Zum Seiteninhalt

Il Cantone crea alloggi per richiedenti l'asilo in un rifugio della protezione aerea

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Per via dell'elevato numero di richiedenti l'asilo attribuiti dalla Confederazione, i centri collettivi del Cantone presentano un elevato grado di occupazione. Affinché nei prossimi mesi vi siano a disposizione posti a sufficienza, il Cantone prende temporaneamente in affitto dalla città di Coira un impianto militare per le truppe di protezione aerea. In caso di bisogno, il centro potrà probabilmente essere operativo da metà ottobre.

Negli ultimi mesi si è registrato un continuo e forte aumento dei richiedenti l'asilo assegnati dalla Confederazione al Cantone dei Grigioni. Diversamente dagli anni scorsi, si tratta di persone provenienti da Eritrea, Siria e da altri Paesi con percentuale elevata di persone alle quali viene concessa protezione, che rimarranno probabilmente in Svizzera per un periodo prolungato. Secondo le stime dell'Ufficio federale della migrazione, è probabile un ulteriore aumento delle domande di asilo dalle zone di crisi come la Siria, l'Iraq o l'Ucraina. A seguito di questa evoluzione, gli alloggi esistenti sono praticamente sempre al completo. Quale misura immediata, a fine luglio 2014 il competente Ufficio della migrazione e del diritto civile (UMDC) ha convertito fino a nuovo avviso il centro di partenza di Valzeina in un centro di transito. Attualmente si sta lavorando a una nuova messa in esercizio dell'immobile di riserva Schiabach a Davos Platz. Quando anche questi posti saranno occupati, mancheranno posti di riserva. L'Ufficio edile dei Grigioni sta attualmente valutando con l'UMDC l'idoneità quali futuri centri cantonali di transito di uno o due altri immobili. Per poter garantire la capacità di accoglimento e collocamento in caso le domande di asilo dovessero mantenersi a un livello elevato o addirittura aumentare, l'UMDC è tuttavia costretto, come l'ultima volta negli anni 1998 e 1999, ad alloggiare temporaneamente in alloggi della protezione civile le persone assegnate al Cantone.

L'impianto militare per truppe di protezione aerea ALST Plankis, situato al piano interrato degli spazi del laboratorio protetto ARGO nella Emserstrasse a Coira, costituisce un immobile idoneo da locare, che offre spazio per al massimo 100 persone. Da alcuni anni, l'impianto di protezione aerea, di proprietà della città di Coira, non viene più utilizzato per scopi militari. I confinanti sono già stati informati alla presenza del Sindaco di Coira e di rappresentanti dell'UMDC. In una prima fase, a partire dal 13 ottobre 2014 la città di Coira metterà l'impianto temporaneamente a disposizione del Cantone, qualora vi siano difficoltà nell'alloggiare altrove i richiedenti l'asilo. L'assistenza ai richiedenti l'asilo e alle persone ammesse provvisoriamente verrà garantita da collaboratori dell'UMDC, coadiuvati da militi della protezione civile. 


Persone di riferimento:
- Consigliere di Stato Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01, e-mail christian.rathgeb@djsg.gr.ch  
- Sindaco Urs Marti, città di Coira, tel. 081 254 41 01, e-mail urs.marti@chur.ch  
- Markus Dünner, Ufficio edile, capo servizio cantonale delle costruzioni, tel. 081 257 36 31, e-mail markus.duenner@hba.gr.ch  
- Marcel Suter, Ufficio della migrazione e del diritto civile, capoufficio, tel. 081 257 25 21, e-mail marcel.suter@afm.gr.ch  
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel