Navigazione principale

Contenuto della pagina

Proibito il trasferimento di patrimonio del Comune patriziale di Ilanz

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Per la terza volta poco prima dell'entrata in vigore di un'aggregazione comunale, il Governo quale autorità di vigilanza si è occupato di un comune patriziale. Il Governo ha stabilito che la trasmissione di beni patrimoniali del Comune patriziale di Ilanz a un consorzio patriziale non è ammessa.

Con lettera del 3 dicembre 2013, la sovrastanza patriziale di Ilanz ha convocato i patrizi per un'assemblea il 16 dicembre 2013. All'ordine del giorno figura tra le altre cose la costituzione formale di un consorzio patriziale con trasferimento immediato di tutti gli attivi e passivi del Comune patriziale di Ilanz al consorzio. Contemporaneamente, la sovrastanza patriziale chiede all'assemblea patriziale l'approvazione di una bozza di statuto per il consorzio e lo scioglimento del Comune patriziale.

Il Governo interviene contro questa intenzione di trasferimento di beni patrimoniali. Al Comune patriziale di Ilanz si proibisce di trasferire il proprio patrimonio a un consorzio patriziale. La situazione giuridica permette infatti il trasferimento di beni patrimoniali a un consorzio patriziale solo se in un comune politico aggregato non esiste più un comune patriziale. Questo non è però il caso a Ilanz/Glion, siccome dal 1° gennaio 2014 il Comune aggregato avrà un nuovo Comune patriziale. La legislazione cantonale in materia è stata ripetutamente comunicata al Comune patriziale di Ilanz e agli altri comuni patriziali interessati dal progetto aggregativo. L'Ufficio del registro fondiario di Ilanz viene pregato di respingere eventuali richieste di trasmissioni di proprietà concernenti immobili del Comune patriziale di Ilanz a un consorzio patriziale.

Il Governo ha inoltre stabilito che anche per motivi formali il Comune patriziale di Ilanz non può prendere decisioni in materia. Attualmente, la sovrastanza patriziale è composta da un unico membro e non può quindi presentare alcuna proposta legale all'assemblea. 
 

Persone di riferimento:
- Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01, e-mail barbara.janom@dfg.gr.ch  
- Thomas Kollegger, capo dell'Ufficio per i comuni, tel. 081 257 23 81, e-mail thomas.kollegger@afg.gr.ch  
- Georg Aliesch, capo della vigilanza sui comuni, Ufficio per i comuni, tel. 081 257 32 20, e-mail georg.aliesch@afg.gr.ch  
 

Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel