Zum Seiteninhalt

Il Governo ha licenziato il messaggio relativo alla revisione totale della legge cantonale sulla cittadinanza

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha licenziato il messaggio relativo alla revisione totale della legge cantonale sulla cittadinanza a destinazione del Gran Consiglio. L'obiettivo del progetto consiste nell'adeguare la legge cantonale sulla cittadinanza al diritto federale riveduto e alle esigenze della prassi giuridica.

Il 1° gennaio 2018 entrerà in vigore la revisione totale della legge federale sulla cittadinanza svizzera. Tale revisione rende necessario un adeguamento della legge cantonale sulla cittadinanza, che disciplina l'acquisizione e la perdita della cittadinanza cantonale e dell'attinenza comunale. Con l'attuazione si coglie l'occasione per rendere la legge cantonale sulla cittadinanza di più facile consultazione. La nuova struttura rende necessaria una revisione totale.

A titolo di novità, per una naturalizzazione il diritto federale riveduto richiede il permesso di domicilio nonché conoscenze scritte di una lingua nazionale. Queste condizioni più severe della Confederazione vengono riprese nella legge cantonale. Inoltre, nel diritto cantonale deve essere considerata anche l'armonizzazione dei termini di domicilio cantonali e comunali introdotta dalla Confederazione. Nel Cantone dei Grigioni, tale armonizzazione porta a una riduzione in parte notevole della durata del soggiorno minima vigente nei comuni. La revisione rappresenta inoltre l'occasione per tenere conto di varie esigenze della prassi giuridica. Ad esempio, i cittadini svizzeri che desiderano acquisire la cittadinanza grigionese dovranno adempiere condizioni di idoneità meno severe rispetto ai richiedenti stranieri. Infine, si tiene conto di diverse richieste formulate nelle prese di posizione pervenute durante la procedura di consultazione. Una di queste richieste riguarda l'attinenza comunale dopo aggregazioni di comuni. Nei comuni aggregati, l'attinenza comunale si orienta al comune politico. Di conseguenza, per una parte dei cittadini di un nuovo comune aggregato cambia l'attinenza comunale. A titolo di novità, questi cittadini dovranno avere la possibilità di aggiungere alla nuova attinenza comunale un'indicazione relativa alla loro attinenza comunale prima dell'aggregazione. L'indicazione non è giuridicamente vincolante e non porta a un nuovo luogo di attinenza risultante dalla combinazione delle due attinenze comunali.

L'affare verrà discusso in Gran Consiglio nella sessione di giugno 2017. L'entrata in vigore delle modifiche è prevista per il 1° gennaio 2018.

Allegato
messaggio


Persona di riferimento:

Consigliere di Stato Dr. Christian Rathgeb, direttore del Dipartimento di giustizia, sicurezza e sanità, tel. 081 257 25 01, e-mail Christian.Rathgeb@djsg.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel