Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 4 giugno 2020

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha affidato nuovamente all'Ufficio dell'igiene pubblica l'attività di condotta dello Stato maggiore nella crisi legata al coronavirus. Inoltre ha approvato progetti relativi all'analisi della frana di Brienz e alla sistemazione della Strada italiana a Mesocco.

L'Ufficio dell'igiene pubblica è di nuovo competente per l'attività di condotta dello Stato maggiore nella crisi legata al coronavirus

Nel corso delle ultime settimane lo Stato maggiore di condotta cantonale (SMCC) ha assunto l'attività di condotta dello Stato maggiore durante la crisi legata al coronavirus. A seguito del sensibile calo del numero di casi e della distensione della situazione, il Governo assegnerà l'attività direttiva nuovamente all'Ufficio dell'igiene pubblica a partire dal 6 giugno 2020. Con uno Stato maggiore parziale adeguato alla pandemia, lo SMCC continua a svolgere un'attività di sostegno sotto la direzione dell'Ufficio del militare e della protezione civile. Inoltre lo Stato maggiore si dedica alla post-elaborazione e svolge preparativi per un'eventuale seconda ondata. Per il momento la prontezza operativa della protezione civile a sostegno del sistema sanitario viene garantita fino a fine ottobre 2020.
A partire dall'8 giugno 2020 le informazioni saranno fornite nuovamente dai Dipartimenti e dagli Uffici, dato che la hotline telefonica e il servizio di comunicazione Corona cesseranno la loro attività. L'indirizzo e-mail kfsinfo@amz.gr.ch però verrà mantenuto per scopi informativi.

Nel corso delle ultime settimane lo Stato maggiore di condotta cantonale (SMCC) ha assunto l'attività di condotta dello Stato maggiore durante la crisi legata al coronavirus. A seguito del sensibile calo del numero di casi e della distensione della situazione, il Governo assegnerà l'attività direttiva nuovamente all'Ufficio dell'igiene pubblica a partire dal 6 giugno 2020. 

La "frana a monte" a Brienz/Brinzauls verrà analizzata

Il Governo ha approvato il progetto del Comune di Albula/Alvra relativo alla frana a monte di Brienz/Brinzauls – rilevamento delle basi della frana e ha concesso un contributo cantonale pari a circa 4,05 milioni di franchi.
Nel corso degli ultimi tre anni la parte inferiore della frana, ovvero la cosiddetta "frana paese" è stata analizzata con un rilevamento delle basi su vasta scala. Negli ultimi due anni la frana ha fatto registrare una forte accelerazione. In paese lo scivolamento ha raggiunto una velocità fino a 1,2 metri all'anno. Una zona è considerata di pericolo elevato se la velocità di scivolamento è superiore a 10 centimetri all'anno. Nello stesso periodo anche la frana al di sopra del paese, ovvero la cosiddetta "frana a monte", ha fatto registrare un'accelerazione. In questo caso le velocità di spostamento ammontano fino a 6 metri all'anno. Non è possibile escludere un franamento.
Le frane di Brienz/Brinzauls sono molto complesse e attualmente rappresentano una delle sfide maggiori nella gestione di movimenti di massa nell'area alpina. Nel quadro del progetto si intende analizzare la presunta interazione tra le due parti della frana al fine di comprenderle meglio. A tale scopo verranno effettuate ulteriori perforazioni nonché ulteriori analisi geologiche e geofisiche. A seguito del pericolo di frana e della velocità di scivolamento è importante che il rilevamento delle basi e in particolare le necessarie perforazioni vengano effettuati già nell'estate del 2020.

Luftaufnahme des Brienzer Rutschs

Il Governo ha approvato il progetto del Comune di Albula/Alvra relativo alla frana a monte di Brienz/Brinzauls – rilevamento delle basi della frana e ha concesso un contributo cantonale pari a circa 4,05 milioni di franchi. 

Sistemazione della Strada italiana a Mesocco con progetto di risanamento fonico

Il Governo ha approvato il progetto di sistemazione della Strada italiana all'interno dell'abitato di Mesocco. La Strada italiana conduce dall'Obertor di Coira, passando per il passo del San Bernardino, fino al confine con il Cantone Ticino. All'interno dell'abitato di Mesocco la visuale sulla strada cantonale è compromessa e i pedoni non sono adeguatamente protetti dal traffico motorizzato.
Nel quadro del progetto si intende creare un collegamento pedonale continuo e migliorare la situazione nelle strettoie senza visuale. Inoltre, sia all'entrata, sia all'uscita del paese si intende realizzare un passaggio pedonale con isola centrale. Oltre a ciò, per quanto possibile si intende rendere le fermate del bus conformi alle esigenze dei disabili. La parte di progetto di competenza del Cantone comprende in sostanza il rinnovo del corpo stradale e correzioni di scarsa entità alla strada cantonale, nella misura in cui la struttura circostante del villaggio lo consenta.
In relazione al risanamento della Strada italiana è stato allestito anche un progetto di risanamento fonico. Nel settore delle costruzioni tipiche del sito, il selciato in dadi della carreggiata viene mantenuto e sui circa 490 metri di lunghezza varrà il limite di velocità di 30 km/h anziché di 50 km/h come finora.

Ortskern Mesocco Ortskern Mesocco

Il Governo ha approvato il progetto di sistemazione della Strada italiana all'interno dell'abitato di Mesocco.

Contributo cantonale per il rinnovo dell'acquedotto di Alvaschein

Il Governo ha concesso un contributo pari al massimo a 553 370 franchi per il rinnovo dell'acquedotto di Alvaschein del Comune di Albula/Alvra.
Gli impianti dell'acquedotto di Alvaschein necessitano di essere risanati. Il progetto prevede la realizzazione di un nuovo serbatoio con una riserva di utilizzo di 100 metri cubi e una riserva antincendio di 250 metri cubi nonché il rinnovo di condotte principali su un tratto lungo circa 2,6 chilometri.

Reservoir Aussenansicht

Il Governo ha concesso un contributo pari al massimo a 553 370 franchi per il rinnovo dell'acquedotto di Alvaschein del Comune di Albula/Alvra.

Neuer Artikel
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni