Navigazione principale

Contenuto della pagina

Comunicato del Governo del 22 febbraio 2018

  • Erste Mitteilung
  • Neuen Beitrag einfügen
Il Governo ha posto in vigore la legge sui comuni con effetto al 1° luglio 2018. Ha inoltre dato il via libera alla correzione della strada per Safien.

Entrata in vigore della legge sui comuni
Nella sessione di ottobre 2017 il Gran Consiglio ha deciso la revisione totale della legge sui comuni del Cantone dei Grigioni. La legge sui comuni costituisce un atto normativo quadro per l'organizzazione dei comuni finalizzata all'adempimento dei loro compiti. Una volta decorso inutilizzato il termine di referendum, il Governo ha deciso di porre in vigore la nuova legge sui comuni con effetto al 1° luglio 2018. Viene così sostituita la legge in vigore dal 1974.
Per la stessa data devono essere adeguate tre ordinanze governative che rimandano alla legge. Il Governo ha perciò deciso le revisioni parziali dell'ordinanza sullo stato civile, dell'ordinanza sulla delega di competenze del Governo ai dipartimenti e ai servizi nonché dell'ordinanza concernente la vigilanza finanziaria sui comuni.

La strada per Safien potrà essere allargata
Il Governo ha approvato il progetto per la correzione della strada per Safien, tratto Treuschtobel, con autorizzazioni previste da leggi speciali e con oneri. È previsto che il tratto di strada lungo circa 400 metri tra Neukirch e Rinmatta venga allargato allo standard di costruzione fissato pari a 4,2 metri. Questo ampliamento risulta assolutamente necessario per offrire un allacciamento della valle di Safien adeguato alle esigenze future, per via dell'aumento del traffico, per motivi legati alla manutenzione stradale e infine per ragioni di sicurezza della circolazione.
Il ponte Treuschtobel non fa parte del progetto. Esso è stato sistemato già lo scorso anno. I costi per la correzione stradale ammontano a circa 3,5 milioni di franchi.

-  -

Le installazioni artistiche presso il castello di Tarasp sono conformi alla zona
Il Governo ha approvato la revisione parziale della pianificazione locale decisa dal Comune di Scuol il 26 marzo 2017. Al centro di questa revisione della pianificazione locale si trova il castello di Tarasp. In futuro è previsto che esso venga utilizzato quale centro culturale di incontro ed esposizione per le arti figurative e la musica. Al contempo dovrà però rimanere accessibile al pubblico anche quale sito storico-culturale. A tale scopo, il Comune di Scuol, la "Fundaziun Chastè da Tarasp" nonché il proprietario del castello di Tarasp hanno stipulato una convenzione secondo la quale tra l'altro il Comune di Scuol sosterrà la "Fundaziun Chastè da Tarasp" con sussidi d'esercizio fino alla fine del 2030. In cambio viene garantito che l'impianto rimarrà aperto al pubblico.
Nel settore del castello di Tarasp, la revisione parziale approvata della pianificazione locale contiene corrispondenti completamenti che tengono conto delle esigenze di protezione e di utilizzazione menzionate. In tal modo, all'interno della zona circostante il castello risultano permesse la posa di singole installazioni artistiche e sculture nonché la realizzazione delle costruzioni e degli impianti necessari a tale scopo.

-
©Comet Photoshopping GmbH / Dieter Enz

Sussidio edilizio per il risanamento della casa dell'apprendista dell'Engadina Alta a Samedan
Il Governo ha approvato il progetto di risanamento per la trasformazione e il risanamento del pianterreno e del piano interrato della casa dell'apprendista dell'Engadina Alta a Samedan. Al consorzio Oberengadiner Lehrlingshaus è stato garantito un sussidio edilizio pari al massimo a 276 000 franchi.
La casa dell'apprendista offre agli apprendisti una possibilità abitativa con assistenza e con vitto. La struttura dispone di 32 camere singole e di 16 camere doppie nonché di spazi per l'organizzazione del tempo libero. Sono inoltre a disposizione uno studio per i collaboratori nonché un appartamento di servizio per il responsabile della struttura. I risanamenti previsti interessano in primo luogo il pianterreno e parti del piano interrato. Le diverse misure edilizie sono in ampia misura costituite da lavori di manutenzione e sistemazione. Dopo il risanamento è previsto che l'edificio abbia un aspetto più moderno e tenga maggiormente conto delle esigenze. Ciò dovrà contribuire a raggiungere un buon grado di occupazione anche in futuro. Inoltre con i lavori di risanamento e di rinnovo si intende garantire la sostanza edilizia e la conservazione del valore dell'oggetto.

-
©Oberengadiner Lehrlingshaus


Organo: Governo
Fonte: it Cancelleria dello Stato dei Grigioni
Neuer Artikel