Navigazione principale

Contenuto della pagina

Comunicato del Governo dell'11 gennaio 2018

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha preso posizione in merito alla prevista fase di ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria della Confederazione. Inoltre ha dato incarico di elaborare una strategia per la promozione della cultura.

Ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria entro il 2035 più opportuno per i Grigioni
Il Governo ha preso posizione in merito a due varianti di programma della Confederazione concernenti la fase di ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria 2030 o 2035. L'avamprogetto presentato dal Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) contiene gli elementi di carattere esecutivo della politica dei trasporti di Confederazione e Cantoni avviata anni fa e sostenuta a larga maggioranza dal Popolo.
Il Governo è convinto che la variante fase di ampliamento 2030 esaminata dal Consiglio federale, la quale prevede investimenti pari a 7 miliardi di franchi, non sia sufficiente per far fronte all'aumento previsto del traffico. L'attuazione della variante fase di ampliamento 2035, con un volume di investimenti pari a 11,5 miliardi di franchi presenta sì un orizzonte temporale più ampio, garantisce tuttavia al contempo che i problemi di capacità esistenti in Svizzera possano essere in gran parte risolti. Il Governo grigionese, così come il Consiglio federale, predilige dunque la seconda variante per via del miglior rapporto costi-benefici, nonché della quasi completa eliminazione dei problemi di capacità esistenti.
Secondo entrambe le varianti di programma, in rapporto alla popolazione e alla domanda di trasporti, soltanto una quota molto esigua degli investimenti è destinata al Cantone dei Grigioni. Nonostante ciò, consapevole del fatto che una rete nazionale forte comporterà benefici considerevoli anche per il Cantone dei Grigioni, il Governo può approvare la proposta del Consiglio federale. A tale riguardo il Governo presuppone tuttavia la garanzia dell'attuazione degli ampliamenti previsti nei e per i Grigioni. Qualora l'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria non dovesse poter essere realizzato come previsto, ne risulterebbe una limitazione della mobilità delle prossime generazioni. L'ampliamento dell'infrastruttura ferroviaria non è fine a sé stesso. La piazza economica dipende da collegamenti di trasporto affidabili e competitivi. Il beneficio economico è indiscusso. Una buona raggiungibilità delle ubicazioni e la qualità della mobilità sono fattori d'ubicazione importanti e ragioni fondamentali del successo economico dei Grigioni e dell'intera Svizzera. Alla ferrovia spetta un ruolo determinante in tale contesto.

Documentazione relativa alla consultazione DATEC

Dipartimento incaricato di sviluppare una strategia per la promozione della cultura
Il Governo ha incaricato il Dipartimento dell'educazione, cultura e protezione dell'ambiente (DECA) di elaborare una strategia generale per la promozione della cultura. L'elaborazione di una strategia per la promozione della cultura è prescritta dalla legge sulla promozione della cultura del 15 febbraio 2017 e viene decisa ogni quattro anni dal Gran Consiglio. Una volta trascorsi questi quattro anni si procede a una valutazione i cui risultati vengono tenuti in considerazione nella nuova strategia per il prossimo quadriennio.
Tenendo conto dei settori della promozione della cultura già esistenti, la strategia per la promozione della cultura deve comprendere anche quanto già esiste. La strategia deve perciò riprodurre la situazione attuale della promozione della cultura nel Cantone dei Grigioni. Inoltre deve definire punti chiave della politica di promozione nonché illustrare percorsi e misure per raggiungere gli obiettivi perseguiti ("situazione ideale"). Essa rappresenta la base per le decisioni di politica culturale del Cantone.
Per l'elaborazione vengono istituiti un gruppo di progetto e un gruppo di sostegno. Fino al 31 dicembre 2018 la direzione del progetto sarà assunta dal Consigliere di Stato Martin Jäger. Il gruppo di progetto è composto inoltre dal capo dell'Ufficio della cultura, Barbara Gabrielli, da un'assistente di progetto esterna, Rita Schmid, nonché da due rappresentanti ciascuno della Commissione per la cultura e di organizzazioni culturali cantonali. Nel gruppo di sostegno saranno rappresentate tutte le istituzioni e organizzazioni culturali di rilievo. È previsto che il Governo licenzi la strategia a destinazione del Gran Consiglio entro la fine del 2019.

Superato un altro ostacolo per il collegamento dei comprensori sciistici Disentis/Mustér – Sedrun
Il Governo ha approvato la revisione parziale della pianificazione locale decisa dal Comune di Disentis/Mustér il 24 settembre 2017. Con tale approvazione vengono creati i presupposti pianificatori per la realizzazione della funivia di collegamento da Sedrun a "Cuolm da Vi". Gran parte del collegamento si trova sul territorio del Comune di Tujetsch, la cui pianificazione dell'utilizzazione riferita al progetto è già stata approvata con decreto governativo del 7 novembre 2017.

Comunicato del Governo del 9 novembre 2017

-
©Ufficio federale di topografia


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel