governo attua un incarico accolto dal Gran Consiglio nella sessione di aprile 2013. L'iniziativa cantonale sotto forma di proposta generica richiede che la Confederazione adegui la legge sull'energia. Si dovrà rinunciare all'aumento attualmente previsto dei mezzi di promozione in particolare per gli impianti fotovoltaici e il modello di promozione esistente per le energie rinnovabili andrà sostituito con un modello orientato al mercato. Se il modello di promozione dovesse venire mantenuto e/o i mezzi di promozione aumentati, allora andrà tolta l'esclusione della forza idrica superiore ai dieci megawatt. 
 
Il Governo grigionese non vuole un'assicurazione nazionale obbligatoria contro i terremoti
In Svizzera non esiste una protezione assicurativa globale per i danni causati da terremoti. Questa situazione dovrebbe cambiare, il Dipartimento federale delle finanze ha elaborato proposte per un'assicurazione obbligatoria contro i terremoti e le ha sottoposte ai Cantoni per una presa di posizione. Il Governo grigionese considera tuttavia l'odierno pool terremoti una protezione assicurativa sufficiente per il Cantone dei Grigioni. La creazione di un'assicurazione nazionale obbligatoria contro i terremoti non è né prioritaria, né necessaria. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Zernez: al Comune di Zernez viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 189 500 franchi per l'ampliamento della scuola elementare.
  • Scuol: al Comune di Scuol viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 630 000 franchi per l'ampliamento della scuola elementare.
  • Sagogn: al Comune di Sagogn viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 433 500 franchi per l'ampliamento e l'adeguamento della scuola elementare.
  • Lostallo: al Comune di Lostallo viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 1 253 000 franchi per l'ampliamento della scuola elementare con palestra.
  • Landquart: al Comune di Landquart viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 1 495 900 franchi per l'ampliamento della scuola elementare a Igis.
  • Laax: al Comune di Laax viene garantito un sussidio cantonale forfetario di 112 200 franchi per l'ampliamento della scuola elementare Grava.
  • Tinizong-Rona: viene approvato il piano delle zone 1:2000 Livizung deciso dal Comune di Tinizong-Rona l'8 aprile 2013.
  • Duvin: viene approvata la legge edilizia decisa dal Comune di Duvin il 28 novembre 2011. Vengono inoltre approvati con riserve il piano delle zone e piano generale delle strutture 1:1000, nonché il piano delle zone e piano generale delle strutture 1:10 000.
  • Luzein: viene approvata la revisione parziale dello statuto comunale decisa dal Comune di Luzein il 25 luglio 2013.
  • Casti-Wergenstein: viene deciso l'acquisto della proprietà dei nuovi fondi della bonifica integrale di Casti-Wergenstein, Comune di Casti-Wergenstein, senza zone villaggio e zone edificabili, e come data d'acquisto viene stabilito il 1° settembre 2013.

Sussidi cantonali a favore di diverse istituzioni 
  • Theater Chur: il progetto "O Ewigkeit, Zeit ohne Zeit. Peter Konwitschny inszeniert Bach-Kantaten" del Theater Chur e dell'orchestra le phénix viene sostenuto con un contributo globale sotto forma di garanzia del disavanzo per un importo massimo di 70 000 franchi.
  • Croce rossa dei Grigioni: il Governo approva il conferimento di un mandato di prestazioni del Cantone dei Grigioni alla Croce rossa dei Grigioni. Il mandato prevede l'allestimento e l'esercizio nei Grigioni di un ufficio informazioni e di consulenza per familiari che dispensano cure. Per adempiere i compiti delegati dal Cantone, la Croce rossa dei Grigioni riceverà per gli anni 2014 – 2017 un contributo forfetario di 60 000 franchi all'anno.

Progetti stradali
Inoltre, il Governo ha stanziato 10,96 milioni di franchi per lavori di costruzione lungo i seguenti tratti stradali:
- Strada nazionale della Prettigovia: commutatori elettrici circonvallazione di Küblis
- Strada nazionale della Prettigovia: progettazione manufatti Prada circonvallazione di Küblis
- Strada dello Julier: opere da capomastro in relazione alla costruzione del ponte Camienzertobel, correzione stradale Stettli – Parpan
- Strada dello Schanfigg: opere da capomastro e lavori di pavimentazione Litzirüti – Arosa
- Strada dello Schanfigg: opere da capomastro e lavori di pavimentazione Nasstobel – Brandacker 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel