Navigazione principale

Contenuto della pagina

La Commissione strategica e di politica statale ha approvato l'ubicazione scelta per un nuovo centro universitario

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La Commissione strategica e di politica statale del Gran Consiglio (CStrPS) ha discusso in via preliminare il rapporto del Governo relativo alla realizzazione di un centro universitario per l'UTE di Coira. Il progetto, che ha trovato sostegno in seno alla Commissione, verrà trattato nella sessione di ottobre 2018 del Gran Consiglio.

A seguito del dibattito, la Commissione strategica e di politica statale è giunta alla conclusione che la realizzazione di un centro universitario a Coira è importante e urgente per il Cantone dei Grigioni. L'UTE di Coira abbandonerà la Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Orientale e disporrà di un accreditamento e di un'organizzazione autonomi, motivo per cui secondo la Commissione essa dovrà essere riposizionata e la sua offerta di formazione dovrà essere adeguata.

Va favorito l'arrivo di nuovi specialisti

La Commissione ha aderito all'opinione del Governo secondo cui nell'attuale contesto economico difficile è necessario disporre di un'università che favorisca l'arrivo di talenti e di specialisti, che sia in grado di soddisfare i requisiti posti alla formazione dall'economia e dalla ricerca locali, che abbia successo quale piazza formativa e di perfezionamento professionale competente e che contribuisca al trasferimento di sapere e di tecnologie. Negli ultimi anni il numero di studenti è costantemente aumentato, ciò che ha reso necessaria la continua locazione di spazi supplementari e ha fatto sì che la Scuola universitaria sia oggi distribuita tra diverse ubicazioni a Coira. A prescindere dal fatto che non è più possibile ampliare ulteriormente l'offerta di formazione e la superficie degli spazi, la presenza di doppioni impedisce di sfruttare le sinergie.

Ampliamento dell'ubicazione odierna
Secondo la Commissione, con la scelta di un'unica ubicazione per un centro universitario sotto forma di campus si può risolvere questo problema. A giudizio della Commissione, nella sua analisi della situazione il Governo ha spiegato in maniera convincente che, in base a fattori come la disponibilità di fondi, le possibilità di urbanizzazione e di ampliamento, il coinvolgimento di aspetti di pianificatori, il carattere unitario, la visibilità, i costi nonché la durata di realizzazione, l'ubicazione più vantaggiosa è quella in cui l'UTE di Coira si trova oggi, ossia in Pulvermühlestrasse. Il futuro programma dei locali prevede spazio per un numero di studenti compreso tra 1700 e 2000; attualmente si contano circa 1500 studenti.

Non trattare contemporaneamente il centro per l'innovazione
Con una previsione ottimistica, la realizzazione del nuovo centro universitario dovrebbe essere possibile entro il 2025. Gli investimenti lordi ammonteranno a circa 125 milioni di franchi, di cui circa 30 milioni di franchi dovrebbero essere assunti dalla Confederazione. La Commissione ha anche approvato la costituzione di riserve per il fabbisogno di mezzi del Cantone pari a 90 milioni di franchi a carico del consuntivo 2018. Infine, la Commissione ha preso atto anche della necessità di svolgere una votazione popolare relativa alla realizzazione di un centro universitario nel quadro di un messaggio relativo alla costruzione separato. Essa ha respinto per contro all'unanimità la proposta di permettere al Governo di prevedere nel quadro del presente rapporto sull'UTE, insieme al messaggio relativo alla costruzione di un centro universitario, anche un messaggio relativo alla costruzione di un centro per l'innovazione con una superficie di piano pari a 4000 metri quadrati, ciò perché la realizzazione di quest'ultimo non si trova in relazione diretta con la realizzazione di un centro universitario.

Il dibattito relativo all'affare è stato condotto dal presidente della Commissione, il granconsigliere Bruno W. Claus. Alla seduta ha preso parte anche il Consigliere di Stato Martin Jäger. La CStrPS chiede al Gran Consiglio di prendere atto del rapporto e di approvare le proposte del Governo, con una eccezione (numero 8 delle proposte).


Persona di riferimento:
Bruno W. Claus, presidente della Commissione strategica e di politica statale, tel. 079 300 33 70


Organo: Commissione strategica e di politica statale
Fonte: it Commissione strategica e di politica statale
Neuer Artikel