Zum Seiteninhalt

Pianificazione a lungo termine assicura il bosco di protezione gri-gionese

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il piano di sviluppo del bosco è una base irrinunciabile per la gestione e la cura del bosco nel Cantone dei Grigioni. I piani di sviluppo del bosco del Cantone sono attualmente in fase di revisione, le prime due schede sono ora pronte per la consultazione.

Il Cantone dei Grigioni è coperto per circa un terzo da boschi, curati e sfruttati in modo mirato. Lo sviluppo del bosco di montagna passa da una generazione all'altra. Ciò richiede una pianificazione seria, mirata e a lungo termine. Il piano di sviluppo del bosco (PSB) provvede a uno sfruttamento sostenibile e assicura i vari interessi pubblici legati al bosco. I 20 PSB esistenti verranno sostituiti da cinque nuovi PSB regionali e illustrati tramite schede. Oltre ai principi cantonali possono quindi essere trattate anche le particolarità delle singole regioni. Un PSB è composto da sette schede che stabiliscono i vari interessi relativi al bosco come la protezione dalle catastrofi naturali, la produzione di legname, la natura e il paesaggio, lo svago e il turismo, l'agricoltura, lo spazio vitale per la selvaggina e le infrastrutture. 

Schede bosco di protezione e bosco pascolato
Circa il 70 per cento della superficie boschiva dei Grigioni è stata delimitata quale bosco di protezione, che protegge paesi e infrastrutture da valanghe, cadute di massi e frane. Nel Cantone la funzione protettiva è la prestazione più importante del bosco. La scheda bosco di protezione definisce la superficie dal punto di vista pianificatorio. Essa illustra le strategie che permetteranno di migliorare e di garantire a lungo termine l'effetto protettivo del bosco. Inoltre viene disciplinato il modo in cui i mezzi pubblici verranno impiegati nella cura del bosco e ripartiti tra i proprietari di boschi.

Il pascolo boschivo ha una lunga tradizione nei Grigioni. Si tratta di un'utilizzazione mista che mira a ottenere, oltre ai prodotti forestali (capacità protettiva, legno, benessere sociale) anche prodotti agricoli (alimenti per bestiame).
Nella scheda bosco pascolato viene presentata la situazione attuale dei pascoli nel bosco e viene valutata la loro influenza sullo stato del bosco in termini generali e in particolare per quanto riguarda l'effetto protettivo. In conclusione viene stabilito dove sono ulteriormente ammessi i pascoli nella misura attuale e dove vi è la necessità di intervenire per quanto riguarda la regolamentazione dei pascoli. 

Partecipazione al processo di pianificazione
La partecipazione di Comuni, associazioni interessate e istituzioni, nonché di un vasto pubblico rappresenta un passo importante nel processo di pianificazione. Essa avviene in due modi: da un lato tramite il sito web www.wep.gr.ch creato appositamente per la revisione PSB e, dall'altro lato, in modo convenzionale per iscritto all'Ufficio foreste e pericoli naturali. Ulteriori informazioni possono essere richieste ai cinque uffici regionali di Schiers, Tamins, Ilanz, Tiefencastel e Zuoz o all'Ufficio foreste e pericoli naturali di Coira. 
 

Persone di riferimento:
- Reto Hefti, ispettore forestale cantonale, Ufficio foreste e pericoli naturali, tel. 257 38 51 51,e-mail: Reto.Hefti@awn.gr.ch 
- Riet Gordon, capo sezione Informazione forestale, Ufficio foreste e pericoli naturali, tel. 081 257 38 55, e-mail: Riet.Gordon@awn.gr.ch 


Organo: Ufficio foreste e pericoli naturali
Fonte: it Ufficio foreste e pericoli naturali
Neuer Artikel