Navigazione principale

Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 18 ottobre 2018

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo si è espresso in merito a un progetto posto in consultazione dalla Confederazione riguardo alla previdenza per la vecchiaia. Inoltre ha approvato un progetto di costruzione stradale per sgravare il nucleo del paese di Müstair.

Il Governo accoglie con favore il progetto AVS
Il Governo ha preso posizione riguardo a un progetto posto in consultazione dall'Ufficio federale delle assicurazioni sociali in merito alla stabilizzazione dell'AVS (AVS 21). Con questo progetto si intende garantire il finanziamento dell'AVS e mantenere il livello delle rendite. È prevista l'armonizzazione dell'età di riferimento per donne e uomini a 65 anni. Attualmente per le donne essa ammonta a 64 anni mentre per gli uomini a 65 anni. Per tale aumento dell'età di riferimento sono inoltre previste misure compensative. Altri obiettivi del progetto sono la flessibilizzazione della riscossione della rendita nonché un finanziamento supplementare a favore dell'AVS.
Il Governo si è dichiarato espressamente favorevole agli obiettivi cui mira il progetto. In seguito alla bocciatura della riforma Previdenza per la vecchiaia 2020, il Cantone dei Grigioni considera adeguato l'approccio con due progetti separati per affrontare a livello demografico ed economico le sfide concernenti il 1° e il 2° pilastro e per uscire dallo stallo esistente nell'ambito della previdenza per la vecchiaia. Ciò significa che anche nel settore della previdenza professionale obbligatoria deve essere attuata in tempi rapidi una revisione separata per riequilibrare il 2° pilastro.
La previdenza per la vecchiaia deve garantire che l'intera popolazione capace di esercitare un'attività lucrativa disponga a lungo termine di una previdenza sufficiente. Se ciò non viene garantito, nascono enormi problemi sociali e finanziari per le persone interessate e per i Cantoni. In passato la previdenza che si basa sul concetto dei tre pilastri si è dimostrata decisamente valida quale modello economico e sociale svizzero. Se tuttavia il 1° e il 2° pilastro non raggiungono più l'obiettivo costituzionale della garanzia del minimo vitale, tramite prestazioni complementari all'AVS/AI (PC) finanziate dalle imposte devono essere utilizzati maggiori mezzi cantonali per un obiettivo che dovrebbe essere raggiunto tramite il concetto dei tre pilastri. Di conseguenza le grandi istituzioni sociali del 1° e del 2° pilastro devono essere adeguate alle norme sociali ed economiche del XXI secolo.

Procedure di consultazione del Dipartimento federale dell'interno

Il nucleo di Müstair sarà sgravato dal traffico
Il Governo ha approvato un progetto di costruzione per la correzione della strada del Forno con autorizzazioni previste da leggi speciali e con oneri. La strada del Forno è importante in quanto unico collegamento tra la Val Monastero e l'Engadina Bassa nonché con il vicino Alto Adige. Essa attraversa tra l'altro lo stretto nucleo di Müstair. A est di questa strada cantonale che attraversa il villaggio corre via Prövis, la strada agricola realizzata dal Comune di Val Müstair che viene utilizzata sia dal traffico locale, sia dal traffico pesante quale alternativa all'attraversamento stretto e dotato di scarsa visibilità del villaggio.
Secondo quanto previsto, via Prövis sarà segnalata quale strada principale e l'attuale strada cantonale attraverso il nucleo di Müstair sarà ceduta al Comune. Mediante due progetti di costruzione è previsto l'ampliamento di via Prövis e delle strade di raccordo alla strada del Forno. Tali progetti includono tra l'altro un nuovo attraversamento con isola centrale all'altezza dello sbocco della Senda da Scoula. Inoltre sono previste la riorganizzazione della zona di sbocco di via Prövis nella strada cantonale e la nuova concezione degli accessi al posteggio presente in quel punto. Oltre a ciò sono previste la rimozione della fermata di Autopostale e delle toilette nonché la realizzazione di un marciapiede su entrambi i lati dell'attuale strada cantonale. Un'isola centrale transitabile e pavimentata con cubetti nella zona di sbocco dovrà allontanare il traffico di transito dal centro del villaggio e al contempo consentire l'accesso e l'uscita al traffico locale.
È anche prevista la realizzazione di un progetto del Comune di Val Müstair direttamente confinante con il progetto cantonale. Con questo progetto il Comune intende creare una nuova fermata di Autopostale direttamente davanti al monastero e realizzare in altro luogo nuove toilette nonché riorganizzare le superfici di posteggio.

- -
  
Acqua per terreni molto secchi a Maienfeld
Il Governo ha garantito al Comune patriziale di Maienfeld un contributo cantonale per un ammontare di al massimo 856 200 franchi per la costruzione dell'impianto di irrigazione Riter e Bürgerlöser, facendo salvo il cofinanziamento da parte della Confederazione. I costi complessivi del progetto ammontano a circa 2,8 milioni di franchi.
L'irrigazione dei 200 ettari di superficie è necessaria poiché in media ogni tre anni risulta un deficit di acqua. Oltre alle condizioni climatiche centroalpine con quantità di precipitazioni scarse, ciò è da ricondurre al favonio che spesso soffia in questa zona e rende frequentemente secco il suolo. Si prevede che per l'irrigazione venga utilizzata l'acqua pompata dalla falda freatica mediante l'impianto della città. Secondo quanto previsto, il progetto verrà realizzato nel 2018 e nel 2019 in due tappe.
 
-
©Ufficio federale di topografia


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel