Zum Seiteninhalt

La Comunità di lavoro Regioni alpine richiede maggiore codeterminazione

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Oggi a Lugano la Conferenza dei capi di Governo della Comunità di lavoro delle Regioni alpine (Arge Alp) ha discusso la strategia dell'UE per la regione alpina programmata. I capi di Governo accolgono con favore gli sforzi profusi a livello internazionale, ma richiedono maggiore codeterminazione. Quale membro di Arge Alp, il Cantone dei Grigioni si schiera a favore della risoluzione licenziata oggi. 

Nel 2012 Arge Alp aveva avviato il processo mirato a sviluppare una strategia macroregionale per l'arco alpino a livello europeo. Essa si pone come scopo quello di creare una base per soluzioni comuni a problemi attuali nell'arco alpino. Il Consiglio europeo ha accolto con favore lo sforzo di Arge Alp e ha in seguito incaricato la Commissione europea, con la partecipazione degli Stati, delle regioni e dei Cantoni interessati, di elaborare una strategia UE per l'arco alpino (EUSALP). Oggi i capi di Governo hanno preso atto del progetto di strategia della Commissione europea. Il fatto che il ruolo importante rivestito dalle regioni e dai cantoni alpini non venga tenuto in sufficiente considerazione né nel processo di sviluppo, né nell'organizzazione prevista dell'EUSALP, è stato oggetto di critiche. Come hanno sottolineato oggi i capi di Governo, la collaborazione tra i diversi livelli statali deve avvenire su base partenariale e deve tenere conto delle rispettive competenze. Essi chiedono quindi che alle regioni e ai Cantoni alpini vengano concessi adeguati diritti di rappresentanza e di codeterminazione all'interno dell'organizzazione EUSALP. Inoltre, il Cantone dei Grigioni, quale Cantone di montagna, attribuisce grande valore a un partenariato paritario tra le Alpi centrali e le metropoli. 

Molteplici progetti
Arge Alp, quale associazione internazionale di dieci Länder, regioni e Cantoni di quattro Stati, rende possibile la realizzazione di molteplici progetti collettivi nell'arco alpino. Arge Alp Sport è un progetto di successo in mano grigionese. L'anno scorso, quasi 1800 sportivi hanno preso parte a nove gare nell'intera zona Arge Alp. Il secondo progetto grigionese in corso si occupa di questioni relative agli effetti del permafrost sulle frane e sulle cadute di massi. I risultati del progetto verranno presentati nel 2016.

Anche a Lugano sono stati avviati nuovi progetti, come ad esempio un progetto sulla promozione dell'integrazione di reti formative regionali o un progetto concernente misure di rivitalizzazione di corsi d'acqua.

La presidenza di Arge Alp passa ora al Land austriaco del Vorarlberg. Come di consueto, dopo un anno la presidenza è stata ceduta nel quadro della Conferenza dei capi di Governo, questa volta da parte del Ticino. 
 

Persona di riferimento:
Cancelliere Claudio Riesen, e-mail claudio.riesen@staka.gr.ch (sarete richiamati)

Richieste telefoniche dei media: Tamara Kobler, addetta stampa Cantone dei Grigioni, tel. 079 792 19 37 


Organo: Arge Alp / Cantone dei Grigioni
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel