Navigazione principale

Contenuto della pagina

Il Governo ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge cantonale sulla pianificazione territoriale (LPTC)

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha licenziato il messaggio relativo alla revisione parziale della legge cantonale sulla pianificazione territoriale (revisione della LPTC) a destinazione del Gran Consiglio. La revisione parziale è incentrata sull'attuazione a livello cantonale della compensazione del plusvalore prevista dalla legge federale sulla pianificazione del territorio sottoposta a revisione.

Fondi che ad esempio vengono azzonati da una zona agricola in una zona edificabile fanno registrare regolarmente plusvalori notevoli nell'ordine di diverse centinaia di franchi per metro quadro. Prendendo ad esempio una particella edificabile media di circa 600 metri quadri possono verificarsi variazioni nell'ordine delle centinaia di migliaia di franchi. Finora i proprietari dei fondi hanno potuto beneficiare di questi proventi derivanti da pianificazioni sempre nella misura del 100 per cento. A titolo di novità essi dovranno versare all'ente pubblico una parte di questi proventi, secondo il diritto federale si tratta di almeno il 20 per cento.

Ulteriori elementi fondamentali della revisione LPTC sono costituiti da regolamentazioni volte ad arginare la tesaurizzazione di terreni edificabili, dalla creazione di una possibilità di partecipazione del Gran Consiglio nella pianificazione direttrice, da ulteriori prescrizioni cantonali a favore della costruzione di abitazioni adatte ai disabili nonché da adeguamenti legislativi mirati ad accelerare le procedure.

La regolamentazione della tassa sul plusvalore si basa sui seguenti elementi cardine:

- La tassa sul plusvalore viene riscossa sia in caso di plusvalori dovuti ad azzonamenti, sia in caso di plusvalori dovuti a cambiamenti di destinazione e aumenti della densità edificatoria. Essa ammonta al 30 per cento del plusvalore. I comuni possono incrementare questa percentuale e possono inoltre assoggettare procedure di pianificazione alla tassa;

- la tassa viene accertata dai comuni nel momento in cui la pianificazione incrementante il valore passa in giudicato, tuttavia viene fatturata solo al momento dell'alienazione del fondo oppure al momento della concessione di una licenza edilizia per un'edificazione;

- tra comuni a forte crescita e comuni a crescita più debole è previsto che ci sia una compensazione finanziaria, perché i proventi dalla tassa vengono generati soprattutto nei comuni a forte crescita, mentre nei comuni a crescita più debole conformemente al piano direttore del 20 marzo 2018 sono previsti principalmente dezonamenti, che talvolta comportano obblighi di indennizzo nei confronti di proprietari fondiari interessati;

- al fine di attuare la compensazione intercomunale, il Governo propone la creazione di un fondo speciale cantonale che da un lato venga alimentato con il 75 per cento dei proventi dalla tassa realizzati dai comuni che procedono ad azzonamenti e che d'altro lato finanzi nella misura del 100 per cento eventuali spese di dezonamento dei comuni che procedono a tali dezonamenti.

Misure contro la tesaurizzazione di terreni edificabili

Secondo la LPT 1 (prima tappa della revisione della legge sulla pianificazione del territorio), le zone edificabili devono essere dimensionate in modo tale da soddisfare il fabbisogno per i prossimi 15 anni. Zone edificabili sovradimensionate devono essere ridotte. In sede di calcolo delle dimensioni ammissibili delle zone edificabili, i comuni devono farsi computare tutte le riserve di utilizzazione, e di conseguenza anche superfici che vengono tesaurizzate e quindi non giungono sul mercato. Pertanto, se necessario, vi è l'obbligo di imporre la disponibilità di fondi edificabili non edificati mediante la disposizione di termini di edificazione e l'adozione di misure nel caso di inosservanza dei termini. Con la presente revisione parziale della LPTC vengono create le basi giuridiche necessarie a tale scopo.

Partecipazione del Gran Consiglio alla pianificazione direttrice cantonale
In considerazione della crescente importanza che il piano direttore riveste, al Gran Consiglio vengono attribuite determinate competenze riguardo alla pianificazione direttrice. Si tratta in particolare di decisioni vincolanti di carattere strategico nello sviluppo territoriale dei Grigioni. È previsto che decisioni di carattere operativo vengano prese in autonomia dal Governo, come finora.

Nuovo valore limite per la costruzione di abitazioni adatte ai disabili
Secondo quanto previsto, a titolo di novità l'accessibilità senza ostacoli delle singole abitazioni sarà garantita non solo in caso di edifici con più di otto, bensì già in caso di edifici con più di quattro abitazioni. In tal modo si intende garantire una certa offerta in termini di abitazioni adatte ai disabili e agli anziani anche in regioni a carattere rurale in cui edifici con più di otto abitazioni sono rare. Per ragioni legate ai costi, la legge prevede una regolamentazione d'eccezione per ascensori.

Procedura di consultazione ha suscitato grande interesse
Nel quadro della procedura di consultazione svolta nell'inverno 2017 i comuni, le regioni, i partiti e le associazioni hanno presentato 137 prese di posizione. In linea di principio il progetto ha raccolto riscontri positivi. Sono pervenute richieste contrastanti per quanto concerne la configurazione della compensazione del plusvalore. All'interno del messaggio disponibile è stato possibile tenere conto parzialmente di queste richieste, in particolare per quanto riguarda la richiesta di coprire le spese di dezonamento sostenute dai comuni che procedono a questi ultimi nella misura del 100 per cento e non solo del 50 per cento facendo capo al fondo di compensazione. Al fine di poter finanziare questo meccanismo, è previsto che i comuni che procedono ad azzonamenti debbano versare al fondo cantonale il 75 per cento invece del 50 per cento dei loro proventi derivanti dalla tassa sul plusvalore. Non appena le spese di dezonamento saranno finanziate, il fondo speciale cantonale verrà sciolto e in seguito i comuni potranno beneficiare in piena misura dei loro proventi derivanti dalla tassa.

Il Gran Consiglio discuterà il messaggio nella sessione di ottobre 2018.


Allegato:
messaggio


Persona di riferimento:
Consigliere di Stato Jon Domenic Parolini, direttore del Dipartimento dell'economia pubblica e socialità, tel. 081 257 23 01, e-mail Jondomenic.Parolini@dvs.gr.ch


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato
Neuer Artikel