Zum Seiteninhalt

Impiego a metà tempo nell'ambito del progetto "PMI grigionesi in azione: strutture favorevoli alla famiglia quale fattore di successo"

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nove PMI grigionesi stanno sviluppando delle strutture favorevoli alla famiglia all'interno del loro esercizio. Di recente, si è tenuto uno scambio nel quadro del progetto dell'Ufficio di coordinamento per le pari opportunità "PMI in azione: strutture favorevoli alla famiglia quale fattore di successo".

Ogni PMI è diversa. È perciò necessario adottare misure individuali e adeguate all'esercizio, quando ci si occupa della questione relativa a come si debbano sviluppare strutture favorevoli alla famiglia. Durante gli ultimi sei mesi, nove PMI della Valle grigione del Reno hanno sottoposto con successo le loro condizioni di lavoro a un'analisi sostenuta in modo professionale dal servizio specializzato UND. Inoltre, le PMI hanno elaborato i primi piani di misure.

Alla prima tavola rotonda di giovedì 6 settembre 2012, in occasione della quale si sono riuniti per uno scambio i rappresentanti di tutte e nove le PMI, sono state discusse le prime misure di successo. I rappresentanti delle PMI hanno definito una sfida il reclutamento fruttuoso di personale specializzato e il modo in cui comunicare e rendere proficue verso l'esterno e l'interno le strutture dell'azienda favorevoli alla famiglia. In gruppi sono state elaborate delle proposte di soluzione a questa sfida. Entro la prossima tavola rotonda, che si terrà nella primavera del 2013, le PMI attueranno i loro piani di misure e raccoglieranno esperienze.

Imprese di tutti i settori
Le PMI grigionesi che partecipano al progetto dell'Ufficio di coordinamento per le pari opportunità coprono quasi l'intera gamma dei settori presenti nel Cantone. Vi sono rappresentanti del settore dell'economia energetica (IBC Energie Wasser Chur), della ristorazione (Merz Gastro AG), del commercio (Josias Gasser Baumaterialien AG), della vendita (Do it, Baumarkt AG), delle cure (Spitex Chur), del trasporto pubblico (Stadtbus Chur AG), della lingua e cultura (Lia Rumantscha), degli alberghi (Hotel Stern) e dello sviluppo di software (Wenzel Metromec AG). In totale, in futuro circa 700 collaboratori di queste aziende avranno la possibilità di poter conciliare meglio lavoro e famiglia/vita privata. Il progetto trae vantaggio dal fatto che partecipano sia aziende con quasi solo uomini o donne tra gli impiegati, sia aziende con team misti.

Nella prossima fase di progetto, i risultati verranno analizzati e valutati assieme alle aziende. L'obiettivo del programma consiste nel mettere a disposizione delle PMI locali le esperienze di altre imprese e altre regioni, nonché nel creare una consapevolezza degli aspetti economici positivi delle condizioni di lavoro favorevoli alla famiglia. Il progetto è accompagnato da un organo consultivo composto da rappresentanti di associazioni economiche, di PMI e da persone della politica e dell'economia. Esso viene finanziato dal Cantone dei Grigioni, dalla Confederazione e da sponsor grigionesi.

Trovate ulteriori informazioni agli indirizzi www.stagl.gr.ch, www.und-online.ch e www.berufundfamilie.admin.ch  


Persona di riferimento:
Susanna Mazzetta, capoprogetto, Ufficio di coordinamento per le pari opportunità, telefono cellulare 079 483 74 01, e-mail: Susanna.Mazzetta@stagl.gr.ch  


Organo: Ufficio di coordinamento per le pari opportunità
Fonte: it Ufficio di coordinamento per le pari opportunità
Neuer Artikel