Zum Seiteninhalt

Licheni quali indicatori della qualità dell'aria

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
La qualità dell'aria e le variazioni della stessa possono essere valutate sulla base di licheni su alberi sparsi. Nella Valle grigione del Reno, dal 1986 vengono effettuate tre categorizzazioni della qualità dell'aria attraverso i licheni sull'insieme del territorio. I rilevamenti mostrano quanto segue: nei luoghi in cui in precedenza regnava una qualità dell'aria cattiva o molto cattiva è subentrato un miglioramento sostanziale. Tuttavia, rispetto a prima anche le superfici che presentavano un'ottima qualità dell'aria sono diminuite. 
 
I licheni indicano gli effetti dell'inquinamento atmosferico sugli organismi
L'aria inquinata arreca danno alla salute di piante, animali e persone. Grazie a metodi tecnici, la concentrazione di singoli inquinanti può essere stabilita in modo esatto. Tuttavia, dato che non è possibile misurare tutte le sostanze del cocktail di inquinanti presenti nell'aria, con metodi tecnici gli effetti sugli organismi possono essere valutati solo in modo indiretto. Qui può essere d'aiuto il metodo della bioindicazione con licheni, cioè una biocenosi composta da alghe e funghi. Essi si nutrono esclusivamente di sostanze in sospensione e di particelle che si trovano nell'aria che si respira e reagiscono quindi in modo molto sensibile a inquinamenti dell'aria.

Nel 2011, nella Valle grigione del Reno sono stati censiti il numero di licheni e la varietà di specie che si sviluppano sui tronchi delle latifoglie. In questo modo, la superficie viene suddivisa in zone inquinate che spaziano da "inquinamento complessivo molto debole" fino a "inquinamento complessivo molto forte". Il risultato consiste in una carta della qualità dell'aria. Da un confronto di rilevamenti degli anni 1986 e 1996 è possibile ricostruire l'evoluzione della qualità dell'aria nel tempo sottoforma di effetto sugli organismi. 
 
Successi e insuccessi allo stesso tempo
Secondo il metodo della bioindicazione con licheni, nel 1986 e nel 1996 la qualità dell'aria nei centri di Landquart e di Coira andava ancora inserita nella categoria "inquinamento complessivo molto forte". Nel 2011 non sono più state rilevate zone appartenenti a questa categoria. Questo risultato è positivo e conferma l'efficacia delle misure adottate, in particolare l'avvenuta riduzione delle emissioni causate dal traffico e dagli impianti di combustione. Anche la circonvallazione di Landquart e il risanamento della Ziegelei Landquart dovrebbero aver contribuito al miglioramento della qualità dell'aria sul posto.

Lo sviluppo dei licheni mostra purtroppo anche una tendenza al peggioramento dove prima veniva riscontrata la migliore categoria di qualità dell'aria. Le zone con "inquinamento complessivo molto debole" lungo le vie di comunicazione e nelle aree abitate della Valle del Reno sono diminuite negli ultimi anni. Questo sviluppo è palese lungo le strade cantonali, tra i paesi e nei vigneti della Bündner Herrschaft. Oggi i licheni indicano inquinamenti atmosferici ridotti ancora nella Valle grigione del Reno in altitudine nei pressi di Says e Zizers.

Il peggioramento della qualità dell'aria riscontrata tramite i licheni non è sempre spiegabile. Tuttavia, l'aumento della necessità di spazio provoca un'estensione sempre maggiore degli insediamenti e delle strade d'accesso. Questa pressione dovuta agli insediamenti compensa parzialmente i risultati ottenuti nell'igiene dell'aria con i provvedimenti tecnici e in alcune zone ha un impatto addirittura maggiore di questi ultimi. La ragione del peggioramento della qualità dell'aria nei vigneti della Bündner Herrschaft non è ancora stata chiarita definitivamente. È possibile che i fungicidi spruzzati nei vigneti per combattere il fungo oidio giochino un ruolo. Dato che nei licheni vivono dei funghi, anch'essi vengono attaccati e si deteriorano, indicando (nel metodo di bioindicazione con licheni) un peggioramento della qualità dell'aria che in realtà non è avvenuto. 

Il bilancio complessivo mostra uno sviluppo verso categorie d'inquinamento medie
Nella Valle grigione del Reno, dal 1986 la qualità dell'aria è migliorata sul 18 per cento delle superfici monitorate, perlopiù molto inquinate. Il 46 per cento delle zone, perlopiù con inquinamento contenuto, presenta oggi una qualità dell'aria peggiore rispetto al 1986. Il 36 per cento delle superfici non mostra variazioni. Le ricerche confermano che sono necessarie ulteriori misure per ridurre ancora l'inquinamento atmosferico. In questo modo l'inquinamento complessivo diminuirà e la varietà di licheni tornerà ad aumentare, a beneficio dell'uomo e del suo ambiente naturale. 


Indicazione:
Le carte dei licheni possono essere scaricate dal sito internet dell'Ufficio per la natura e l'ambiente (www.anu.gr.ch), oppure ottenute direttamente presso l'Ufficio (info@anu.gr.ch). Il rapporto finale relativo alle ricerche sui licheni sarà probabilmente pubblicato alla fine del 2013. 

Su www.gr.ch è possibile trovare un video su questo tema.
 

Persone di riferimento:
- Georg Thomann, Ufficio per la natura e l'ambiente, tel. 081 257 29 52
- Hanspeter Lötscher, Ufficio per la natura e l'ambiente, tel. 081 257 29 96 


Organo: Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente
Fonte: it Ufficio per la natura e l'ambiente
Neuer Artikel