Zum Seiteninhalt

Situazione finanziaria solida per i comuni grigionesi

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Ogni anno l'Ufficio per i comuni analizza i conti annuali di tutti i comuni grigionesi. Questa statistica delle finanze comunali mostra che la tendenza positiva con finanze solide e sane è proseguita anche nel 2012. Questo quadro soddisfacente si riflette nella sostanza media pro capite a disposizione, passata rispetto all'anno precedente da 624 franchi a 1033 franchi. Va valutato positivamente lo sviluppo del tasso fiscale medio. La maggior parte dei comuni dispone di una base finanziaria sana.

A partire circa dall'inizio del nuovo millennio si può osservare una soddisfacente tendenza positiva nella situazione finanziaria dei comuni grigionesi. I risultati del 2010 e del 2011 hanno sì offuscato le prospettive, l'anno contabile 2012 ha tuttavia brillato con dati generalmente positivi, che in parte si sono addirittura collocati al di sopra della media pluriennale. Alcuni casi particolari verificatisi in pochi comuni hanno avuto un influsso fondamentale su questi valori calcolati sempre sulla media per abitante. Gli ottimi valori medi indicati vanno perciò considerati caso per caso. Le differenze finanziarie nei singoli casi sono grandi e negli ultimi anni sono diventate ancora maggiori, sia a causa della scarsità di risorse, sia a causa di oneri eccessivi. Simili differenze possono essere moderatamente ridotte solo con una perequazione finanziaria moderna ed efficace.

Dal 1994 i conti annuali dei comuni grigionesi vengono rilevati statisticamente e valutati dall'Ufficio per i comuni. In base agli indicatori determinati è possibile confrontare in generale e tra di loro le finanze dei comuni. Allo stesso modo è possibile trarre conclusioni relative allo sviluppo finanziario di ogni singolo comune per un periodo prolungato. Il riassunto di informazioni sulla situazione finanziaria serve ai responsabili nei comuni quale prezioso strumento di condotta. Dove ad esempio si sta delineando uno sviluppo negativo, grazie a queste informazioni è possibile adottare contromisure a tempo debito.

Nel 2012, il patrimonio netto medio per abitante è aumentato di 409 franchi a 1033 franchi. Circa un terzo di questo aumento è da ricondurre a ricavi da riversioni nei Comuni di Klosters-Serneus, Disentis/Mustér e Sumvitg. Dei 69 comuni che nel 2012 presentavano un debito netto, 38 hanno potuto migliorarsi rispetto all'anno precedente, mentre 31 hanno presentato un debito netto superiore.

Anche gli indicatori quota degli oneri finanziari e quota degli interessi, nonché l'indice di autofinanziamento sono migliorati rispetto all'anno precedente. La tendenza positiva si rispecchia nello sviluppo del tasso fiscale medio (non ponderato in base agli abitanti). Nel 2003 esso raggiungeva un valore di oltre il 110 per cento e da allora è stato possibile ridurlo gradualmente (2012: 104,2 %; 2014: 100,99 %). Non possono essere trascurate le aggregazioni comunali, che a loro volta hanno avuto un influsso sul tasso fiscale medio. Dopo circa dieci anni di esperienze aggregative nei Grigioni è per la prima volta possibile formulare dichiarazioni concrete riguardo allo sviluppo dei tassi fiscali dopo un'aggregazione: i tassi fiscali fissati al momento dell'aggregazione si sono dimostrati sostenibili. Nel periodo contemplato, tra il 2006 e il 2014, nel Cantone dei Grigioni vi sono state 21 aggregazioni comunali (che hanno visto coinvolti 83 comuni). 19 comuni hanno potuto fissare il tasso fiscale a un livello inferiore al tasso fiscale medio dei singoli comuni. Finora, solo un comune frutto di aggregazione (St. Antönien) ha aumentato il proprio tasso fiscale. Due comuni (Tomils e Bregaglia) hanno potuto abbassare ulteriormente il tasso fiscale, già inferiore a quello medio dei vecchi comuni.

Nonostante questa buona situazione iniziale, non si può ignorare il fatto che la situazione finanziaria può variare molto da comune a comune. Inoltre, una valutazione complessiva della situazione finanziaria di un singolo comune deve considerare anche altri fattori. Vi rientra ad esempio lo stato delle infrastrutture comunali e di conseguenza il futuro fabbisogno di investimenti.

Rimane da rinviare al fatto che anche la graduale introduzione del nuovo modello contabile MCA2 avrà effetti sugli indicatori. Entro il 2018, tutti i comuni grigionesi dovranno passare a questo standard. Nei prossimi anni, la statistica delle finanze comunali dovrà essere gestita parallelamente. La comparabilità tra comuni con MCA1 e comuni con MCA2 non è data, saranno perciò necessarie due statistiche. Il MCA2 aumenterà la comparabilità dei conti annuali tra i diversi comuni.

Da parte sua, il Cantone ha completato il passaggio con effetto all'esercizio 2013 e ne ha già riferito (comunicato stampa del 27 marzo 2014).
La documentazione relativa alla statistica delle finanze comunali 2012 può essere scaricata dalla homepage dell'Ufficio per i comuni all'indirizzo www.afg.gr.ch /Attualità. Inoltre, anche Ginfo 1/2014 è dedicato a questo tema. Lo scritto informativo dell'Ufficio per i comuni sarà pubblicato prima di Pasqua 2014.


Persone di riferimento:
- Consigliera di Stato Barbara Janom Steiner, direttrice del Dipartimento delle finanze e dei comuni, tel. 081 257 32 01, e-mail barbara.janom@dfg.gr.ch 
- Thomas Kollegger, capo dell'Ufficio per i comuni, tel. 081 257 23 81, e-mail Thomas.Kollegger@afg.gr.ch  


Organo: Dipartimento delle finanze e dei comuni
Fonte: it Dipartimento delle finanze e dei comuni
Neuer Artikel