Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 13 marzo 2014

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese è favorevole a negoziati per un nuovo accordo sui frontalieri con l'Italia. Inoltre, il Governo ha approvato un progetto di consulenza telefonica a genitori e titolari dell'autorità parentale in situazioni di conflitto e ha deciso che l'anno prossimo il Cantone parteciperà a un sondaggio sulla mobilità. 

Il Governo è favorevole a negoziati per un nuovo accordo sui frontalieri con l'Italia
Il Governo grigionese riconosce la necessità di adeguare l'accordo sui frontalieri vigente con l'Italia. Come scrive nella risposta a una lettera aperta inviata dalla granconsigliera grigionese Nicoletta Noi-Togni, tra la Confederazione e l'Italia sono stati avviati dei negoziati di cui bisogna attendere l'esito. Il Cantone dei Grigioni è rappresentato dall'Amministrazione delle imposte in seno alla delegazione federale che si occupa dei negoziati. Secondo il Governo grigionese, la denuncia del vigente accordo sui frontalieri non è una soluzione adeguata. Un'iniziativa cantonale in tal senso presentata dal Cantone Ticino non viene sostenuta dal Governo grigionese. Il Governo ritiene che la disdetta dell'accordo sui frontalieri vigente possa portare a considerevoli difficoltà, poiché il risultato di trattative su una nuova regolamentazione è del tutto incerto. 

Telefono amico dedicato ai genitori anche nel Cantone dei Grigioni
In futuro, anche nei Grigioni dovrà essere a disposizione un telefono amico dedicato ai genitori. Il Governo ha approvato un accordo di prestazioni con l'associazione Elternnotruf valido per tre anni e a questo scopo ha stanziato 91 500 franchi. L'associazione gestisce da Zurigo un servizio di consulenza per genitori o persone di riferimento di bambini e adolescenti di ogni età raggiungibile al numero di telefono 0848 35 45 55 (tariffa per chiamate verso la rete fissa). In caso di difficoltà educative, conflitti, crisi o violenza, i genitori possono chiamare il servizio d'emergenza 365 giorni all'anno. Oltre a fornire consulenza telefonica, in caso di necessità si rimanda a servizi specializzati nelle vicinanze delle persone interessate. Già oggi, l'offerta viene sfruttata da diversi Cantoni. Il servizio vuole completare l'offerta di consulenza educativa esistente nel Cantone dei Grigioni. 

Sondaggio sulla mobilità in preparazione
Nel 2015, il Cantone dei Grigioni parteciperà di nuovo al rilevamento nazionale del comportamento in materia di trasporti della popolazione. Il Governo ha preso atto del progetto "Microcensimento mobilità e trasporti 2015 Cantone dei Grigioni". Il progetto fornisce una delle più importanti basi di dati per la preparazione di diverse decisioni in materia di politica dei trasporti. Le informazioni relative alla mobilità delle persone sono però molto importanti anche per la pianificazione del territorio. Il rilevamento del comportamento in materia di trasporti viene svolto ogni cinque anni. Nel quadro di un grande sondaggio, la popolazione viene interrogata in relazione ai mezzi di trasporto utilizzati, alle distanze percorse, nonché agli orari di partenza e di arrivo in un giorno di riferimento prestabilito. Le decisioni relative alla scelta dei mezzi di trasporto e del percorso vengono rilevate separatamente. La partecipazione al progetto 2015 costerà al Cantone complessivamente 70 000 franchi. 

Accolta con sostanziale favore la riforma dell'imposizione delle imprese III
Il Governo grigionese riconosce la necessità di riforma nell'imposizione delle imprese. Come scrive il Governo in una presa di posizione a destinazione della Conferenza, a complemento di una presa di posizione della Conferenza delle direttrici e dei direttori cantonali delle finanze relativa alla riforma dell'imposizione delle imprese III, la riforma deve essere organizzata in modo tale da permettere di trovare una via di mezzo equilibrata tra una piazza fiscale Svizzera interessante e la compatibilità del diritto fiscale con le direttive internazionali vigenti. Secondo il Governo si deve badare a non concedere unilateralmente dei vantaggi. Le misure proposte dalla Confederazione sembrano idonee a prevenire o almeno a minimizzare eventuali svantaggi per la piazza economica della Svizzera, anche se per i Cantoni non è ancora chiara la loro strutturazione concreta, incluse le conseguenze finanziarie. 
 

Dai comuni e dalle regioni 
  • Vaz/Obervaz: il piano delle zone 1:2500 revisione parziale Valbella, deciso il 25 novembre 2012 dal Comune di Vaz/Obervaz, viene approvato per quanto riguarda la zona per gli sport invernali nell'area della stazione della teleferica di collegamento. In questo modo sono dati i presupposti di pianificazione delle utilizzazioni per la teleferica "Heimberg - Proschieri", sempre sul territorio del Comune di Vaz/Obervaz. La relativa domanda di concessione della Lenzerheide Bergbahnen AG viene attualmente elaborata dall'Ufficio federale dei trasporti.
  • Valsot: viene approvata con riserve la revisione parziale della pianificazione locale del 26 novembre 2012 decisa dall'ex Comune di Tschlin (nel frattempo aggregato nel nuovo Comune di Valsot). Con la pianificazione delle utilizzazioni viene creata una nuova zona residenziale "Chaflur" in zona "Prà da las Vals / Tulai". La zona residenziale "Chaflur" viene autorizzata soltanto per quanto riguarda le parcelle n. 3617, 4337 e 4684, ciò che corrisponde a circa due terzi della superficie originariamente decisa dall'ex Comune di Tschlin. La limitazione ha lo scopo di evitare un'unione ottica dei due insediamenti di Chaflur e Strada, finora separati.
  • Marmorera, Mutten: vengono approvate le revisioni parziali delle leggi fiscali dei Comuni di Marmorera e di Mutten. Nel caso del Comune di Marmorera, le disposizioni modificate concernono il soggetto fiscale dell'imposta sulle quote ereditarie e sulle donazioni, e, nel caso del Comune di Mutten, le aliquote dell'imposta sul trapasso di proprietà e dell'imposta sugli immobili.
  • Schanfigg centrale: viene approvata la legge fiscale del Comune parrocchiale evangelico riformato di Mittelschanfigg (aggregazione dei Comuni parrocchiali di St. Peter/Pagig, Molinis, Peist e Castiel/Calfreisen/Lüen) del 1° ottobre 2013.

Progetti stradali
Il progetto d'esposizione per la correzione della strada della Surselva lungo il versante destro del Reno, tratto Chera - IDA Versam, viene approvato. L'ampliamento della strada della Surselva lungo il versante destro del Reno è assolutamente necessario per motivi di sicurezza del traffico. Con l'apertura nel 2012 del nuovo ponte sul Versamertobel, il limite di peso ha potuto essere innalzato da 13 a 32 tonnellate. L'aumento del traffico pesante a seguito dell'innalzamento del peso massimo giustifica l'ampliamento a due corsie con uno strato d'usura solido e una pavimentazione in asfalto. Un migliore tracciato della strada contribuisce a un aumento della sicurezza del traffico. La correzione stradale inizia ca. 150 metri dopo il ponte sulla Rabiusa e termina ca. 150 metri dopo l'IDA Versam, dove si congiunge al tratto già ampliato Unterhof - Versam. Il cantiere avrà una lunghezza di 884 metri.

Il Governo ha inoltre stanziato 2,967 milioni di franchi per lavori di costruzione lungo i seguenti tratti stradali:
- Strada dello Schin: opere da capomastro e lavori di pavimentazione frana Cugnieler-/Caselertobel
- Strada dell'Oberalp: opere da capomastro e lavori di pavimentazione ponte a mezza costa Gonda
- Strada dell'Albula: opere da capomastro e lavori di pavimentazione ponte sulla FR Naz 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel