Zum Seiteninhalt

Nuova guida per la gestione di gatti senza padrone

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nella stagione fredda cresce il numero di gatti senza padrone e inselvatichiti che cerca rifugio in stalle e in altri edifici. Non pochi di questi animali muoiono per denutrizione e malattia. Il rischio di trasmissione di malattie ad altri gatti domestici è potenzialmente elevato. L'Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali ha allestito, in collaborazione con la Società grigionese per la protezione degli animali, una guida che funge da aiuto per i comuni nella gestione di gatti senza padrone. 

I gatti senza padrone e inselvatichiti si incontrano in luoghi dove trovano sufficiente cibo e nascondigli idonei. Nei mesi invernali, questi gatti cercano rifugio in edifici aperti, rimesse, capannoni e stalle. Se i gatti e i loro discendenti si trovano senza padrone per un periodo prolungato, perdono totalmente il legame con l'uomo e inselvatichiscono. Sono schivi e difficilmente si lasciano addomesticare. La cattura e il tentativo di riabituare questi animali a una vita in appartamento o in un gattile sono perlopiù destinati al fallimento, poiché gli animali soffrono il loro stato di cattività. Se vengono nutriti dagli abitanti di insediamenti, villaggi e città, si raccolgono intorno ai luoghi in cui trovano il cibo e la loro popolazione raggiunge in modo incontrollato dimensioni considerevoli. 

Aiuto per i comuni
Nel quadro di misure di ordine pubblico, i comuni provvedono affinché i gatti fuggiti vengano ricondotti al loro detentore ogni volta che ciò è possibile. Se il rispettivo padrone non può però essere identificato, per ordine del comune i gatti devono essere collocati in un luogo idoneo oppure, nel peggiore dei casi, essere soppressi. La nuova guida aiuta i comuni da un lato a contrastare l'inselvatichimento di gatti e d'altro lato a tenere sotto controllo le popolazioni di gatti già inselvatichiti. Attraverso misure combinate, mirate e adeguate alla situazione, i comuni possono ridurre o addirittura evitare problemi sanitari nelle popolazioni di gatti inselvatichiti. 
 

Persone di riferimento:
Dr. Rolf Hanimann, veterinario cantonale dei Grigioni USDA, tel. 081 257 24 11,
e-mail: Rolf.Hanimann@alt.gr.ch

 
Organo: Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali
Fonte: it Ufficio per la sicurezza delle derrate alimentari e la salute degli animali
Neuer Artikel