Zum Seiteninhalt

I Cantoni del San Gottardo (Uri, Grigioni, Ticino e Vallese) confermano l’intenzione di partecipare congiuntamente ad Expo 2015 a Milano e di occupare uno spazio comune nel padiglione svizzero

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
L’Expo 2015 rappresenta un evento importante alle porte del confine svizzero che stuzzica in modo particolare l’interesse dei Cantoni geograficamente più vicini a Milano, cioè i quattro Cantoni del San Gottardo. Da alcuni mesi i rappresentanti dei loro Governi si stanno attivando per trovare la miglior visibilità e il maggior impatto dei quattro Cantoni durante l’esposizione universale. Quest’ultimi condividono l’idea di una presenza congiunta con l’occupazione di uno spazio di 150 m2 all’interno del padiglione svizzero. Per l’allestimento e il concetto creativo si intende proporre l’incarico lo stesso studio di architettura e design cui è stato affidato, tramite Presenza Svizzera, il concetto del padiglione svizzero. Presenza Svizzera, che dal 2001 è responsabile in seno al Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) delle partecipazioni ufficiali elvetiche alle esposizioni mondiali, assumerà la direzione del progetto del padiglione svizzero.

L’allestimento e la gestione degli spazi congiunti sarebbe effettuato sotto l’egida dei quattro Cantoni e in stretta collaborazione con Presenza Svizzera. A tale proposito si ricorda che all’interno del comitato di direzione a livello nazionale (Steuerungsausschuss) sono rappresentati anche i due Delegati Cantonali per Expo 2015, entrambi già Consiglieri di Stato nei rispettivi Cantoni, segnatamente l’avvocato Luigi Pedrazzini per il Canton Ticino e l’avvocato Claudio Lardi per il Canton Grigioni.

I Cantoni del San Gottardo auspicano, con la loro presenza a Milano, un impatto diretto e ricadute anche a lungo termine per la regione. In particolare la presenza della regione del San Gottardo a Milano servirebbe da importante finestra internazionale per mettere in risalto regioni particolarmente toccate dal transito fra nord e sud e dalle Nuove trasversali alpine

I costi dell’operazione sarebbero suddivisi fra i Cantoni secondo una chiave di riparto concordata.

I Delegati e i rappresentanti dei quattro Cantoni concordano nel considerare l’Expo 2015 un’importante opportunità per far conoscere e promuovere le regioni svizzere al confine con l’Italia.

A tale proposito si attendono anche i risultati dello studio di impatto economico che Presenza Svizzera ha commissionato all’Università della Svizzera Italiana, che indicherà le ricadute a seguito dell’Expo di Milano.


Per maggiori informazioni rivolgersi a:
- Delegato Expo 2015 per il Canton Ticino, Luigi Pedrazzini, Tel. 079 320 00 08
- Delegato Expo 2015 per il Canton Grigioni, Claudio Lardi, Tel. 079 610 44 55

Internet:
http://www.dfae.admin.ch


Neuer Artikel