Zum Seiteninhalt

Comunicato del Governo del 24 settembre 2015

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Nella sua più recente seduta il Governo ha preso posizione in merito alla legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981. Ha inoltre disposto un obbligo di risanamento per diverse centrali idroelettriche con riguardo all'aspetto dell'accessibilità per i pesci e ha deciso di concedere un contributo cantonale per il raduno internazionale delle comunità Walser che si terrà ad Arosa.

Il Governo accoglie con favore la legge federale sulle misure coercitive a scopo assistenziale e i collocamenti extrafamiliari prima del 1981
Il Governo grigionese sostiene gli orientamenti previsti dalla nuova legge federale. L'avamprogetto del Consiglio federale riconosce l'ingiustizia subita dalle vittime di misure coercitive a scopo assistenziale o collocamenti extrafamiliari prima del 1981 e prevede il versamento di un contributo di solidarietà alle vittime come segno di riconoscimento dell'ingiustizia subita. Inoltre, il tema dovrà essere oggetto di un'analisi scientifica e le vittime dovranno essere sostenute nell'elaborazione della propria storia.
Stando al rapporto esplicativo relativo all'avamprogetto di legge, la Confederazione si attende che l'evasione delle domande di contributo comporterà oneri aggiuntivi sotto il profilo amministrativo, organizzativo e finanziario. L'avamprogetto prevede un termine di sei mesi per l'inoltro delle domande. In questo periodo sono attese tra le 12 000 e le 15 000 domande. Un termine così breve comporterebbe un onere di personale supplementare molto elevato per i servizi di contatto cantonali e non sarebbe attuabile senza perdite in termini di qualità nell'attività di consulenza. Il Governo grigionese chiede perciò che per la presentazione delle domande venga previsto un termine di almeno due anni. Inoltre, dai Cantoni è attesa una partecipazione su base volontaria al finanziamento dei contributi di solidarietà, per un importo di circa 100 milioni di franchi. Tuttavia il rapporto presentato non contiene informazioni concernenti una possibile chiave di ripartizione tra la Confederazione e i Cantoni, nonché tra i Cantoni stessi. Non è chiaro nemmeno quali sarebbero le conseguenze qualora i Cantoni non dovessero partecipare al finanziamento. Si pone infine la questione di fondo relativa alla sussistenza nei Cantoni delle basi legislative necessarie per il cofinanziamento. Pertanto è preferibile che la Confederazione si assuma l'intero finanziamento degli indennizzi.

Servizio di contatto grigionese per persone direttamente interessate da misure coercitive a scopo assistenziale

Il Governo respinge la legge federale sull'imposizione di fondi agricoli e silvicoli
Il Governo grigionese esprime il proprio dissenso contro la legge federale sull'imposizione di fondi agricoli e silvicoli. Essa persegue l'obiettivo di dare un consolidamento giuridico alla prassi fiscale concernente i fondi agricoli e silvicoli seguita prima del 2011. I fondi agricoli e silvicoli godevano allora di un trattamento privilegiato ai fini dell'imposta sul reddito. Nel 2011 il Tribunale federale ha limitato l'entità di questi privilegi. Con la nuova legge si mira a un ritorno alla prassi fiscale anteriore al 2011.
Il Governo grigionese è contrario a questa disparità di trattamento di fondi di proprietà di agricoltori rispetto ai fondi appartenenti alla sostanza commerciale di altre persone esercitanti un'attività lucrativa indipendente. Una tale disparità di trattamento non è più giustificata sotto il profilo oggettivo e viola l'obbligo della parità di trattamento.

Ordine di risanamento per diverse centrali idroelettriche grigionesi
Il Governo grigionese ha disposto un obbligo di risanamento per diverse centrali idroelettriche con riguardo all'aspetto dell'accessibilità per i pesci. I Cantoni sono tenuti per legge a pianificare misure per centrali idroelettriche esistenti e a obbligare i rispettivi gestori ad attuarle. Nel Cantone dei Grigioni sono stati identificati 153 ostacoli dovuti a centrali idroelettriche presenti in acque ittiche, per 67 dei quali è stata dichiarata la necessità di risanamento. Gli ordini di risanamento concernono tre impianti dell'azienda elettrica della città di Zurigo e due impianti dell'azienda elettrica di Davos.

Approvati i ripari antivalanga Casanova del Comune di Lumnezia

Il Governo grigionese approva il progetto di ripari antivalanga Casanova del Comune di Lumnezia e garantisce un contributo cantonale di al massimo 80 000 franchi.
Il progetto ha l'obiettivo di garantire la protezione dell'area insediata "Casanova" nella frazione di Cumbel. Recentemente è stato constatato che per questa zona vale la zona di pericolo blu. Essa viene perciò messa in sicurezza con 76 m complessivi di ponti da neve.

- 
area insediata "Casanova" nella frazione di Cumbel, Lumnezia

Contributo cantonale al raduno internazionale delle comunità Walser
Secondo quanto deciso dal Governo grigionese, il raduno internazionale delle comunità Walser che si terrà ad Arosa dal 15 al 18 settembre 2016 viene sostenuto con un contributo cantonale sotto forma di garanzia del disavanzo di al massimo 50 000 franchi.
Dagli anni Sessanta, le comunità Walser provenienti dalla Svizzera, dal Principato del Liechtenstein, dalla Francia, dall'Italia e dall'Austria si incontrano ogni tre anni in una località diversa per un raduno internazionale. Questo raduno, al quale partecipano oltre 2000 persone, ha l'obiettivo di salvaguardare e promuovere l'intera cultura Walser e non soltanto la sua lingua.


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel