Navigazione principale

Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 17 dicembre 2020

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha posto in vigore due leggi e le corrispondenti ordinanze con effetto al 1° gennaio 2021. Inoltre ha accertato la riuscita di un referendum e ha approvato la realizzazione e l'esercizio di una centrale idroelettrica di Repower SA.

Più margine di manovra per le Regioni

Il Governo ha posto in vigore con effetto al 1° gennaio 2021 la revisione parziale della legge sulla promozione dello sviluppo economico nel Cantone dei Grigioni (LSE) decisa dal Gran Consiglio nella sessione di giugno 2020. Sulla base della legge sottoposta a revisione, il Governo ha inoltre emanato la revisione parziale dell'ordinanza sulla promozione dello sviluppo economico nel Cantone dei Grigioni (OSE). In questo modo vengono create le basi giuridiche affinché da gennaio 2021 sia possibile attuare la nuova impostazione del management regionale.
La nuova impostazione del management regionale prevede maggiore responsabilità e autonomia per le Regioni in relazione all'elaborazione e all'attuazione delle basi strategiche. In futuro le Regioni parteciperanno al finanziamento degli uffici per lo sviluppo regionale. Il Cantone dei Grigioni sostiene le Regioni con un contributo per l'attività di base nonché con un contributo pari al massimo al 50 per cento delle spese per il personale degli uffici per lo sviluppo regionale.
L'attuazione del management regionale nelle Regioni viene disciplinata mediante un mandato di prestazioni tra il Cantone e le singole Regioni. Con l'entrata in vigore della revisione parziale della LSE le Regioni potranno presentare al Cantone richieste di finanziamento degli uffici per lo sviluppo regionale.

Il Governo ha posto in vigore con effetto al 1° gennaio 2021 la revisione parziale della legge sulla promozione dello sviluppo economico nel Cantone dei Grigioni (LSE) decisa dal Gran Consiglio nella sessione di giugno 2020.

Entra in vigore la legge concernente la promozione della trasformazione digitale

La legge concernente la promozione della trasformazione digitale nei Grigioni entrerà in vigore il 1° gennaio 2021. Al contempo il Governo ha emanato una relativa ordinanza. Le nuove prescrizioni di legge contengono le disposizioni necessarie per la costituzione di un credito d'impegno quadro di 40 milioni di franchi e disciplinano i principi di utilizzo del credito al fine di promuovere la trasformazione digitale nel Cantone dei Grigioni.
In conformità all'ordinanza, per l'approvazione di una domanda di promozione è fondamentale che il progetto costituisca effettivamente un progetto di trasformazione. Da un lato si tratta di progetti aventi l'obiettivo di indurre cambiamenti per quanto riguarda processi, prodotti, servizi o modelli commerciali resi possibili dall'impiego di tecnologie digitali. D'altro lato si deve trattare anche di progetti intesi ad abilitare i lavoratori e gli specialisti ad avviare e attuare tali cambiamenti.

La legge concernente la promozione della trasformazione digitale nei Grigioni entrerà in vigore il 1° gennaio 2021.

Assegnato l'incarico per la realizzazione di una piattaforma elettronica per domande di costruzione

Allo scopo di garantire una prassi efficiente in relazione alla presentazione e all'evasione delle domande di costruzione nel Cantone dei Grigioni, è prevista la realizzazione di una piattaforma elettronica (soluzione web) idonea a garantire la trasparenza completa nella procedura per il rilascio della licenza edilizia per domande di costruzione all'interno e al di fuori delle zone edificabili. Nel quadro della strategia di e‑government 2019‑2023 il Governo ha definito questo progetto come strategico e quindi la sua realizzazione è prioritaria. A tale scopo ora il Governo ha conferito l'incarico per la direzione generale del progetto alla Balser & Hoffmann AG di Zurigo. I costi per la direzione generale del progetto ammontano a circa 896 000 franchi.
Sulla piattaforma i richiedenti potranno inoltrare per via elettronica le loro domande di costruzione e la relativa documentazione (piani, domande per autorizzazioni supplementari, ecc.) in maniera uniforme e consultare lo stato attuale del progetto. La piattaforma verrà utilizzata da tutti i comuni del Cantone dei Grigioni e dai servizi cantonali interessati. Tutti gli enti coinvolti nella procedura di rilascio della licenza edilizia e aventi diritto d'accesso alla piattaforma potranno consultare informazioni relative alla domanda di costruzione e caricare documenti. In aggiunta l'Amministrazione avrà la possibilità di comunicare cambiamenti di stato, competenze e attività relative alle domande di costruzione. Inoltre è previsto un collegamento con il sistema d'informazione geografica nonché con il registro centrale degli edifici e delle abitazioni.

Allo scopo di garantire una prassi efficiente in relazione alla presentazione e all'evasione delle domande di costruzione nel Cantone dei Grigioni, è prevista la realizzazione di una piattaforma elettronica (soluzione web) idonea a garantire la trasparenza completa nella procedura per il rilascio della licenza edilizia per domande di costruzione all'interno e al di fuori delle zone edificabili.

Riuscito il referendum contro l'abrogazione della legge sugli assegni maternità

Il referendum contro la decisione del Gran Consiglio del 26 agosto 2020 relativa all'abrogazione della legge sugli assegni maternità è riuscito con 2837 firme valide. La votazione popolare su questo oggetto si terrà il 13 giugno 2021.

Il referendum contro la decisione del Gran Consiglio del 26 agosto 2020 relativa all'abrogazione della legge sugli assegni maternità è riuscito con 2837 firme valide. La votazione popolare su questo oggetto si terrà il 13 giugno 2021.

Via libera a una nuova centrale idroelettrica di Repower SA

Il Governo ha rilasciato a Repower SA le autorizzazioni necessarie per la costruzione e l'esercizio della centrale idroelettrica Taschinas II. Repower intende sfruttare in un ulteriore salto, ossia nella centrale Taschinas II, la forza idrica del Taschinasbach e dello Schmittnerbach, sul territorio dei comuni di Grüsch e di Seewis, per produrre elettricità. A tale scopo è previsto da un lato che l'acqua turbinata nella centrale Taschinas I esistente venga sfruttata a partire dalla centrale fino alla Landquart. In questo modo risulta un nuovo tratto di deflusso residuale lungo circa 1,5 chilometri, di cui circa 1,3 chilometri nel Taschinasbach e 200 metri nella Landquart. D'altro lato si prevede di captare il Taschinasbach a partire dalla centrale Lietha in disuso e di farlo confluire verso il sistema della centrale Taschinas II. Per la centrale Taschinas II sono previste una potenza installata di 1,5 megawatt, nonché una produzione annua di circa 5 gigawattora.

Flusslauf der Landquart

Il Governo ha rilasciato a Repower SA le autorizzazioni necessarie per la costruzione e l'esercizio della centrale idroelettrica Taschinas II.

Sussidio cantonale per il nuovo centro di manutenzione a Vicosoprano

Il Governo ha garantito al Comune di Bregaglia un sussidio cantonale pari al massimo a 900 000 franchi per la realizzazione di un nuovo centro di manutenzione. Il centro di manutenzione a Vicosoprano sarà costruito quale base dell'Azienda forestale e lavori pubblici, mentre i magazzini esistenti a Bondo, Maloja e Stampa saranno mantenuti principalmente quali sedi esterne per i servizi tecnici e ampliati in misura minima. A seguito delle conseguenze della frana del 2017 il Comune ha deciso di rinunciare al previsto ampliamento del magazzino di Bondo. I costi complessivi del progetto ammontano a circa 2,6 milioni di franchi.
Con l'aggregazione dei cinque Comuni di Bondo, Castasegna, Soglio, Stampa e Vicosoprano nel Comune di Bregaglia nel 2010, anche le precedenti tre aziende forestali e lavori pubblici della valle sono state riunite in un'unica Azienda forestale e lavori pubblici. I quattro centri di manutenzione o magazzini esistenti a Bondo, Maloja, Stampa e Vicosoprano non soddisfano più i requisiti odierni in termini di spazio.

Visualisierung des neuen Werkhofs

© Alder Clavuot Nunzi Architekten GmbH

Il Governo ha garantito al Comune di Bregaglia un sussidio cantonale pari al massimo a 900 000 franchi per la realizzazione di un nuovo centro di manutenzione.

Neuer Artikel
Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni