Zum Seiteninhalt

Possibilità di scoprire e fare ricerche a Davos per allievi di scuola media curiosi

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Martedì 23 marzo 2010 gli allievi di scuola media di una classe dell'Hochalpines Institut Ftan avranno la possibilità di dare uno sguardo dietro le quinte delle professioni scientifiche e di ricerca nel quadro del progetto pilota "Zukunftstag in Davos".

Come si misura l'irradiazione solare? Perché oggi non è ancora possibile prevedere gravi terremoti? Come si diventa fisico, allergologo o biologo cellulare? E come posso conciliare una promettente carriera di scienziato o medico con la mia famiglia? Alla "Zukunftstag in Davos" i ricercatori delle professioni più diverse e degli istituti più rinomati, a Davos mostreranno agli allievi di scuola media interessati il loro posto di lavoro e discuteranno con loro della scelta professionale, della scienza e della pianificazione della vita. Vi partecipano il WSL-Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe SLF, l'Osservatorio di fisica-meteorologica Davos / World Radiation Center, lo Swiss Institute of Allergy and Asthma Research, il Global Risk Forum e l'AO Foundation / Arbeitsgemeinschaft für Osteosynthesefragen.

Il progetto pilota "Zukunftstag in Davos" nasce dalla collaborazione tra l'Ufficio di coordinamento per le pari opportunità, la "Città del sapere" Davos, l'Istituto federale per lo studio della neve e delle valanghe e l'Hochalpines Institut Ftan. Obiettivo del progetto è fornire ai giovani spunti per una carriera fuori dall'ordinario e mostrare loro quali posti di lavoro e di ricerca interessanti offre il Cantone dei Grigioni. Devono avere il coraggio di optare per studi scientifici orientati al futuro e di occuparsi attivamente della loro pianificazione professionale e della vita.


Persone di riferimento:
- Silvia Hofmann, lic.phil. MA, responsabile dell'Ufficio di coordinamento per le pari opportunità, tel. 081 257 35 71 o e-mail: Silvia.Hofmann@stagl.gr.ch  
- Claudia Meili-Senn, lic.phil. I, collaboratrice scientifica, tel. 081 257 35 73 o e-mail: Claudia.Meili@stagl.gr.ch  


Indicazione per i media:
I giornalisti che desiderano riferire del progetto sono cordialmente invitati a partecipare alla manifestazione. Siete pregati di annunciarvi entro venerdì 19 marzo 2010 a Claudia Meili-Senn, lic.phil. I, collaboratrice scientifica, tel. 081 257 35 73 o e-mail: Claudia.Meili@stagl.gr.ch.  

Organo: Ufficio di coordinamento per le pari opportunità
Fonte: it Ufficio di coordinamento per le pari opportunità
Neuer Artikel