Navigation

Inhaltsbereich

Comunicato del Governo del 20 novembre 2013

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo grigionese ha commissionato lo studio di una strategia per l'elaborazione di materiale didattico negli idiomi romanci. Inoltre si è occupato delle elezioni di circolo del 2014. 

Incarico per una strategia globale concernente il materiale didattico negli idiomi
Il Governo incarica l'Alta scuola pedagogica dei Grigioni (ASP GR) di elaborare una strategia globale per la messa a disposizione di materiale didattico negli idiomi romanci Sursilvan, Sutsilvan, Puter e Vallader. Con l'incarico, il Governo riconosce la grande necessità di recupero per quanto concerne il materiale didattico negli idiomi. È quanto hanno espresso ripetutamente negli ultimi tempi anche diverse organizzazioni e diversi esponenti della Rumantschia nei confronti del Governo e del Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente. La decisione del Governo si basa sulla nuova legge scolastica, le cui disposizioni sul materiale didattico non stabiliscono una priorità assoluta del Rumantsch Grischun nei confronti degli idiomi. La strategia dell'ASP GR dovrà essere elaborata in collaborazione con diversi gruppi di interesse entro la fine di maggio del 2014.
Su decisione del Governo vengono avviati senza indugio i lavori per una strategia relativa a del materiale didattico di lettura e di scrittura per la prima classe negli idiomi Puter, Vallader e Sutsilvan. In questo modo viene affrontata concretamente una prima importante esigenza. Inoltre, il materiale didattico per imparare a leggere e scrivere per la prima classe è da sempre a sé stante, mentre i successivi materiali didattici di lingua per le classi dalla seconda alla nona seguono di preferenza una strategia comune. Anche il materiale didattico per imparare a leggere e scrivere per la prima classe in Engadina e Sutselva nasce sotto la direzione dell'ASP GR. Per le tre lingue è prevista una soluzione possibilmente unitaria. La versione finale del testo didattico dovrà essere pronta per l'anno scolastico 2016/2017. 

Stabiliti i circoli in cui verranno ancora svolte elezioni delle autorità
In cinque circoli del Cantone dei Grigioni il 18 maggio 2014 verranno ancora svolte elezioni delle autorità di circolo. Si tratta di circoli che durante l'attuazione della riforma territoriale grigionese dispongono ancora di compiti delegati dai comuni e fungono da responsabili della collaborazione intercomunale. Il Governo ha posto in vigore con effetto al 1° marzo 2014 la revisione parziale della Costituzione cantonale (Cost. cant.) del 13 maggio 2012 per quanto riguarda la corrispondente disposizione nell'art. 108 cpv. 1 Cost. cant., secondo cui vale quanto segue: "I circoli che assolvono compiti loro delegati dai comuni continuano a esistere fino ad al massimo due anni dopo l'entrata in vigore della suddivisione del Cantone in regioni quali corporazioni del diritto pubblico cantonale". L'entrata in vigore della suddivisione del Cantone in regioni è prevista per il 1° gennaio 2015. A seguito della disposizione costituzionale posta in vigore, in circoli che non fungono da responsabili di compiti intercomunali la durata del mandato viene prorogata fino a tale giorno.
Nei seguenti circoli, il 18 maggio 2014 andranno svolte elezioni di rinnovo (presidente di circolo e supplente): Domleschg, Mesocco, Oberengadin, Schams e Surses, salvo nel caso in cui abbiano trasferito tutti i compiti entro il 1° marzo 2014. I circoli devono informare il Governo in merito a un eventuale trasferimento dei compiti entro il 28 febbraio 2014.
Il dibattito relativo alla legislazione esecutiva sulla riforma territoriale è previsto durante la sessione di aprile 2014 del Gran Consiglio. 

Viene proseguita l'attività del centro di competenze grigionese per un turismo in sintonia con la natura e la cultura
Il Servizio specializzato per il turismo e lo sviluppo sostenibile di Wergenstein è stato incaricato dal Governo di continuare l'attività del "centro di competenze grigionese per un turismo in sintonia con la natura e la cultura" nel 2014 e nel 2015. A questo scopo viene approvato un tetto di spesa di 240 000 franchi (a carico di Confederazione e Cantone in ragione della metà ciascuno). È fatta salva l'autorizzazione del credito da parte del Gran Consiglio. Per il periodo dal 2016 in poi andrà elaborata una base di finanziamento per una continuazione indipendente delle attività del centro di competenze.
Negli ultimi sei anni, il centro di competenze di Wergenstein ha svolto un'attività di successo. Un rapporto dell'Università di Berna concernente la riforma del turismo grigionese 2006-2013 giunge tra l'altro alla conclusione che con la creazione del centro di competenze nel quadro della riforma del turismo sarebbe stata trovata un soluzione intelligente per sfruttare anche il potenziale delle regioni periferiche e per dare voce al turismo in sintonia con la natura e la cultura. Il centro di competenze avrebbe attuato in modo valido e innovativo questo incarico, in modo da raggiungere ottimi risultati (tra le altre cose il first level support, il convegno sul lavoro di rete, il manuale "Tourismus ganz natürlich"). 

Nuovo accordo di prestazioni con il Forum economico dei Grigioni
Il Governo ha approvato un nuovo accordo di prestazioni 2014 – 2016 con il Forum economico dei Grigioni. Su questa base, per gli anni dal 2014 al 2016 al Forum economico dei Grigioni viene garantito un sussidio cantonale complessivo di 360 000 franchi, ossia un sussidio annuo pari a 120 000 franchi. Il Forum economico dei Grigioni è inteso come laboratorio di riflessione grigionese. Come tale cerca di riconoscere e descrivere le sfide nei Grigioni, nonché di identificare possibili metodi con cui la politica di sviluppo della piazza economica grigionese possa reagire. Durante il periodo dell'accordo di prestazioni 2011-2013, il Forum economico dei Grigioni ha posto importanti accenti sulle questioni di politica economica. Per il 2014, l'accento principale sarà posto sull'elaborazione di strategie per le località turistiche grigionesi. 
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel