Zum Seiteninhalt

I Grigioni seguono per i Cantoni alpini l'elaborazione della strategia per l'arco alpino

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
In occasione di una conferenza delle regioni alpine tenutasi oggi a Trento si è preso atto con piacere dei lavori in corso per una strategia UE per l'arco alpino. Il Cantone dei Grigioni sostiene sin dall'inizio gli sforzi volti rafforzare in particolare lo sviluppo economico nell'arco alpino.

Due anni fa, la Comunità di lavoro Regioni alpine (Arge Alp), con la partecipazione del Cantone dei Grigioni, ha dato l'impulso per lo sviluppo a livello europeo di una strategia macroregionale per l'arco alpino. Il documento d'iniziativa approvato in occasione di una conferenza delle regioni alpine svoltasi nel 2012 a Bad Ragaz ha infine fatto sì che nel dicembre 2013 il Consiglio europeo attribuisse alla Commissione europea l'incarico di sviluppare una strategia UE per la regione alpina (EUSALP).

A Trento (Italia), in occasione di una conferenza delle regioni alpine si è oggi riferito dei lavori in corso per un piano d'azione EUSALP. I capi di Governo delle regioni alpine presenti hanno sottolineato in una risoluzione l'importanza della partecipazione partenariale al progetto. Dal punto di vista del contenuto, il piano d'azione andrebbe orientato in particolare alla prosperità economica, alla soluzione di problemi nel settore dei trasporti e dell'energia, nonché alla gestione sostenibile delle risorse naturali. Per il Cantone dei Grigioni, l'obiettivo prioritario consiste nel promuovere la crescita economica aumentando così l'attrattiva delle regioni alpine quale piazza economica, nonché quale luogo di lavoro e di vita. Nel fare questo si deve mirare a un partenariato paritario tra le regioni che costituiscono il nucleo delle Alpi e le metropoli che le circondano. L'impegno per le Alpi deve sempre anche essere un impegno per il loro nucleo, per le zone di montagna. Oggi a Trento la Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner ha difeso questa richiesta anche a nome della Conferenza dei governi dei Cantoni alpini (CGCA). 

Arge Alp: il lavoro di progetto prosegue
Prima della conferenza delle regioni alpine, a Trento si è svolta la 45a seduta dei capi di Governo di Arge Alp, durante la quale si è discusso anche dei lavori di progetto. Dal 2012 è in corso un progetto diretto dai Grigioni sullo studio dell'influenza del permafrost sulle frane e sulle cadute di massi. Sull'esempio del massiccio della Bregaglia si intende sviluppare un sistema in grado di localizzare e monitorare su una vasta area le instabilità della roccia nelle aree di permafrost. Per via delle copiose nevicate dello scorso inverno, le previste misurazioni radar hanno dovuto essere rinviate. In cambio, da masse rocciose frantumate a seguito di una grossa frana sul Piz Kesch è stato possibile estrarre ghiaccio del permafrost, che si cerca ora di datare. Il secondo progetto in corso sotto la direzione grigionese, Arge Alp Sport, ha fatto registrare lo scorso anno un nuovo record di partecipazione: 1900 atleti hanno partecipato agli eventi sportivi Arge Alp.

Durante la seduta è stato approvato un nuovo progetto denominato "Fundus Agri-Cultura Alpina". Il progetto ha l'obiettivo di creare una piattaforma informativa internet sul sapere contadino tradizionale relativo all'agricoltura. Vi rientrano informazioni relative alle razze di animali da reddito e alle coltivazioni tradizionali autoctone, alla gestione dei paesaggi rurali e alle usanze agricole. 

Premio Arge Alp 2014: contributo grigionese classificato al 2° rango
Già giovedì sera a Trento è stato assegnato il premio Arge Alp 2014. Ricordando l'inizio della Prima Guerra Mondiale 100 anni fa, Arge Alp aveva invitato i giovani dell'arco alpino a occuparsi, con testi e contributi filmati, del tema della pace. Da tutti i Länder, le Regioni e i Cantoni di Arge Alp sono stati presentati contributi relativi alla domanda "Come possiamo garantire la pace?". Una giuria internazionale ha proceduto alla premiazione dei contributi. Per il suo contributo "Brief an meinen Urgrossvater Karl Marbach" (lettera al mio bisnonno Karl Marbach) Serafin Reiber, di Coira, si è classificato 2° nella categoria dei lavori scritti. Serafin Reiber riceve un premio di 2500 euro. 
 
Fotografie allegate:
-
Foto di gruppo della 45a Conferenza dei capi di Governo di Arge Alp a Trento (da sinistra): Markus Reiterer (Convenzione delle Alpi), Ugo Parolo (Lombardia), Beate Merk (Baviera), Arno Kompatscher (Alto Adige), Manuele Bertoli (Ticino), Ugo Rossi (Trentino), Willi Haag (San Gallo), Günther Platter (Tirolo), Barbara Janom Steiner (Grigioni), Wilfried Haslauer (Salisburgo) e Günther Eberle (Vorarlberg). 

-
La Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner si congratula con il vincitore del premio Arge Alp Serafin Reiber in occasione della premiazione a Trento.
 

Persona di riferimento:
Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice Dipartimento delle finanze e dei comuni dei Grigioni, e-mail barbara.janom@dfg.gr.ch (sarete richiamati) 

Richieste telefoniche dei media: Luzi Bürkli, addetto stampa Cantone dei Grigioni, tel. 079 938 93 33 


Organo: Arge Alp / Governo del Cantone dei Grigioni
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel